Battaglia di Maastricht

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Maastricht
Bundesarchiv Bild 146-1990-102-34A, Maastricht, Panzerkampfwagen.jpg
Panzer tedeschi entrano a Maastricht il 10 maggio 1940
Data10 maggio 1940
LuogoMaastricht, Paesi Bassi
EsitoVittoria tedesca
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
Perdite
186 morti47 morti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Maastricht è stato un episodio dell'invasione tedesca dei Paesi Bassi durante la seconda guerra mondiale durante il quale la Wehrmacht conquistò la città olandese di Maastricht dividendo in due le forze alleate e spianando la strada verso Fort Eben-Emael.

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

Lo scopo dell'esercito tedesco era di occupare i ponti lungo il corso del fiume Mosa al fine di poter facilmente trasportare truppe per la successiva campagna di Francia.

La battaglia[modifica | modifica wikitesto]

Le operazioni che portarono alla conquista tedesca della città di Maastricht si svolsero con una grande rapidità (secondo i principi della guerra lampo) grazie all'uso combinato di forze meccanizzate e corazzate e dell'aviazione.

Nella sua avanzata la 4. Panzer-Division incontrò qualche resistenza nei pressi di Gulpen e a Heugem e subì forti perdite in termini di uomini e mezzi.

Nonostante ciò, di fronte alla schiacciante superiorità del nemico il comando olandese decise di abbandonare la difesa di Maastricht.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enzo Biagi, La seconda guerra mondiale, vol. I, Fabbri Editori, 1995. (ISBN non disponibile)
  • Enzo Biagi, La seconda guerra mondiale, vol. V, Fabbri Editori, 1995. (ISBN non disponibile)
  • Heinz Guderian, Panzer General - Memorie di un soldato, Milano, 2008. ISBN 88-89660-06-6
  • Basil H. Liddell Hart, Storia militare della seconda guerra mondiale, 2009, Milano, Oscar Storia, Mondadori, 1970. ISBN 978-88-04-42151-1