Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Automodelli - Mini 4WD

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dash! Yonkuro
ダッシュ!四駆郎
(Dash! Yonkuro)
manga
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Zaurus Tokuda
Editore Shogakukan
Rivista CoroCoro Comic
Target kodomo
1ª edizione dicembre 1987 – marzo 1992
Tankōbon 14 (completa)
Automodelli - Mini 4WD
ダッシュ!四駆郎
(Dash! Yonkuro)
serie TV anime
Autore Zaurus Tokuda
Regia Hiroshi Sasagawa
Dir. artistica Torao Arai
Musiche Keita Miyahara
Studio Tokyo Agency, Staff 21, Shogakukan Production, Tamiya
Reti TV Aichi, TV Hokkaido, TV Osaka, TV Setouchi, TV Tokyo
1ª TV 3 ottobre 1989 – 27 marzo 1990
Episodi 25 (completa)
Aspect ratio 4:3
Durata ep. 22 min
Reti it. Junior Tv, Italia Teen Television
1ª TV it. 1991
Episodi it. 25 (completa)
Durata ep. it. 22 min
Studio dopp. it. Studio P.V.

Automodelli - Mini 4WD (ダッシュ!四駆郎 Dash! Yonkuro?) è un manga di Zaurus Tokuda[1]. pubblicato da dicembre 1987 a marzo 1992 sulla rivista CoroCoro Comic di Shogakukan. L'autore Zaurus Tokuda è stato anche il creatore di altre serie a fumetti sulle Mini 4WD: Kaze no racer! Otokogi (Il racer del vento! Otokogi), Dash boy 10 e Mirai racer!V-twin (Il racer del futuro! V-twin). La serie racconta la storia di ragazzi appassionati di automodelli in scala 1/32, le Mini 4WD e si può definire il capostipite di serie analoghe, come Let's & Go o Beyblade.

Nel 1989 ne è stato tratto un anime di 26 episodi, prodotto da Tamiya Corporation e trasmesso su TV Tokyo. L'anime tratta solamente la prima parte della storia, cioè le eliminatorie regionali, mentre la conclusione dei vari tornei regionali e tutto ciò che ne consegue non fu mai trasposto in animazione, ma solamente presente nei 14 tankōbon di cui è composto il manga. La serie è stata trasmessa in Italia nei primi anni novanta, e da allora replicata da varie emittenti locali e da Junior Tv. L'edizione italiana presenta un adattamento semplificato con i nomi dei personaggi cambiati come era di usanza all'epoca. Il 4 settembre 2004 è stato replicato su Italia Teen Television. La serie è anche andata in onda in altri paesi d'oltreoceano come Corea del Sud, Filippine e Malesia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia è un susseguirsi di gare in percorsi fantasiosi (piramidi, labirinti, ecc.) e piste adatte a farle correre. Nel corso della serie appariranno molti nuovi personaggi come Momotaro (e la sua mini4wd, la Crimson Glory, ultimo ostacolo dei Nobili Guerrieri verso la vittoria finale), Sabu Kinjiro (Aero Solitude) e Jin che affronterà pure lui il Rally Infernale con una nuova mini4wd, la Proto Emperor ZX (la precedente era la Dash-X1 Proto Emperor, sconfitta nelle finali regionali dalla allora nuova mini4wd di Alan, la Dash-01 Super Emperor). I percorsi diventano sempre più difficoltosi e le storie inverosimili (in un volumetto del fumetto viene menzionato che pure i bambini nella preistoria utilizzavano delle mini4wd costruite con materie naturali come legno e foglie che si facevano spingere dal vento), la storia s'incentrerà sempre più su quale sia la vera "Emperor", verranno scoperte molte mini aventi questo titolo che si confronteranno contro la Emperor di Alan, fino all'epilogo nell'epica sfida del Rally Infernale;

in questa gara Alan sfiderà un gruppo di malviventi che vogliono approfittare dei migliori corridori di mini4wd per riuscire a recuperare un tesoro nascosto nella 2ª Guerra Mondiale da parte dei nazisti. Fra i suoi avversari ci sarà un redivivo Damiano, pronto a sfidare il figlio e a testarne le capacità con la sua nuova mini 4wd, la Dash-0 Infinite Boundless. Alla fine sarà il nostro Alan, aiutato dai suoi compagni(ormai lontani dal mondo delle corse, ma sempre legati da una profonda amicizia),a trionfare con la sua ultima macchina, la Liberty Emperor.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Alan (Yonkuro Hinomaru)[modifica | modifica wikitesto]

