Campionato Primavera 2015-2016 (calcio femminile)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Campionato Primavera 2015-2016
Competizione Campionato Primavera (calcio femminile)
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 17ª
Organizzatore Dipartimento Calcio Femminile (L.N.D.)
Date X maggio - 28 giugno 2016
Luogo Italia Italia
Partecipanti 12
Risultati
Vincitore Res Roma
(2º titolo)
Secondo Mozzanica
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2014-2015 2016-2017 Right arrow.svg

L'edizione 2015-2016 è stata la diciassettesima nella storia del Campionato Primavera Femminile.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Il torneo si divide in due fasi: una fase regionale, organizzata dai rispettivi comitati, ed una fase nazionale. La fase regionale viene organizzata autonomamente dai singoli comitati regionali, i quali optano a seconda dei casi per un campionato, una coppa, eccetera. Le vincitrici dei rispettivi tornei regionali, acquisiscono il diritto di partecipare alla fase nazionale. La fase nazionale consiste in due fasi: una a gironi ed una ad eliminazione diretta. Nella fase a gironi, ogni squadra disputa nel proprio un numero pari di gare in casa ed in trasferta: la squadra che riposa nella prima giornata è determinata per sorteggio, effettuato a cura del Dipartimento, così come la squadra che disputa la prima gara in trasferta; riposa nella seconda giornata la squadra che ha vinto la prima gara o, in caso di pareggio, quella che ha disputato la prima gara in trasferta; nella terza giornata si disputa la gara fra le due squadre che non si sono incontrate in precedenza: gioca in casa la squadra che non ha disputato alcun incontro in casa. Al termine delle rispettive giornate, la prima classificata di ogni girone accede alla fase ad eliminazione diretta. Le gare della fase ad eliminazione diretta si disputano con turni di andata e ritorno, mentre la finale è in gara unica su campo neutro.

Limiti di età[modifica | modifica wikitesto]

Possono partecipare alla fase regionale solo le calciatrici nate dal 1º gennaio 1997 in poi e che, comunque, abbiano anagraficamente compiuto il 14º anno di età, regolarmente tesserate per le rispettive Società nella stagione in corso. Per la sola fase a gironi della fase nazionale, possono essere impiegate fino a due atlete fuori quota nate dal 1º gennaio 1996 al 31 dicembre 1996[1].

Partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

In questa stagione, sono state 12 le squadre ammesse alla fase finale dai rispettivi campionati regionali[2].

Le 11 partecipanti sono state divise in 2 gironi da 3 squadre e due accoppiamenti diretti, con divisione geografica.

Ogni squadra disputa nel proprio girone due gare (una in casa ed una in trasferta): al termine delle tre giornate, la prima classificata di ogni girone accede alla fase ad eliminazione diretta.

Le semifinali si disputano in gare di andata e ritorno, mentre la finalissima si disputa in gara secca su campo neutro.

Fase Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Napoli 2 - 5 Res Roma 2 - 1 0 - 4
AGSM Verona 4 - 6 Mozzanica 0 - 3 4 - 3

Gare d'andata[modifica | modifica wikitesto]

Verona
18 giugno 2016, ore 15:30
Semifinale
AGSM Verona0 – 3MozzanicaStadio Olivieri (200 ca. spett.)
Arbitro:  Michele Delrio (Reggio Emilia)

Napoli
19 giugno 2016, ore 16:30
Semifinale
Napoli2 – 1Res RomaStadio Francesco Denza
Arbitro:  Luigi Catanoso (Reggio Calabria)

Gare di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Roma
25 giugno 2016, ore 16:00
Semifinale
Res Roma4 – 0
referto
NapoliStadio Raimondo Vianello
Arbitro:  Ilaria Bianchini (Terni)

Mozzanica
25 giugno 2016, ore 17:00
Semifinale
Mozzanica3 – 4
referto
AGSM VeronaStadio Comunale (300 ca. spett.)
Arbitro:  Eugenio Scarpa (Collegno)

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Ris. Squadra 2
Mozzanica 1 - 2 Res Roma

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Firenze
28 giugno 2016, ore 17
Finale
Mozzanica1 – 2
referto
Res RomaStadio Bruno Buozzi (400 ca. spett.)
Arbitro:  Raimondo Borriello (Arezzo)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio