Betula aetnensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Betulla dell'Etna
Betula aetnensis02.jpg
Betula aetnensis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Fagales
Famiglia Betulaceae
Genere Betula
Specie B. aetnensis
Nomenclatura binomiale
Betula aetnensis
Raf.
Sinonimi

Betula alba

La betulla dell'Etna (Betula aetnensis Raf.) è una pianta appartenente alla famiglia delle Betulaceae, endemica della Sicilia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Betula aetnensis.jpg
Ghiandole resinose


La caratteristica più peculiare, che la differenzia dalle altre specie del genere Betula, è un apparato conduttore adattato a sopravvivere in condizioni di caldo e freddo estremi, che consentono a questa specie di colonizzare ambienti generalmente preclusi ad altre specie arboree.

Portamento[modifica | modifica wikitesto]

È una pianta arborea, che raggiunge altezze da 4 a 15 metri, ma che alle altitudini superiori ai 2000 metri può assumere un portamento arbustivo.

Corteccia[modifica | modifica wikitesto]

La corteccia si presenta color panna e sui rami giovani sono presenti numerose ghiandole resinose peltate, carattere questo che consente di distinguerla dalla B. pendula.

Foglie[modifica | modifica wikitesto]

Le foglie sono di forma romboidale o triangolare, meno acuminate di quelle della B. pendula, con margine crenato, di colore verde scuro nella pagina inferiore, più chiare in quella superiore.

Fiori[modifica | modifica wikitesto]

I fiori sono monoici, riuniti in amenti di colore giallo negli esemplari maschili, verde chiaro in quelli femminili. Fiorisce in aprile-maggio. Quando gli amenti femminili maturano, in tarda estate o autunno, divengono marroni e legnosi.

Frutti[modifica | modifica wikitesto]

I frutti sono piccoli acheni conici di colore marrone.

Semi[modifica | modifica wikitesto]

I semi sono forniti di piccole vele membranacee che ne favoriscono la disseminazione ad opera del vento.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È un endemismo puntiforme che ha il suo areale sui terreni lavici dei versanti orientale ed occidentale dell'Etna, dove cresce in formazioni boschive ad una altitudine compresa tra 1300 e 2100 m.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica