Cattedrale della Natività (Chișinău)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cattedrale della Natività di Cristo
Catedrala Mitropolitană Nașterea Domnului
Moldova Chisineu Cathedral Nasterea Domnului.jpg
La cattedrale della Natività di Cristo a Chișinău
StatoMoldavia Moldavia
LocalitàChișinău
Coordinate47°01′33.6″N 28°50′00.96″E / 47.026°N 28.8336°E47.026; 28.8336
ReligioneCristiana ortodossa
TitolareGesù
DiocesiMetropolita di Chișinău e di tutta la Moldavia
Consacrazione1836
FondatoreMichail Semënovič Voroncov
ArchitettoAvraam Melinkov
Stile architettonicoNeoclassico
Inizio costruzione1832
Completamento1836

La cattedrale della Natività di Cristo (in romeno: Catedrala Mitropolitană Nașterea Domnului) è il principale edificio di culto ortodosso della capitale moldava Chișinău. Posta nel distretto centrale della città, la cattedrale fa riferimento alla Chiesa ortodossa moldava, a sua volta dipendente dal patriarcato di Mosca.

La cattedrale e il campanile

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La cattedrale venne commissionata dal generale Michail Semënovič Voroncov, governatore della Nuova Russia e viceré di Bessarabia, e dal metropolita Gavril Bănulescu-Bodoni nel 1830. Il progetto venne affidato all'architetto russo Avraam Melnikov che diede alla nuova chiesa di Chișinău una forte impronta neoclassica, traendo spunto dalla cattedrale della Trasfigurazione di Odessa.

Nel corso della seconda guerra mondiale l'edificio venne bombardato, mentre nel 1962 le autorità locali, che avevano trasformato la chiesa in un centro spettacoli, demolirono il campanile. Con la caduta dell'URSS e l'indipendenza della Moldavia la cattedrale tornò alla sua funzione originaria di edificio di culto. Il campanile venne ricostruito nel 1997.

Il campanile

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La cattedrale presenta una pianta a croce greca, con quattro facciate con quattro corrispettivi portici dotati di sei colonne ciascuno. La cupola, sormontata da un tamburo cilindrico, è sostenuta da quattro pilastri a sezione quadrata, che ne sopportano il peso mediante quattro doppi archi e quattro pendenti. Il rivestimento della cupola, con le nervature radiali, è in lamiera di ferro. Attraverso l'ampio tamburo, largo 13 m, e con 12 finestre, l'interno è inondato di luce. Le superfici interne delle pareti e delle volte sono affrescate con soggetti biblici ed evangelici. Le parti intonacate suggeriscono l'impressione di piastrelle di marmo.

Veduta dell'interno

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]