Chiesa ortodossa moldava

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa ortodossa moldava
Kiszyniow 01548.jpg
Cattedrale della Natività
Classificazione Chiesa ortodossa
Fondata 1992
Dipendente da Patriarcato di Mosca
Diffusione Moldavia Moldavia
Lingua moldava, slava, gagauza[1]
Rito bizantino
Sede Chișinău
Fedeli 3 milioni
Sito ufficiale mitropolia.md

La chiesa ortodossa moldava o anche metropolia di Chișinău e di tutta la Moldavia (in rumeno Mitropolia Chișinăului și a întregii Moldove, in russo Православная церковь Молдовы) è una chiesa ortodossa autonoma sotto la giurisdizione del Patriarcato di Mosca. Insieme alla metropolia di Bessarabia (chiesa autonoma sotto la chiesa ortodossa rumena), è una delle due maggiori chiese della Moldavia.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 1992 la chiesa ortodossa russa ha concesso l'autonomia alla metropolia di Chișinău e tutta la Moldavia, cui appartiene la maggioranza della popolazione ortodossa orientale presente in Moldavia. Il primate, che è nominato dal Santo Sinodo della chiesa ortodossa russa è il metropolita Vladimir, che è membro permanente del Santo Sinodo.[2]

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Eparchia Sede Anno erezione Sito ufficiale
Chișinău Chișinău 1813 [1]
Cahul e Comrat Hîncești 1998 [2]
Ungheni e Nisporeni Ungheni 2006 [3]
Bălți e Fălești Bălți 2006
Tiraspol e Dubăsari Tiraspol 1998 [4]
Edineț e Briceni Edineț 1998 [5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]