Chiesa di Sant'Andrea degli Scozzesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di Sant'Andrea degli Scozzesi
Sant'Andrea degli Scozzesi.jpg
Facciata
StatoItalia Italia
RegioneLazio
LocalitàRoma
ReligioneCristiana cattolica di rito romano
TitolareAndrea apostolo
Diocesi Roma
Stile architettonicobarocco
Inizio costruzione1592
CompletamentoXVII secolo

Coordinate: 41°54′10.8″N 12°29′19″E / 41.903°N 12.488611°E41.903; 12.488611

La chiesa di Sant'Andrea degli Scozzesi è un luogo di culto cattolico di Roma, nel rione Trevi, in via delle Quattro Fontane.

La chiesa fu costruita, con l'annesso convento e collegio degli scozzesi, nel 1592 per ordine di papa Clemente VIII, che comprò un palazzo di un certo Cosmo, nobile fiorentino, ed intitolò originariamente la chiesa a sant'Andrea e a santa Margherita regina. Paolo V affidò la cura del collegio ai padri gesuiti. Nel XVIII secolo la chiesa vide la celebrazione di importanti eventi: nel 1717, il 10 giugno, papa Clemente XI celebrò una messa alla presenza di Giacomo Francesco Edoardo Stuart, pretendente al trono inglese; nel 1719 vi furono celebrati i funerali di Maria Beatrice d'Este, seconda moglie di Giacomo II Stuart.

Passata la Rivoluzione francese e l'occupazione francese di Roma, durante la quale la chiesa fu requisita dall'esercito d'oltralpe e chiusa al pubblico, nel XIX secolo chiesa e collegio furono restaurati ad opera di Luigi Poletti.

Nel 1962 la chiesa fu sconsacrata e tutto il complesso divenne sede della Cariplo, istituto bancario lombardo.

Nel timpano della facciata è racchiusa la croce di sant'Andrea e l'iscrizione Sancto Andrea Apostolo Scotorum. L'interno si presenta a navata unica, con volta a botte e due cappelle laterali. All'altare maggiore vi è una tela raffigurante il Martirio di sant'Andrea della scuola del Borgognone.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN233919006 · GND (DE7599814-2