Arcidiocesi di Maracaibo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arcidiocesi di Maracaibo
Archidioecesis Maracaibensis
Chiesa latina
Fachada catedral maracaibo.JPG
Mappa della diocesi
Diocesi suffraganee
Cabimas, El Vigía-San Carlos del Zulia, Machiques
Arcivescovo metropolita José Luis Azuaje Ayala
Ausiliari Ángel Francisco Caraballo Fermín
Arcivescovi emeriti Ubaldo Ramón Santana Sequera, F.M.I.
Sacerdoti 121 di cui 90 secolari e 31 regolari
18.615 battezzati per sacerdote
Religiosi 47 uomini, 208 donne
Diaconi 19 permanenti
Abitanti 2.427.826
Battezzati 2.252.454 (92,8% del totale)
Superficie 12.319 km² in Venezuela
Parrocchie 68
Erezione 28 luglio 1897
Rito romano
Indirizzo Apartado 439, Calle 95 entre Avenidas 2 y 3, Maracaibo 4006, Edo. Zulia, Venezuela
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Venezuela
L'Università cattolica Cecilio Acosta, fondata nel 1983

L'arcidiocesi di Maracaibo (in latino: Archidioecesis Maracaibensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Venezuela. Nel 2016 contava 2.252.454 battezzati su 2.427.826 abitanti. È retta dall'arcivescovo José Luis Azuaje Ayala.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi si trova nella parte occidentale dello stato venezuelano di Zulia.

Sede arcivescovile è la città di Maracaibo, capoluogo dello stato, dove si trova la cattedrale dei Santi Pietro e Paolo. Nella stessa città si trova pure la basilica di Nostra Signora di Chiquinquirá, chiamata popolarmente La Chinita.

Il territorio si estende su 12.319 km² ed è suddiviso in 68 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Papa Leone XIII eresse la diocesi di Zulia il 28 luglio 1897, ricavandone il territorio dalla diocesi di Mérida (oggi arcidiocesi). Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Caracas.

L'11 giugno 1923 entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Mérida.

Il 26 maggio 1943 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione del vicariato apostolico di Machiques (oggi diocesi).

Il 2 gennaio 1953 la diocesi assunse il nome di diocesi di Maracaibo.

Il 23 luglio 1965 cedette un'altra porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Cabimas.

Il 30 aprile 1966 è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Regimine suscepto di papa Paolo VI.

Nel 1983 a Maracaibo è stata fondata l'Università cattolica Cecilio Acosta.

Il 7 luglio 1994 ha ceduto un'ulteriore porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di El Vigía-San Carlos del Zulia.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Francisco Marvez † (21 ottobre 1897 - 17 dicembre 1904 deceduto)
  • Arturo Celestino Álvarez † (16 agosto 1910 - 18 dicembre 1919 nominato vescovo coadiutore di Calabozo)
  • Marcos Sergio Godoy † (8 marzo 1920 - 21 ottobre 1957 deceduto)
  • José Rafael Pulido Méndez † (21 giugno 1958 - 16 gennaio 1961 nominato vescovo coadiutore di Mérida)
  • Domingo Roa Pérez † (16 gennaio 1961 - 23 dicembre 1992 ritirato)
  • Ramón Ovidio Pérez Morales (23 dicembre 1992 - 5 giugno 1999 nominato arcivescovo, titolo personale, di Los Teques)
  • Ubaldo Ramón Santana Sequera, F.M.I. (11 novembre 2000 - 24 maggio 2018 ritirato)
  • José Luis Azuaje Ayala, dal 24 maggio 2018

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2016 su una popolazione di 2.427.826 persone contava 2.252.454 battezzati, corrispondenti al 92,8% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1949 286.000 290.000 98,6 49 29 20 5.836 34 150 21
1966 620.000 650.000 95,4 132 44 88 4.696 120 318 31
1970 760.000 800.000 95,0 142 48 94 5.352 141 320 43
1976 950.000 1.100.000 86,4 111 35 76 8.558 104 178 50
1980 815.000 865.000 94,2 120 36 84 6.791 98 300 51
1990 1.415.000 1.505.000 94,0 125 45 80 11.320 92 295 55
1999 1.747.000 2.083.785 83,8 142 79 63 12.302 4 92 296 60
2000 1.785.000 2.100.000 85,0 130 69 61 13.730 4 91 300 60
2001 1.785.000 2.100.000 85,0 133 72 61 13.421 4 91 300 60
2002 1.785.000 2.100.000 85,0 136 75 61 13.125 4 91 300 60
2003 1.625.415 1.888.000 86,1 128 73 55 12.698 4 83 273 66
2004 1.863.690 2.006.757 92,9 121 71 50 15.402 7 71 275 65
2013 2.161.000 2.329.000 92,8 123 65 58 17.569 20 72 204 64
2016 2.252.454 2.427.826 92,8 121 90 31 18.615 19 47 208 68

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]