Carlo Berlingeri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carlo Berlingeri
arcivescovo della Chiesa cattolica
Template-Metropolitan Archbishop.svg
 
Incarichi ricopertiArcivescovo metropolita di Santa Severina (1679-1719)
 
Nato1639 a Crotone
Ordinato presbitero9 dicembre 1668
Nominato arcivescovo27 novembre 1679 da papa Innocenzo XI
Consacrato arcivescovo30 novembre 1679 dal cardinale Alessandro Crescenzi, C.R.S.
Deceduto5 gennaio 1719 a Santa Severina
 
Stemma della famiglia Berlingieri
Coat of arms of the House of Berlingieri.jpg
Berlingieri
Blasonatura
D’argento a tre bande scaccate d’argento e rosso, accompagnate in capo da un lambello a tre pendenti del medesimo.

Carlo Berlingeri, o Berlingieri (Crotone, 1639Santa Severina, 5 gennaio 1719), è stato un arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Crotone nel 1639 e appartenente alla nobile famiglia crotonese dei Berlingeri, fu discepolo e uditore dei cardinali Giovanni Battista De Luca e Carlo Carafa, nonché un fermo sostenitore dell'immunità ecclesiastica[1].

Fu ordinato presbitero il 9 dicembre 1668. Il 30 novembre 1679 venne consacrato arcivescovo metropolita di Santa Severina dal cardinale Alessandro Crescenzi.

Fece ampliare e abbellire il palazzo arcivescovile di Santa Severina[2], facendo dipingere anche gli stemmi dei suoi predecessori; in più fondò un seminario per l'istruzione degli alunni, donando alla struttura 10.000 scudi d'oro[1].

Morì a Santa Severina il 5 gennaio 1719.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]