È il protagonista della serie, nonché leader della squadra dei nobili guerrieri (Dash!Warriors). È il ragazzo "con la piuma in testa" e la sua mini4wd è la numero 1 (Dash-1 Emperor).
Alan è un ragazzo appassionatissimo di questi modelli, passione trasmessa dal padre che ritiene morto durante la partecipazione al Rally Infernale - una gara stile Parigi-Dakar -. Rispetto ai suoi compagni Alan ha uno stile di corsa azzardato che punta ad una efficienza complessiva in qualunque percorso. La sua spericolatezza porterà spesso la sua mini4wd oltre i limiti, tanto che avrà bisogno di sostituirla a causa dei danni ricevuti ed in modo da competere con avversari sempre più temibili.
Lo scopo finale di Alan è quello di particepare e vincere il Rally Infernale, per rendere onore al padre. Con tale sogno in mente, Alan cerca di diventare il più bravo "racer" del paese e di convincere molti suoi coetanei che i modellini mini4wd sono auto da corsa in miniatura e non giocattoli come in molti credono.
Verso la fine della serie, nelle gare nazionali mai viste in Italia (di cui esiste solo la versione cartacea) rimarrà l'unico membro dei Nobili Guerrieri sempre presente ed attivo. Dopo aver portato al successo i Nobili Guerrieri in finale contro il team di Momotaro e le loro Crimson Glory, inizia l'ultima parte della storia di Dash!Yonkuro. Alan finalmente parteciperà all'ultima tappa del "Rally Infernale", gara di cui si scopre in seguito lo scopo finale: organizzata da dei neo-nazisti che nutrono il desiderio di trovare un tesoro nascosto dai nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale, il Rally Infernale viene così indetto per trovare il fantomatico reperto, usufruendo delle abilità dei i racers più bravi, nel vano tentativo di scoprire l'esatta ubicazione del tesoro. Con l'aiuto degli altri Nobili Guerrieri Alan riuscirà a sventare il piano dei malviventi ed a vincere la corsa. Alla fine della saga coronerà il suo sogno di diventare un pilota d'auto da corsa in scala reale.
Il nome Yonkuro è in parte un gioco di parole: la parola "Yonku" significa in giapponese "quattro ruote motrici", mentre la sua Dash-1 Emperor è il risultato di un concorso indetto dalla casa editrice del manga (la Shogakukan, nella collana Coro Coro Comics), attraverso il quale venne scelto un disegno di una nuova Mini4wD che poi, modificato dall'autore, diverrà il modello definitivo.

Ciccio Sprint (Tankuro)[modifica | modifica wikitesto]

È il numero 2 dei Nobili Guerrieri e la sua mini4wd è l'Astro di Fuoco (Dash-2 Burning Sun). Ciccio è un ragazzo robusto molto gentile anche se all'inizio quando incontra Alan sembra un po' burbero. Il suo cuore d`oro e il suo spirito di sacrificio si riveleranno fondamentali al suo team per accedere al torneo nazionale di mini4wd, nonostante il suo modello non sia molto veloce. La qualità e lo stile di Ciccio Sprint e della sua mini sono rappresentati proprio dalla potenza del modello stesso: aumentando tale potenza al massimo a discapito della velocità, l'Astro di Fuoco si può definire senza dubbio il modello più potente e resistente della squadra. Poco prima delle finali nazionali, Ciccio lascerà momentaneamente il team, rendendosi conto della forza dei suoi avversari e della non esagerata fiducia nei suoi confronti dimostratagli da Alan. Lo si rivede assieme al team Momotaro, ovvero il team che avrebbe dovuto affrontare nelle finali, ma il suo non è stato un tradimento: Ciccio difatti ha approfittato della situazione per imparare l'utilizzo del telaio a motore anteriore (F.M.) e costruire la prima evoluzione dell`Astro di Fuoco, la Dash-02 Neo Burning Sun, mini 4wd ancora resa più potente ed innovativa grazie all'allora novità del motore anteriore. Durante gli ultimi atti della gara finale, nel tentativo di tagliare per primo il traguardo posto sulla cima di un edificio, userà il circuito-condensatore della Dash-4 Cannonball di Ted, con il risultato di far finire in pezzi la sua mini 4wd dopo pochi metri, ma questo sacrificio sarà utile ad Alan, il quale escogiterà così un'idea per vincere la corsa. A fine saga, durante una reunion con i vecchi compagni tutti divenuti ormai grandi fa la sua ultima apparizione.
Il nome Tankuro è un gioco di parole: "Tank" può significare carro armato, che ben si coniuga con la mole di Ciccio e il suo stile di corsa. La parola Tank appare pure sul cofano del modello.

