Billie Lourd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Billie Catherine Lourd (Los Angeles, 17 luglio 1992) è un'attrice statunitense.

Figlia di Carrie Fisher, è nota per aver interpretato il ruolo di Chanel n. 3 nella serie televisiva Scream Queens, per esser comparsa nella saga cinematografica Star Wars nel ruolo del Tenente Connix e per essere protagonista di American Horror Story dalla settima stagione.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carrie Fisher, Debbie Reynolds e Billie Lourd insieme

È l'unica figlia dell'attrice Carrie Fisher e dell'agente Bryan Lourd, nipote dell'attrice Debbie Reynolds e del cantante e attore Eddie Fisher. Da parte di madre è russo-ebrea, scozzese-irlandese ed inglese[1][2]. È nipote degli attori Todd Fisher, Joely Fisher e Tricia Leigh Fisher. I suoi padrini di battesimo sono Meryl Streep e Bruce Wagner.

Ha studiato teologia e psicologia all'Università di New York, laureandosi nel 2014[3].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2020 dà alla luce il primo figlio, Kingston Fisher Lourd Rydell.[4]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Billie Lourd è stata doppiata da:

  • Perla Liberatori in Scream Queens, American Horror Story
  • Giulia Santilli in Star Wars: Gli ultimi Jedi, Star Wars: L'ascesa di Skywalker
  • Lucrezia Marricchi ne La rivincita delle sfigate

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Byrne, James Patrick; Coleman, Philip; and Jason Francis King (2008). Ireland and the Americas: Culture, Politics, and History: A Multidisciplinary Encyclopedia, Volume 2, ABC-CLIO, page 804. ISBN 978-1851096145
  2. ^ (EN) Q & A : Hollywood Times Three : Debbie Reynolds and Carrie Fisher discuss Hollywood families, not-so-fictional novels--and baby Billie's there to chaperone, su Los Angeles Times, 24 aprile 1994. URL consultato il 25 aprile 2020.
  3. ^ Colleen Kelsey, Billie Lourd, su interviewmagazine.com. URL consultato il 25 aprile 2020 (archiviato il 10 giugno 2015).
  4. ^ Billie Lourd su Instagram: "👑💙👑Introducing: 💙👑💙Kingston Fisher Lourd Rydell💙👑💙", su Instagram. URL consultato l'11 ottobre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN2081157282923403640004 · GND (DE1198164638 · WorldCat Identities (ENviaf-2081157282923403640004