Chiese di Roma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Architetture religiose di Roma.

«Nelle chiese di Roma si trovano testimonianze di ogni epoca, di ogni fase della cultura e della storia, di ogni stile architettonico, di ogni scuola artistica.»

(Roberta Bernabei, Chiese di Roma, 2007[1])
Basilica di San Pietro in Vaticano, cuore della cristianità di Roma

Le chiese di Roma sono più di 900, dato che ne fa la città con più chiese al mondo[2]; la loro storia accompagna quella della città da diciassette secoli, segnandone l'evoluzione religiosa, sociale ed artistica.

Storia delle chiese romane[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il periodo di tolleranza dei primi secoli e le persecuzioni del III secolo, l'imperatore romano Costantino I permise ai cristiani di avere i propri luoghi di culto. Le prime chiese ebbero origine nei luoghi in cui i primi cristiani si incontravano in privato o in segreto, che si dividevano in:

  • case di privati cittadini, che ospitavano incontri dei fedeli (oratoria, oracula);
  • luoghi in cui si faceva carità, distribuendo ai poveri, erano le cosiddette "diaconìe". Le diaconìe più grandi avevano diversi diaconi, dei quali uno era il responsabile generale e prendeva il nome di "arcidiacono"
  • case che possedevano un titulus, e che erano dette anche domus ecclesiae, "casa dell'assemblea", da cui "chiesa". Solo i tituli erano autorizzati a distribuire i sacramenti. Papa Marcello I, all'inizio del IV secolo, confermò che solo i tituli erano centri di amministrazione della Chiesa. I tituli potevano avere più presbiteri, e il sacerdote più importante di un titolo aveva il nome di cardinale.

Chiese principali[modifica | modifica wikitesto]

Basiliche papali[modifica | modifica wikitesto]

La quattro basiliche papali.

A Roma sono presenti quattro basiliche papali o patriarcali: la basilica di San Giovanni in Laterano, che è anche la cattedrale della città, la basilica di San Pietro in Vaticano, la basilica di San Paolo fuori le mura e la basilica di Santa Maria Maggiore. Fino a metà del XIX secolo anche la basilica di San Lorenzo fuori le mura era patriarcale.

Le sette chiese[modifica | modifica wikitesto]

San Lorenzo fuori le Mura

Per i pellegrini che venivano a Roma per molto tempo fu obbligatorio il Giro delle Sette Chiese, che potevano essere visitate a piedi in un giorno intero. Nel XVI secolo la tradizione fu rivitalizzata da san Filippo Neri, fissandola come segue:

Chiese paleocristiane e medioevali[modifica | modifica wikitesto]

Le prime chiese cristiane risalgono all'editto di tolleranza costantiniano di Milano del 313. Alle chiese più antiche di questi primi tempi appartenevano i primi edifici delle quattro basiliche patriarcali.

Chiese gotiche[modifica | modifica wikitesto]

Sostanzialmente c'è una sola grande chiesa gotica a Roma:

Chiese rinascimentali[modifica | modifica wikitesto]

Chiese barocche[modifica | modifica wikitesto]

Chiese contemporanee[modifica | modifica wikitesto]

Santuari e abbazie[modifica | modifica wikitesto]

Lista delle chiese cattoliche[modifica | modifica wikitesto]

Questa è una lista delle chiese di Roma, non esaustiva, citate per data di costruzione, o di consacrazione, dell'edificio attuale.

Il mausoleo di Santa Costanza
Santo Stefano Rotondo al Celio

II secolo[modifica | modifica wikitesto]

III secolo[modifica | modifica wikitesto]

IV secolo[modifica | modifica wikitesto]

V secolo[modifica | modifica wikitesto]

Il Pantheon, basilica di Santa Maria ad Martyres in Campo

VI secolo[modifica | modifica wikitesto]

VII secolo[modifica | modifica wikitesto]

VIII secolo[modifica | modifica wikitesto]

IX secolo[modifica | modifica wikitesto]

X secolo[modifica | modifica wikitesto]

XI secolo[modifica | modifica wikitesto]

XII secolo[modifica | modifica wikitesto]

XIII secolo[modifica | modifica wikitesto]

XIV secolo[modifica | modifica wikitesto]

XV secolo[modifica | modifica wikitesto]

XVI secolo[modifica | modifica wikitesto]

XVII secolo[modifica | modifica wikitesto]