Davide (Shinkuro)[modifica | modifica wikitesto]

È il numero 3 dei Nobili Guerrieri e la sua mini4wd è la Regina delle Corse(Dash-3 Shooting Star). Davide è un ragazzo di bell`aspetto, presuntuoso e decisamente pieno di talento riguardo alle mini4wd; la sua prima apparizione cronologica nella storia lo presenta come un ricco ereditiero, il quale viene invitato a far parte di una nuova squadra di Mini4wD dall'allenatore dei futuri Nobili Guerrieri.
Dopo Alan, Davide è senz'altro il membro migliore del team, tanto che in varie occasioni ha dimostrato di non avere niente da invidiare al protagonista, sebbene abbia come unico difetto la superbia. Il suo stile è incentrato sulla velocità. La sua mini4wd verrà evoluta nella più performante Dash-03 Super Shooting Star, ma solo in uno spin-off creato apposta per le gare autunnali indette dalla casa produttrice delle mini4wd. Alla fine della saga appare in una reunion assieme ai vecchi compagni, sempre molto elegante e probabilmente ora a capo dell`azienda di famiglia. Davide e la sua mini4wd sono fra i più amati dalla serie: il suo nome è in parte un gioco di parole. In giapponese "shin" può significare "nuovo". È il migliore amico di Ted (Pankuro).

Ted (Pankuro)[modifica | modifica wikitesto]

È il numero 4 dei Nobili Guerrieri e la sua mini4wd è la Palla di Cannone (Dash-4 Cannonball). Ted è un ragazzo chiuso, timido e studioso, ma la passione per le mini4wd e la musica punk ne cambiano radicalmente personalità e l'aspetto: Ted difatti con lo scopo di vincere la sua timidezza è solito truccarsi come facevano i musicisti heavy metal anni ottanta, tanto che in pochi ne conoscevano l'aspetto al di fuori delle gare. È bene sottolineare come Ted riesca a "trasformarsi" nel se stesso versione nobile guerriero (capelli in parte biondi dritti in aria, aspetto più rocker grazie ai trucchi) senza bisogno di truccarsi, specie quando vuole tirare fuori dai guai i suoi amici o tirare fuori il meglio di sé e dalla sua mini4wd. La trasformazione è simile a quella dei Saiyan in Dragonball Z quando passano allo stato Super Saiyan, pur essendo "Dash! Yonkuro" antecedente a questa parte dell`opera di Akira Toriyama (può darsi che Toriyama si sia ispirata proprio a Ted per i Super Sayan, in quanto Dash! Yonkuro attraversava il suo momento di maggior notorietà, proprio all'inizio di Dragonball Z).
Lo stile di Ted si riflette perfettamente sulla sua mini4wd: la Palla di Cannone è instabile e discontinua come il suo possessore, ma è la più veloce del team sulle piste e circuiti ad alta velocità, grazie ad un'ottima accelerazione. Inoltre questa mini4wd nasconde un segreto: al suo interno possiede un condensatore in grado di convogliare tutta l'energia delle batterie e dare alla Palla di Cannone una velocità tale da spingerla oltre il suo limite per un brevissimo periodo. Nemmeno Ted resterà sempre nel team con cui vincerà il titolo nazionale; apparirà nuovamente, dopo il torneo per aiutare Alan ad incastrare i neonazisti che volevano servirsi dei racers per scovare un tesoro nascosto e qui appare con i capelli lunghi, sempre truccato, deducendone quindi che intraprenderà la carriera da musicista (Ted è un talento naturale con la chitarra elettrica). Anche Ted avrà una nuova mini4wd, la Dash-CB4, ma solo in uno spin-off, e mai prodotta dalla casa costruttrice di modelli.
Il nome Pankuro è un gioco di parole,"pank" è una traslitterazione di punk, genere musicale di cui Pankuro è appassionato (come Tokuda Zaurus).

