Battaglia di Maastricht

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Maastricht
Panzer tedeschi entrano a Maastricht il 10 maggio 1940
Panzer tedeschi entrano a Maastricht il 10 maggio 1940
Data 10 maggio 1940
Luogo Maastricht, Paesi Bassi
Esito Vittoria tedesca
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
Perdite
186 morti 47 morti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Maastricht è stato un episodio dell’invasione tedesca dei Paesi Bassi durante la seconda guerra mondiale durante il quale la Wehrmacht conquistò la città olandese di Maastricht dividendo in due le forze alleate e spianando la strada verso Fort Eben-Emael.

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

Lo scopo dell’esercito tedesco era di occupare i ponti lungo il corso del fiume Mosa al fine di poter facilmente trasportare truppe per la successiva campagna di Francia.

La battaglia[modifica | modifica wikitesto]

Le operazioni che portarono alla conquista tedesca della città di Maastricht si svolsero con una grande rapidità (secondo i principi della guerra lampo) grazie all’uso combinato di forze meccanizzate e corazzate e dell’aviazione.

Nella sua avanzata la 4. Panzer-Division incontrò qualche resistenza nei pressi di Gulpen e a Heugem e subì forti perdite in termini di uomini e mezzi.

Nonostante ciò, di fronte alla schiacciante superiorità del nemico il comando olandese decise di abbandonare la difesa di Maastricht.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enzo Biagi, La seconda guerra mondiale, vol. I, Fabbri Editori, 1995. (ISBN non disponibile)
  • Enzo Biagi, La seconda guerra mondiale, vol. V, Fabbri Editori, 1995. (ISBN non disponibile)
  • Heinz Guderian, Panzer General - Memorie di un soldato, Milano, 2008. ISBN 88-89660-06-6
  • Basil H. Liddell Hart, Storia militare della seconda guerra mondiale, 2009, Milano, Oscar Storia, Mondadori, 1970. ISBN 978-88-04-42151-1