Bella (La bella e la bestia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bella
Walter Crane, illustration from Beauty and the Beast, 1875.jpg
Bella in un'illustrazione della fiaba, realizzata da Walter Crane nel 1875
SpecieUmana
SessoFemmina
EtniaFrancese
Luogo di nascitaFrancia

Bella (in alcune versioni, tra cui quella Disney, Belle) è la protagonista femminile della fiaba popolare La bella e la bestia.

Storia originale[modifica | modifica wikitesto]

C'era un ricco mercante che aveva tre figlie, le due maggiori erano cattive, mentre la minore era gentile e di buon cuore oltre che bellissima, per questo la chiamavano Bella. Le due sorelle maggiori ambivano a sposare due nobili quindi rifiutavano sempre i pretendenti che si facevano avanti per chiedere la loro mano; Bella, invece, si dimostrava amichevole con i suoi pretendenti anche se declinava sempre le loro proposte di matrimonio. Un giorno il mercante perse tutte le sue ricchezze e così la famiglia fu costretta a trasferirsi altrove. Tempo dopo il mercante venne a sapere che una delle navi era riuscita ad arrivare al porto e allora, fiducioso di poter tornare all'antica ricchezza, decise di tornare in città; prima di avviarsi chiese ad ognuna delle figlie cosa desiderassero in dono: le due maggiori chiesero gioielli e abiti costosi, mentre Bella chiese una rosa. Purtroppo, giunto in città, il mercante ebbe un'amara sorpresa: tutto il carico della nave era stato venduto per pagare i suoi debiti e non rimaneva più nulla. Sconsolato, decise di tornare a casa ma durante il viaggio fu colto da una bufera di neve e trovò riparo in un misterioso castello.

La tenuta era ordinata ma pareva essere disabitata, ad un certo punto il mercante notò che il giardino era rigoglioso e che c'erano delle rose bellissime, pertanto decise di sceglierne una da portare a Bella. A quel punto si palesò il padrone del castello: un'orribile Bestia; la creatura gli rimproverò di aver ripagato la sua gentile ospitalità derubandolo e infine gli disse che doveva morire a causa della sua colpa. Il mercante tentò di spiegargli che voleva prendere la rosa per donarla alla sua bella figlia ma la Bestia non volle sentire ragioni: gli concedeva di andare a prendere la figlia e di portarla al castello al suo posto, altrimenti sarebbe dovuto tornare entro tre mesi per saldare il suo debito. Recando con sé il baule colmo di ricchezze donatogli dalla Bestia, il mercante fece ritorno a casa desideroso di salutare le figlie per l'ultima volta, lì raccontò alle ragazze l'accaduto e Bella, pensando di essere la causa della sfortuna del padre, decise di andare al castello al posto suo, per la felicità delle odiose sorelle che si liberarono di lei. Bella e il padre tornarono al castello, a quel punto la Bestia concesse la libertà al mercante dicendogli di non tornare mai più. La creatura trattava Bella con gentilezza, non le faceva mancare nulla e l'aveva ricoperta di ricchezze; le aveva persino regalato uno specchio magico grazie al quale la ragazza poteva vedere la sua famiglia. La Bestia ogni sera chiedeva a Bella di sposarlo ma lei preferiva rispondergli che sarebbe stata sempre sua amica. Tempo dopo, proprio grazie allo specchio magico, Bella scoprì che il padre era ammalato e così chiese alla Bestia il permesso di andare da lui per assisterlo, la creatura le concesse di partire ma a patto che tornasse entro una settimana altrimenti il dolore l'avrebbe ucciso.