Stella (Sumeragi Rinko)[modifica | modifica wikitesto]

È la numero 5 dei Nobili Guerrieri, oltre al fatto di essere l'unica ragazza. La sua mini4wd è la Ballerina (Dash-5 Dancing Doll). Stella appare per la prima volta durante una sfida proposta da Francesco (suo fratello maggiore) ad Alan e Ciccio Sprint.
Stella è una ragazza avvenente, molto disponibile e gentile, tanto da esserlo anche con i suoi avversari. Lo stile di Stella e del suo modello si basa principalmente sulla versatilità, dato che non eccede in qualcosa in particolare. Una particolare tecnica utilizzata da Stella è la cosiddetta "serpentina cosmica" (Cosmo Spider), un modo personale di assettare e controllare la propria mini4wd nei percorsi dove l`equilibrio è precario così come potrebbe essere il ponte di una nave sul mare.
Col tempo Stella cambierà un po' il suo aspetto, diventando e apparendo più matura e si ritroverà nella conclusione della saga con i suoi vecchi compagni mentre aiutano Alan durante l'ultima tappa del Rally Infernale. Anche Stella avrà una nuova mini, la Dash-05, apparsa solo in uno spin-off dove i Nobili Guerrieri affrontano i Diavoli Neri.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

Francesco (Sumeragi Kaidanji)[modifica | modifica wikitesto]

Fratello di Stella è l'inventore delle mini4wd dei Nobili Guerrieri. Tempo prima Francesco faceva da navigatore nelle gare di rally a Damiano (Ken Hinomaru), padre di Alan: durante una di queste gare per riuscire a salvarsi da una situazione pericolosa, Damiano utilizzò una mini4wd che aveva inventato, la Dash-0 Horizon. Fece così correre l'Horizon nel deserto contro dei biker, vincendo sotto gli occhi stupiti dello stesso Francesco, il quale si convinse così a non definire giocattoli le mini4wd come invece aveva sempre sostenuto. A quella sfida assistette pure un vecchio monaco buddista che come Francesco, diventerà un coach di racers, ispirandosi a Damiano e al suo modello.
Francesco cercò di dividere tutte le capacità della Dash-0 in altre 5 mini4wd creando appunto i modelli posseduti dai Nobili Guerrieri, affidate loro in base al loro stile. Nelle finali regionali si assiste allo scontro fra i "discendenti dell'Horizon", i Nobili Guerrieri e i Guerrieri Neri guidati dal vecchio monaco che, capitanati da Jin (Kidouin), contenderanno ai protagonisti l`accesso alle finali nazionali e l'onore di essere considerati appunto gli unici discendenti della leggendaria mini4wd.
Nelle fasi finali del torneo nazionale, si scoprirà che sparse per il Giappone ci sono molti suoi prototipi della Dash-1 e tutti cercheranno di sconfiggere i Nobili Guerrieri invano. Per la finale donerà ad Alan l'ultimo modello da lui creato sulle basi della Horizon, la Dash-001 Great Emperor, una mini talmente potente da essere difficile da controllare; si scoprirà poi che l'unico in grado di farlo è Alan che di natura possiede la tecnica giusta per farlo. Una volta danneggiata durante il Rally Infernale, Francesco la migliorerà ulteriormente, facendola diventare Liberty Emperor, visto che la Dash-001 si è rovinata vicino al calore emanato dal vulcano dove si svolge la corsa che conclude la saga.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone Italia
1 Il debutto dei Nobili Guerrieri
「ダッシュ軍団(ウォリアーズ)登場」 - dasshu gundan (uoriazu) tōjō
3 ottobre 1989 1991
2 La corsa in acqua della Numero 1
「水中のエンペラー」 - suichū no enpera
10 ottobre 1989 -
3 La piramide della paura
「恐怖のピラミッド」 - kyōfu no piramiddo
17 ottobre 1989 -
4 La conquista del labirinto
「迷路からの脱出!」 - meiro karano dasshutsu!
24 ottobre 1989 -
5 Il contrattacco delle Cipolle
「スカリオンの逆襲」 - sukarion no gyakushū
31 ottobre 1989 -
6 Le mini 4WD contro le RC
「ミニ四駆VSRC!」 - mini yonku vsrc!
7 novembre 1989 -
7 La scomparsa della Numero 1
「消えたエンペラー」 - kie ta enpera
14 novembre 1989 -
8 Battaglia mortale nella valle del vento
「死闘!風の谷」 - shitō! kazenotani
21 novembre 1989 -
9 La sfida nella valle del tornado
「激戦!竜巻の谷」 - gekisen! tatsumaki no tani
28 novembre 1989 -
10 Il salto dalla collina della morte
「十字の道を越えろ」 - jūji no michi wo koe ro
5 dicembre 1989 -
11 Il miracolo della valle dei mulini a vento
「風車の谷の奇跡」 - fūsha no tani no kiseki
12 dicembre 1989 -
12 Il discendente dell'Horizon - Prima parte
「めざせホライゾン」 - mezase horaizon
19 dicembre 1989 -
13 Il discendente dell'Horizon - Seconda parte
「激闘!決勝への道」 - gekitō! kesshō heno michi
26 dicembre 1989 -
14 La sconfitta dello skateboard
「スケボーを倒せ!」 - sukebo wo taose!
9 gennaio 1990 -
15 Le cinque pagode del tempio della luna
「小輪寺五房の荒行」 - shō wa tera go bō no kō gyō
16 gennaio 1990 -
16 La Numero 1 è nei guai
「皇帝(エンペラー)絶体絶命!」 - kōtei (enpera) zettaizetsumei!
23 gennaio 1990 -
17 La leggenda dell'Horizon
「ホライゾン伝説」 - horaizon densetsu
30 gennaio 1990 -
18 Gli eredi leggendari
「伝説の後継者達」 - densetsu no kōkeisha tachi
6 febbraio 1990 -
19 Un'altra leggenda
「あらたなる伝説」 - aratanaru densetsu
13 febbraio 1990 -
20 I demoni neri
「対決!黒鬼士軍団」 - taiketsu! kuro oni samurai gundan
20 febbraio 1990 -
21 Via alle finali
「燃えろ!決勝戦!!」 - moe ro ! kesshōsen!!
27 febbraio 1990 -
22 Vola Davide!
「駆けろ!進駆郎!!」 - kake ro ! susumu ku rō!!
6 marzo 1990 -
23 Chi sarà il campione?
「勝利は誰の手に!?」 - shōri ha dare no teni!?
13 marzo 1990 -
24 Le vacanze dei Nobili Guerrieri
「戦士達の休日」 - senshitachi no kyūjitsu
20 marzo 1990 -
25 La lunga sfida
「果てしなき挑戦!」 - hate shinaki chōsen!
27 marzo 1990 -

