Andrew Ridgeley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Andrew Ridgeley
Andrew Ridgeley circa 1984-1985.jpg
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenerePop
Rock
Periodo di attività musicale1981 – 1991
Strumentovoce, chitarra, pianoforte, tastiere, batteria
GruppiWham!
Album pubblicati5
Sito ufficiale

Andrew John Ridgeley (Windlesham, 26 gennaio 1963[1]) è un cantante, chitarrista e produttore discografico britannico, già membro del duo degli Wham! insieme a George Michael.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Windlesham nel Surrey[1] da Alberto Mario Zacharia (un cittadino britannico di origini italo egiziane che cambiò il cognome in Ridgeley[1][2]) e da una maestra di pittura[3] scozzese (Jennifer John Dunlop)[1]. Ha un fratello di nome Paul che suona la batteria[4].

Nel 1975 la famiglia si trasferisce a Bushey ed Andrew si diploma alla Bushey Meads School[1].

Andrew conobbe George Michael quando questi fu iscritto nella medesima scuola e poiché George era piuttosto timido, Ridgeley lo prese sotto la sua ala protettiva[1] così tra i due nacque un'amicizia.

Carriera musicale[modifica | modifica wikitesto]

The Executive[modifica | modifica wikitesto]

Durante la scuola Andrew e gli amici David Mortimer e Georgios Panayiotoul (il vero nome di George Michael), decidono di formare un gruppo musicale e nell'estate del 1979 fondano The Executive con una formazione che include il fratello Paul ed Andrew Leaver [5] e con cui realizzano alcune demo che però furono rifiutate dalle case discografiche, cosicché il gruppo si sciolse ed Andrew decise di formare un duo con George[6].

Wham![modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Wham!.

Nel 1981 e sempre con l'amico George Michael formarono gli Wham![6][7], con Andrew alla chitarra e cori, mentre George al canto, tastiere e composizione musicale[8] e così, dopo aver inciso un demo in soli dieci minuti lo proposero a diverse case discografiche ottenendo un contratto con l'etichetta discografica Innervision Records[9] e che dopo il successo ottenuto con primo album lasciò che ne firmassero un altro con CBS Records (la major a cui Innervision Records apparteneva)[6].

Gli Wham! ebbero un clamoroso successo internazionale fra il 1981 e il 1986 vendendo piu di 35 milioni di dischi nel mondo[10].

Carriera solista e televisione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1990 pubblicò l'album Son of Albert per la Columbia Records[11] dove suo fratello Paul suonò la batteria e George Michael partecipò nei cori della canzone Red Dress. Il singolo estratto Shake (pubblicato anche in Italia) non ottenne però un grande riscontro di vendite nemmeno nei mercati britannici e statunitensi[12][13] e destino che avvenne anche con gli esiti di vendite dell'album[14].

Dopo una partecipazione ad un concerto di George Michael a Rio de Janeiro avvenuta nel gennaio del 1991 allo Stadio Maracanà, Andrew si ritirò definitivamente dalla scena musicale[15][16] anche se continua a essere attivo come autore di brani per altri artisti utilizzando diversi pseudonimi.

Nel 2005 si rese disponibile per un'intervista nel documentario A Different Story dedicato alla vita dell'amico George Michael[17] ed apparve come ospite nel programma Fantasy Football League della BBC nel 1994[18].

Nel 2005 Ridgeley e Michael fecero dei progetti di riunione degli Wham! per Live 8, ma lo stesso Ridgeley decise di tirarsi indietro. Successivamente, nel 2012, Michael smentì le voci che li davano in procinto di riunirsi per il trentesimo anniversario del loro primo disco[16].

Dopo la notizia della morte dell'amico, il 25 dicembre 2016, Ridgeley scrisse su Twitter "Heartbroken at the loss of my beloved friend Yog." [19] Ho il cuore spezzato per la perdita del mio amato amico Yog (Yog era il soprannome che sin dall'infanzia Ridgeley aveva dato a George Michael)[20].

Altre Attività[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1986 e dopo lo scioglimento degli Wham!, Ridgeley si trasferì a Monaco per intraprendere la carriera di pilota in Formula 3 e correre nel team David Price Racing con scarsi risultati[21][22].

Dagli anni novanta è un sostenitore dell'associazione ecologista Surfers Against Sewage che si occupa della protezione della coste marine britanniche[23].

Vita personale[modifica | modifica wikitesto]

Agli inizi degli anni ottanta Andrew ebbe una relazione con Shirlie Holliman, ai tempi una delle due coriste degli Wham![24][25].

Nel 1984 si sottopose ad in intervento di rinoplastica per ridurre le dimensioni del suo naso[26] per poi pentirsi nell'anno seguente pensando che fosse diventato troppo piccolo[27].

Nel 1985 si fece una brutta reputazione poiché aveva l'abitudine di bere troppo nei nightclub e fu soprannominato "Animal Andy" dalla stampa britannica[27], inoltre fu sbattuto fuori dal party ufficiale tenutosi alla fine del Live Aid per il suo comportamento selvaggio[27].

Dal 1990 Ridgeley vive in Cornovaglia e vicino a Wadebridge dove ha restaurato una villa del quindicesimo secolo che condivise con la sua partner Keren Woodward[28] (già componente delle Bananarama), fino alla loro separazione avvenuta nell'agosto del 2017[29].

Nel dicembre del 2019 Ridgeley e la Woodward sono ritornati insieme[30].

Beneficenza[modifica | modifica wikitesto]

Andrew Ridgeley ha partecipato più volte al Dallaglio Cycle Slam, una gara ciclistica di beneficenza per il Dallaglio Rugby Works ed istituita nel 2009 dalla leggenda del rugby inglese Lawrence Dallaglio con l'intento di aiutare i giovani ad affrontare la vita in modo positivo con l'aiuto del rugby[31].