Così Bella tornò a casa e fu grande la gioia e la sorpresa del padre nel vederla viva; le due sorelle si erano sposate ma erano infelici e nel vedere la ragazza in abiti eleganti e serena, invidiose di lei, complottarono: passata una settimana, quando fu il momento per Bella di tornare al castello, le due finsero di essere disperate alla prospettiva di separarsi dalla sorella e così la giovane decise di trattenersi qualche giorno in più, anche se ben presto iniziò a sentire il rimorso per non aver rispettato la promessa. Decisa a tornare al castello, trovò la Bestia in fin di vita a causa del dolore e allora Bella gli disse che voleva sposarlo, dopo aver pronunciato quelle parole la Bestia tramutò il suo aspetto diventando un bellissimo principe: l'incantesimo che gli aveva lanciato tempo addietro una strega era stato spezzato, incantesimo che si sarebbe potuto spezzare solo qualora una ragazza avesse acconsentito a sposare la Bestia.

Bella e il principe vissero per sempre felici e contenti, accogliendo anche il padre di lei, mentre le due perfide sorelle furono tramutate in statue affinché si pentissero delle loro azioni malvagie.

Adattamenti[modifica | modifica wikitesto]

Film
Serie televisive

Versione Disney[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: La bella e la bestia (film 1991).
Belle nel film Disney La bella e la bestia

Il personaggio di Bella appare anche nel franchise della Disney dedicato alla fiaba, cominciato nel 1991 con il Classico La bella e la bestia e proseguito nel 1997 con il sequel La bella e la bestia - Un magico Natale e nel 1998 con il midquel Il mondo incantato di Belle. In tutte e tre le opere il personaggio, che si chiama Belle, è doppiato in originale da Paige O'Hara, in italiano da Laura Boccanera (voce) e Marjorie Biondo (canto); in una scena inedita inclusa nell'edizione speciale del primo film del 2002, Belle è doppiata in originale da Jodi Benson e in italiano da Barbara De Bortoli. Come tutti i personaggi Disney, inoltre, fa delle apparizioni anche nella serie televisiva House of Mouse - Il Topoclub. Infine, fa parte della collezione Principesse Disney.

Nel primo film del 1991 Belle compare sin dall'inizio del film, dove tramite una canzone esprime il suo punto di vista sulla sua vita. È figlia di un bizzarro inventore, Maurice. È considerata la ragazza più bella del villaggio, ma per la sua personalità e la sua riservatezza non ha molti ammiratori. La sua passione è leggere, soprattutto libri che riguardano principi, incantesimi, draghi e luoghi fatati. Belle non è felice della sua condizione di vita: infatti è stanca della sua monotona vita di paese e vorrebbe vivere nuove avventure. Viene scelta come sposa da Gaston, un forte ragazzo ammirato da tutti per la sua forza e il suo coraggio, ma lei rifiuta la sua proposta di nozze perché non vuole passare la vita accanto a un uomo arrogante e presuntuoso come lui; ma Gaston non demorde nell'ottenere il suo scopo. Quando Maurice viene rapito dalla Bestia, Belle si offre di prendere il suo posto per permettere all'anziano padre di tornare a casa. Col passare del tempo, Belle stringe amicizia con i servitori del castello e in seguito riesce anche a cambiare i modi bruschi e aggressivi della Bestia. Quando, attraverso uno specchio magico, Belle scopre che il padre è molto malato, chiede alla Bestia di poter andare a trovarlo. Ma al suo ritorno Belle trova una brutta sorpresa: Gaston, infatti, ha chiamato il manicomio per far portar via Maurice: l'unico modo per non farlo portar via è che Belle lo sposi. Belle è così costretta a mostrare l'esistenza della Bestia, ma Gaston allora guida la folla per andarla a uccidere. Per fortuna, Belle riesce ad arrivare al castello proprio nell'istante in cui Gaston sta per uccidere la Bestia; vedendo Belle la Bestia si ribella ma viene gravemente ferita da Gaston. Mentre sta per morire, Belle gli confida il suo amore ed ecco che la Bestia si ritrasforma in un principe e decide di sposare Belle.

Belle appare anche nei videogiochi della serie Kingdom Hearts.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]