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi Voce giapponese Voce italiana
Alan dei Nobili Guerrieri Masako Nozawa Davide Garbolino
Ted dei Nobili Guerrieri - non disponibile - Aldo Stella
Ciccio Sprint dei Nobili Guerrieri Tesshô Genda Gabriele Calindri
Davide dei Nobili Guerrieri Toshihiko Seki Daniele Demma
Stella dei Nobili Guerrieri Rei Sakuma Veronica Pivetti
Francesco - non disponibile - Federico Danti
Monica la telecronista - non disponibile - Marina Massironi
Mauro il telecronista - non disponibile - Luca Sandri
Jin, capo dei Guerrieri Neri - non disponibile - Salvatore Landolina
Damiano, padre di Alan Shuusei Nakamura Roberto Colombo
Crimilde - non disponibile - Monica Pariante
Saggio Poe - non disponibile - Pietro Ubaldi
Nonna di Alan - non disponibile - Caterina Rochira
Paolone - non disponibile - Mario Scarabelli
Veronica - non disponibile - Alessandra Karpoff
Turbo - non disponibile - Veronica Pivetti

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il cartone animato riscosse un enorme successo e fece nascere anche in Italia la passione di questi modelli a quattro ruote motrici, creati dalla casa produttrice Tamiya. Il successo fu globale anche in altri paesi dove l'anime fu trasmesso, soprattutto nelle Filippine. Per gli appassionati di mini4wd questa è la serie "culto" del genere.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nome d'arte di Hajime Tokuda (1953-2006): scheda di Zaurus Tokuda su Anime News Network.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga