Black Out (etichetta discografica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Black Out
StatoItalia Italia
Fondazionemaggio 1992
Fondata daGiuseppe Galimberti
SettoreMusicale

La Black Out (a volte citata anche come Blackout) è un'etichetta discografica italiana, appartenente alla Polygram Italia SRL e oggi marchio del gruppo Universal.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Black Out Records nacque su iniziativa dell'ex membro dei Four By Art Giuseppe Galimberti come marchio interno alla Polygram Italia SRL nel maggio 1992[1][2]. L'idea di Galimberti era quella di fare un'etichetta indipendente nella gestione e nelle scelte, che grazie alla proprietà di una major, potesse però usufruire di budget tipici delle etichette mainstream[3].

Tra le pubblicazioni del loro primo anno di attività vi furono alcuni dischi importanti ed influenti della musica underground italiana per gli anni successivi: Immigrato della band Comitato legata al movimento delle Posse italiane[4], l'album Dainamaita, che sancì il ritorno dei Casino Royale in salsa dub[5], Il rumore delle idee dei Settore Out e Riportando tutto a casa, primo disco dei Modena City Ramblers seminale per il combat folk degli anni successivi[6][7].

Alcuni artisti della Black Out[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Mark Dezzani, The New italian acts break free from nation ballad tradition, in Billboard, 30 aprile 1994.
  2. ^ Black Out - The Universal music collection, su universalmusic.it, 27 aprile 2010.
  3. ^ Luca Paisiello, Il Rock è morto?, Rock Shock edizioni, 2017.
  4. ^ Damir Ivic, Storia ragionata dell'hip hop italiano, Arcana edizioni, 2017.
  5. ^ Enrico Deregibus, Casino Royale, in Dizionario completo della Canzone Italiana, Giunti, 2006.
  6. ^ Paolo Ferrari, Riportando tutto a casa, in Combat folk. Modena City Ramblers, Giunti, 1999.
  7. ^ Black Out si Discogs, su discogs.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0001 0659 1516