Carlo Gualterio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlo Gualterio
cardinale di Santa Romana Chiesa
Template-Cardinal.svg
Incarichi ricoperti Arcivescovo di Fermo
Nato 1613
Nominato arcivescovo 5 ottobre 1654 da papa Innocenzo X
Consacrato arcivescovo 27 dicembre 1654 dal cardinale Francesco Barberini
Creato cardinale 2 marzo 1654 da papa Innocenzo X
Deceduto 1º gennaio 1673

Carlo Gualterio (16131º gennaio 1673) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque nel 1613.

Papa Innocenzo X lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 2 marzo 1654.

Nel marzo 1658 offrì a Panfilo Cesi, docente di lettere nelle scuole pubbliche di varie città, una cattedra nel seminario diocesano di Fermo, ma quest'ultimo, dopo aver chiesto di poter accettare l'offerta del cardinale al Consiglio municipale di Cascia, dovette declinare l'offerta, perché non si era trovato un accordo sul nome del suo successore[1].

Morì il 1º gennaio 1673.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Voce su CESI, Panfilio nel Dizionario biografico degli Italiano - Vol.24 - 1980

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Cardinale diacono di San Pancrazio fuori le mura Successore CardinalCoA PioM.svg
Francesco Maidalchini 23 marzo 1654 - 14 novembre 1667 Giacomo Franzoni
Predecessore Arcivescovo di Fermo Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Giovanni Battista Rinuccini 5 ottobre 1654 - 30 aprile 1668 Giannotto Gualterio
Predecessore Cardinale diacono di Sant'Angelo in Pescheria Successore CardinalCoA PioM.svg
Carlo Barberini 14 novembre 1667 - 12 marzo 1668 Angelo Celsi
Predecessore Cardinale diacono e presbitero di Santa Maria in Cosmedin Successore CardinalCoA PioM.svg
Paolo Emilio Rondinini 12 marzo 1668 - 15 gennaio 1669
Titolo presbiterale pro hac vice dal 25 dicembre 1668
Giacomo Franzoni
Predecessore Cardinale presbitero di Sant'Eusebio Successore CardinalCoA PioM.svg
Paolo Emilio Rondinini 15 gennaio 1669 - 1º gennaio 1673 Camillo Massimo