XVIII secolo[modifica | modifica wikitesto]

XIX secolo[modifica | modifica wikitesto]

XX secolo[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Santa Maria Immacolata e San Giovanni Berchmans
Chiesa di Santa Maria Liberatrice
Chiesa di Santa Maria Immacolata all'Esquilino
Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio
Chiesa di Ognissanti
Chiesa di Santa Maria Regina Pacis
Chiesa dei Santi Fabiano e Venanzio
Chiesa di Sant'Antonio da Padova alla Circonvallazione Appia
Chiesa della Natività di Nostro Signore Gesù Cristo
Chiesa di San Saturnino
Chiesa di San Giovanni Battista de Rossi
Basilica dei Santi Pietro e Paolo
Chiesa di San Luca evangelista
Chiesa di Nostra Signora di Lourdes a Tor Marancia
Basilica del Sacro Cuore di Maria
Cattedrale dei Sacri Cuori di Gesù e Maria
Basilica di San Giovanni Bosco
Chiesa di San Damaso
Chiesa di Santa Rita da Cascia a Casalotti
Chiesa di San Ponziano
Chiesa della Santissima Trinità a Villa Chigi
Chiesa del Santissimo Redentore a Val Melaina
Chiesa di San Gaspare del Bufalo
Chiesa dei Santi Gioacchino e Anna
Chiesa di San Cleto
Chiesa di San Liborio
Chiesa di Santa Maria Domenica Mazzarello
Chiesa di San Stanislao
Chiesa di Sant'Ugo

XXI secolo[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di Santa Maria Addolorata
La chiesa di Dio Padre Misericordioso
La chiesa di San Cirillo Alessandrino

Provvisorie e/o da realizzare[modifica | modifica wikitesto]

Lista della chiese ortodosse[modifica | modifica wikitesto]

Lista delle chiese protestanti[modifica | modifica wikitesto]

Lista delle chiese sconsacrate[modifica | modifica wikitesto]

