Björn Lind

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Björn Lind
Björn Lind 2006.jpg
Björn Lind in gara a Otepää nel 2006
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 190 cm
Peso 87 kg
Sci di fondo Cross country skiing pictogram.svg
Squadra Bergeforsens SK
Ritirato 2011
Palmarès
Olimpiadi 2 0 0
Coppa del Mondo - Sprint 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Björn Johan Lind (Österåker, 22 marzo 1978) è un ex fondista svedese, campione olimpico nello sprint e nello sprint a squadre ai XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 2001-2005[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Ljusterö di Österåker e specialista delle gare sprint, in Coppa del Mondo ha esordito il 28 dicembre 2000 nello sprint a tecnica classica di Engelberg (41°) e ha ottenuto il primo podio nella medesima specialità il 5 marzo 2002 a Stoccolma (3°). Fino alla stagione 2003-2004 aveva raggiunto solo un'altra il podio, nello sprint a squadre a tecnica classica di Lahti del 4 marzo 2004, in coppia con Mats Larsson.

Ha partecipato ai XIX Giochi olimpici invernali di Salt Lake City 2002 (4° nello sprint) e ai Mondiali del 2005 a Oberstdorf (4° nello sprint il miglior risultato). In Coppa nella stagione 2004-2005 ha conquistato tre podi, sempre in gare sprint (un secondo e due terzi posti), e ha chiuso al sesto posto nella classifica di specialità.

Stagioni 2006-2011[modifica | modifica wikitesto]

Fin dalle prime gare della stagione che avrebbe portato ai XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006 Lind ha ottenuto vari piazzamenti di rilievo, con sei podi e tre vittorie; ha conseguito il primo successo in carriera il 30 dicembre 2005 nello sprint a tecnica libera di Nové Město na Moravě. A fine stagione ha vinto la Coppa di sprint precedendo il connazionale Thobias Fredriksson.

Alle Olimpiadi ha partecipato alle gare a lui più congeniali: sprint (a tecnica libera) e sprint a squadre (a tecnica classica). Il 14 febbraio 2006, in coppia con il campione del mondo 2003 Thobias Fredriksson, grazie alla sua volata finale è riuscito a sopraggiungere il norvegese Tor-Arne Hetland e a vincere l'oro[1]. Otto giorni più tardi è stato il momento dello sprint: dopo aver marcato il miglior tempo in qualificazione, ha superato nella finale Cristian Zorzi, Roddy Darragon e Thobias Fredriksson.

Lind nel 2007 durante la prova di Coppa del Mondo di Stoccolma

Nelle stagioni successive Lind non è più stato costantemente ai massimi livelli, riuscendo solo sporadicamente a salire nuovamente sul podio in Coppa del Mondo. Ai Mondiali del 2007 a Sapporo è stato 4° nello sprint; in quelli successivi di Liberec, sua ultima partecipazione iridata, 61° nella medesima specialità.

Ai XXI Giochi olimpici invernali di Vancouver 2010 ha disputato lo sprint a tecnica classica venendo eliminato ai quarti di finale e classificandosi al 19º posto finale. Con la partecipazione olimpica ha chiuso la sua carriera ai massimi livelli; nella stagione 2010-2011 ha disputato gare FIS e di Marathon Cup fino al definitivo ritiro, coinciso con la Vasaloppet 2011.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 4º nel 2006
  • Vincitore della Coppa del Mondo di sprint nel 2006
  • 15 podi (8 individuali, 7 a squadre):
    • 4 vittorie (3 individuali, 1 a squadre)
    • 7 secondi posti (2 individuali, 5 a squadre)
    • 4 terzi posti (3 individuali, 1 a squadre)

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Luogo Paese Disciplina
30 dicembre 2005 Nové Město na Moravě Rep. Ceca Rep. Ceca Sprint TL
8 gennaio 2006 Otepää Estonia Estonia Sprint TC
4 febbraio 2006 Davos Svizzera Svizzera Sprint TL
29 ottobre 2006 Düsseldorf Germania Germania Sprint a squadre TL
(con Peter Larsson)

Legenda:
TC = tecnica classica
TL = tecnica libera

Marathon Cup[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 25º nel 2011
  • 1 podio:
    • 1 terzo posto

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda Sports-reference.com sulla gara, su sports-reference.com. URL consultato il 26 dicembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]