Autobiografia[modifica | modifica wikitesto]

L'8 ottobre 2019 Penguin Random House pubblica la sua autobiografia intitolata "Wham!: George and Me." [32].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f (EN) 1963 – Andrew Ridgeley Born, su rttnews.com. URL consultato il 24 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  2. ^ Robert Steele, Careless Whispers: The Life & Career of George Michael, capitolo 2, Omnibus Press
  3. ^ (EN) Jennifer Ridgeley – Artists in Cornwall, su ArtistsinCornwall.com. URL consultato il 5 aprile 2020.
  4. ^ (EN) Paul Ridgeley, su Drummerszone.com. URL consultato il 15 febbraio 2017.
  5. ^ (EN) Andrew Ridgeley on Twitter, in Twitter. URL consultato il 31 dicembre 2016.
    «No 'Harry Tadayon' in The Executive GM, AJR, David Austin, Andrew Leaver & Paul Ridgeley Jamie Gould & Tony Bywaters joined us at 1 point 2»
  6. ^ a b c (EN) Biography by Ed Nimmervoll, Wham! | Biography & History, su allmusic.com, AllMusic. URL consultato il 4 dicembre 2016.
  7. ^ Matthew Rettenmund, Totally awesome 80s, St. Martin's Press, 15 ottobre 1996, p. 60–, ISBN 978-0-312-14436-4. URL consultato il 6 maggio 2011.
  8. ^ George Michael, Nigel Goodall (1999) George Michael: in his own words Omnibus Press, 1999 (Google Books)
  9. ^ (EN) Gavin Lucas, Dream In Colour: The Art of Stylorouge, in Creative Review, 10 gennaio 2012.
  10. ^ (EN) George Michael – The History, su georgemichael.com. URL consultato il 24 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 7 settembre 2013).
  11. ^ (EN) Andrew Ridgeley – Son of Albert, su Discogs. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  12. ^ (EN) Andrew Ridgeley, su The Official Charts Company. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  13. ^ (EN) Andrew Ridgeley – The Hot 100, su Billboard.com. URL consultato il 5 aprile 2020.
  14. ^ (EN) Andrew Ridgeley – Billboard 200, su Billboard.com. URL consultato il 5 aprile 2020.
  15. ^ (EN) Tours Menu, su tours.yogsbackyard.co.uk. URL consultato il 24 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2012).
  16. ^ a b (EN) Wham! reunion rumours quashed by George Michael, su itv.com, ITV, 20 giugno 2012. URL consultato il 24 dicembre 2012.
  17. ^ (EN) George Michael steps back into spotlight, in BBC News, 6 dicembre 2005. URL consultato il 24 dicembre 2012.
  18. ^ (EN) BBC One – Fantasy Football League, Series 1, Episode 6, in BBC, 19 febbraio 1994. URL consultato il 24 dicembre 2012.
  19. ^ (EN) Andrew Ridgeley [ajridgeley], Heartbroken at the loss of my beloved friend Yog. Me, his loved ones, his friends, the world of music, the world at… (Tweet), su Twitter, 26 dicembre 2016.
  20. ^ (ES) Arturo Blay, George Michael, in Idoles de la pop numéro 8, Valenza (Spagna), La Máscara, 1998, pp. 8 e 48.
  21. ^ (EN) Andrew Ridgeley, su Historic Racing.com. URL consultato il 5 aprile 2020.
  22. ^ (EN) Andrew Ridgeley, su Driver Database.com. URL consultato il 15 febbraio 2017.
  23. ^ (FR) Sarah Dahan, Que sont-ils devenus : Andrew Ridgeley (l'autre mec de Wham), su Les Inrocks.com, 4 maggio 2014. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  24. ^ (EN) How We Met: Pepsi and Shirlie, su independent.co.uk. URL consultato il 23 febbraio 2017.
  25. ^ (EN) Shirlie Kemp Interview, su originalmartinkemp.com. URL consultato il 15 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2009).
  26. ^ (EN) Andrew Hart, Understanding the Media: A Practical Guide, Routledge, 1991, p. 187. URL consultato il 24 dicembre 2012. Ospitato su Internet Archive.
    «ridgeley nose.»
  27. ^ a b c (EN) Todd Gold, Double Wham!my: George Michael & Andrew Ridgeley Are Making It Big, in People, 23 settembre 1985.
  28. ^ (EN) Wham!'s Andrew Ridgeley and girlfriend Keren Woodward secretly split after 25 years – then reconciled hellomagazie.com, su us.hellomagazine.com. URL consultato il 27 dicembre 2016.
  29. ^ (EN) Andrew Ridgeley and Keren Woodward have split up, in RTÉ, 5 novembre 2017. URL consultato il 24 dicembre 2017.
  30. ^ (EN) Wham! star Andrew Ridgeley is back together with ex Keren Woodward two years after split, su Smooth. URL consultato il 23 marzo 2020.
  31. ^ (EN) LE COL PARTNER WITH DALLAGLIO CYCLE SLAM 2018 lecol.cc, su lecol.cc. URL consultato il 20 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 21 dicembre 2018).
  32. ^ (EN) In Book, Andrew Ridgeley Pays Tribute To George Michael And A More Innocent Pop Era, su NPR.org.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN32190746 · ISNI (EN0000 0000 6301 9156 · Europeana agent/base/67150 · LCCN (ENn85353735 · GND (DE134675673 · BNE (ESXX1086491 (data) · BNF (FRcb13964619d (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n85353735