Arri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arnold & Richter Cine Technik GmbH & Co. Betriebs KG
Logo
StatoGermania Germania
Fondazione1917 a Monaco di Baviera
Fondata da
Sede principaleMonaco di Baviera
Settorecinema
NoteStatuetta dell'Oscar Oscar al merito tecnico-scientifico .
Sito web
Cinepresa 35 mm della Arri

La Arnold & Richter Cine Technik GmbH & Co. Betriebs KG in forma breve ARRI è un gruppo industriale specializzato in attrezzature professionali per il cinema[1], in particolare cineprese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Arri è stata fondata nel 1917 da August Arnold e Robert Richter con il nome Arnold & Richter Cine Technik. Nel 1924 producono la loro prima cinepresa, la Kinarri 35, piccola e portatile. Nel 1937 presentano la Arriflex 35, una cinepresa professionale reflex la cui tecnologia è usata ancora oggi su quasi tutte le cineprese[2][3]. La prima produzione hollywoodiana ad usare questa cinepresa è stata La fuga, un film del 1947 con Humphrey Bogart e Lauren Bacall[4]

Negli anni successivi la Arri estende la sua produzione anche a tutti gli aspetti della produzione cinematografica inclusi dispositivi di illuminazione e strumenti di post produzione digitale[1].

Nell'aprile 2016 ARRI ha acquisito da Sachtler / Vitec Videocom la serie di stabilizzatori per macchine da presa artemis inventati da Curt O. Schaller.[5][6][7]

In riconoscimento dei suoi prodotti innovativi la Arri ha ricevuto 18 premi dalla Academy of Motion Picture Arts and Sciences[1]

Cineprese[modifica | modifica wikitesto]

La Arriflex 16ST, una diffusa cinepresa muta 16 mm .

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) About Arri su Arri.com, su arri.com. URL consultato il 26 aprile 2012.
  2. ^ (EN) Cinematographers - Modern Motion Picture Cameras, su cinematographers.nl. URL consultato il 26 aprile 2012.
  3. ^ (EN) Motion picture technology made in Germany, su goethe.de. URL consultato il 26 aprile 2012.
  4. ^ (EN) CinemaTechnic Camera Profiles - ARRI 35 II, su cinematechnic.com. URL consultato il 26 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2012).
  5. ^ Curt O. Schaller, artemis developer, su schaller-media.de. URL consultato il 1º giugno 2016.
  6. ^ ARRI Debuts Final Version of Trinity Stabilizer and Maxima Gimbal, su studiodaily.com. URL consultato il 1º giugno 2016.
  7. ^ ARRI acquisisce i sistemi di stabilizzazione artemis e lancia la produzione di Trinity, su arri.it. URL consultato il 1º giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 18 maggio 2016).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN129352864 · GND (DE2004992-4