Lista delle chiese scomparse[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Chiese scomparse di Roma.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bernabei, 7.
  2. ^ 3 DELLE PIÙ ANTICHE CHIESE DI ROMA, in musement blog.
  3. ^ Sito ufficiale della Basilica di S. Maria degli Angeli e dei Martiri, S. Maria degli Angeli e dei Martiri Chiesa di Stato, su santamariadegliangeliroma.it. URL consultato il 9 agosto 2011.
  4. ^ Viviana Normando, Il 450º anniversario della Basilica di S. Maria degli Angeli e dei Martiri di Roma, Chiesa di Stato. Il messaggio del Papa, su ilvaticanese.it. URL consultato il 9 agosto 2011.
  5. ^ Susanna Novelli e Cinzia Tralicci, La basilica di Santa Maria degli Angeli è la chiesa delle cerimonie di Stato [collegamento interrotto], su iltempo.it. URL consultato il 9 agosto 2011.
  6. ^ a b c d e f g h i j k (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXII, su gcatholic.org. URL consultato il 14 aprile 2020.
  7. ^ a b c d e f (EN) Diocese of Frascati, su romanchurches.fandom.com. URL consultato il 23 aprile 2020.
  8. ^ a b c d e f Luogo di culto appartenente alla Diocesi di Frascati.
  9. ^ a b c d e f g h i j k (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture VII, su gcatholic.org. URL consultato il 21 aprile 2020.
  10. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture V, su gcatholic.org. URL consultato il 24 aprile 2020.
  11. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao ap aq (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture III, su gcatholic.org. URL consultato il 27 aprile 2020.
  12. ^ a b c d e f g h i j k (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXX, su gcatholic.org. URL consultato il 23 aprile 2020.
  13. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao ap aq ar as at au av aw ax ay az ba bb bc bd be bf bg bh bi bj bk bl bm bn bo bp bq br bs bt bu (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture II, su gcatholic.org. URL consultato il 28 aprile 2020.
  14. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao ap aq ar as at au av aw ax ay az ba bb bc bd be bf bg bh bi bj bk bl bm bn bo bp bq br (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture I, su gcatholic.org. URL consultato il 28 aprile 2020.
  15. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag Luoghi culto, su diocesiportosantarufina.org. URL consultato il 29 aprile 2020.
  16. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah Luogo di culto appartenente alla Diocesi di Porto e Santa Rufina.
  17. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture IV, su gcatholic.org. URL consultato il 25 aprile 2020.
  18. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXXII, su gcatholic.org. URL consultato il 23 aprile 2020.
  19. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXIV, su gcatholic.org. URL consultato il 13 aprile 2020.
  20. ^ Anno del più antico documento che parla della chiesa.
  21. ^ a b c d e f g h i j k l (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXIX, su gcatholic.org. URL consultato il 21 aprile 2020.
  22. ^ a b c d e f g h i (EN) Churches in the Diocese of Rome - Vatican City, su gcatholic.org. URL consultato il 14 aprile 2020.
  23. ^ a b c d e f g h i j Appartenente alla Città del Vaticano.
  24. ^ a b c d e f g h i (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXVI, su gcatholic.org. URL consultato il 13 aprile 2020.
  25. ^ a b Luogo di culto appartenente alla Diocesi di Ostia.
  26. ^ a b c d e f g h i j (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXVIII, su gcatholic.org. URL consultato il 14 aprile 2020.
  27. ^ a b c d e f g h i j k (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture VI, su gcatholic.org. URL consultato il 21 aprile 2020.
  28. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXXIII, su gcatholic.org. URL consultato il 23 aprile 2020.
  29. ^ a b c d e f (EN) Diocese of Tivoli, su romanchurches.fandom.com. URL consultato il 23 aprile 2020.
  30. ^ a b c d e f Luogo di culto appartenente alla Diocesi di Tivoli.
  31. ^ a b c d e f g h i j k l (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXI, su gcatholic.org. URL consultato il 14 aprile 2020.
  32. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XIII, su gcatholic.org. URL consultato il 15 aprile 2020.
  33. ^ a b c d e f g h i (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXXV, su gcatholic.org. URL consultato il 23 aprile 2020.
  34. ^ a b c d e f g h i j k l m (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXV, su gcatholic.org. URL consultato il 14 aprile 2020.
  35. ^ a b c d e f g h (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXIII, su gcatholic.org. URL consultato il 13 aprile 2020.
  36. ^ a b c d e f g h i j k (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXXI, su gcatholic.org. URL consultato il 23 aprile 2020.
  37. ^ a b c d e f g h i j k l (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture VIII, su gcatholic.org. URL consultato il 19 aprile 2020.
  38. ^ a b c d e f g h i j (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XX, su gcatholic.org. URL consultato il 13 aprile 2020.
  39. ^ a b c d e f g h (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXVII, su gcatholic.org. URL consultato il 13 aprile 2020.
  40. ^ a b c d e f g h i (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXVIII, su gcatholic.org. URL consultato il 13 aprile 2020.
  41. ^ a b c d e f g h i j k l m n o (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XVII, su gcatholic.org. URL consultato il 14 aprile 2020.
  42. ^ a b c d e f g h i j k l m (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XII, su gcatholic.org. URL consultato il 16 aprile 2020.
  43. ^ a b c d e f g h i j k l m n (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XVI, su gcatholic.org. URL consultato il 14 aprile 2020.
  44. ^ a b c d e f g h (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XIV, su gcatholic.org. URL consultato il 15 aprile 2020.
  45. ^ a b c d e f g h i j k l m n o (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XIX, su gcatholic.org. URL consultato il 14 aprile 2020.
  46. ^ a b c d e f g h i j k l (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XI, su gcatholic.org. URL consultato il 16 aprile 2020.
  47. ^ a b c d e f g h i j (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXXIV, su gcatholic.org. URL consultato il 23 aprile 2020.
  48. ^ a b c d e f g h i j (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture X, su gcatholic.org. URL consultato il 19 aprile 2020.
  49. ^ a b c d e f g h i j k l (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture IX, su gcatholic.org. URL consultato il 19 aprile 2020.
  50. ^ a b c d e f g h i j (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XV, su gcatholic.org. URL consultato il 15 aprile 2020.
  51. ^ a b c d e f g h (EN) Churches in the Diocese of Rome - Prefecture XXXVI, su gcatholic.org. URL consultato il 23 aprile 2020.
  52. ^ Una nuova chiesa a Boccea, su diocesiportosantarufina.it. URL consultato il 29 aprile 2020.
  53. ^ La Parrocchia, su parrocchia-santa-maria-madre-della-divina-grazia-pontegaleria.com. URL consultato il 29 aprile 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]