Andrea Lodovichetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Andrea Lodovichetti

Andrea Lodovichetti (Fano, 28 settembre 1976) è un regista e sceneggiatore italiano. Vincitore di un Globo d'oro ed altri premi italiani ed internazionali, è diplomato in regia al Centro sperimentale di cinematografia e ha lavorato come assistente alla regia di Paolo Sorrentino per i film L'amico di famiglia e Il divo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Fano, non ancora maggiorenne lavora come disc jockey in varie discoteche ed emittenti radiofoniche della provincia, dedicandosi successivamente per qualche stagione all'animazione in alcuni villaggi turistici. Dopo il liceo classico si iscrive al Dams di Bologna e parallelamente frequenta il corso biennale di teatro presso il Teatro del Navile. Supera dunque le selezioni ed entra al Centro sperimentale di cinematografia di Roma, presso cui si diploma in regia nel 2006[1][2].

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo alcuni esperimenti audiovisivi realizzati in giovanissima età, esordisce ufficialmente nel 2002 con il cortometraggio Director's cut – segmenti di una notte, cui segue Untitled – Storie senza nome[3] con il quale ottiene visibilità a livello nazionale anche grazie ad alcuni importanti riconoscimenti, primo tra i quali il premio speciale della giuria per il miglior linguaggio audiovisivo nell'uso di tecnologie per il cinema digitale al concorso Autogrill al Cinema, organizzato da Autogrill e Cinecittà Holding[4]. La premiazione ha luogo il 12 luglio 2003 durante il Festival dei Due Mondi di Spoleto.

Nello stesso anno scrive e dirige L'amore. Quasi. (Oppure no), commedia grottesca interpretata dall'attrice comica Alessandra Faiella.

Nei primi due anni di corso presso il Centro sperimentale di cinematografia realizza alcuni cortometraggi girati in pellicola 35mm: Fragile (2005)[5] interpretato da Luigi Diberti e Il Diavolo (2006)[6], liberamente ispirato all'omonimo racconto di Guy de Maupassant ed interpretato da Angela Goodwin e Pietro Bontempo. Il cortometraggio è stato premiato e proiettato in vari festival, tra i quali il Festival del cinema di Salerno (2007)[7].

Nel 2007, la studiosa francese Noëlle Benhamou dedica una sezione di un suo saggio a questo cortometraggio ed al suo autore, intitolandolo “Il diavolo (2005) d'Andrea Lodovichetti: du conte noir à la fable métaphysique“[8].

Sotto il mio giardino[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007, come saggio di diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia, realizza il cortometraggio Sotto il mio giardino[9], tratto da un racconto di Roberto Santini. Questo lavoro ottiene grande successo ed è selezionato e premiato in vari festivals in tutto il mondo. Oltre al Globo d'oro, vinto nella categoria miglior cortometraggio nel 2009[10], la pellicola conquista anche il premio principale del Babelgum Online Film Festival (2008) denominato “looking for a genius award”, consegnato a Cannes dal regista afroamericano Spike Lee, presidente di giuria della competizione[11]. In tre anni, è insignito di circa trenta premi in rassegne e festival di Cinema, tra i quali il Beijing Student Film Festival (2008)[12], il Rhode Island International Film Festival[13], il Fike International Film Festival (2009)[14], il Giffoni film festival (2008)[15], il Buffalo Niagara Film Festival (2010)[16], il Berkeley Video and Film Festival (2009)[17], il Fort Collins TriMedia Festival (2009)[18], il Garden State Film Festival (2009)[19], il Seattle True Independent Film Festival (2009)[20], il Golden Knight Malta International Film Festival 2009[21].

Numerose anche le selezioni ufficiali, tra le quali: Festival di Tangeri 2008 (Marocco)[22], Sleepwalkers Film Fest 2008 (Estonia)[23], Valley Film Festival 2009 (USA)[24], Olympia Film Fest 2009 (Grecia)[25], In The Palace 2009 (Bulgaria)[26], MediaWave Festival 2009 (Ungheria)[27], Las Palmas Film Fest 2009 (Isole Canarie)[28], Mar De Plata Film Festival 2009 (Argentina)[29], San Joaquin Society 2009 (USA)[30], il Las Vegas International Film Festival 2009 (USA)[31], il Radical Frame Film Fest 2010 (Germania)[32], Detroit Independent Film Festival 2011 (USA)[33].

Tra gli interpreti, Massimiliano Amato e Katia Nani. Le musiche sono composte e registrate da pianista Mario Mariani che con questo lavoro, a sua volta, ottiene premi e menzioni, tra i quali il premio per la miglior colonna sonora originale alla quinta edizione del Novara Cine Festival[34].

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012 produce e dirige il documentario In viaggio per un sorriso – Tour Spagna 2012[35] il cui ricavato dalla vendita dei DVD è devoluto ai reparti di pediatria e neuropsichiatria infantile dell'Ospedale Santa Croce di Fano.

Nel 2014 produce e dirige il documentario Missione Ruanda, sull'attività della Onlus Sports Around The World[36] in terra africana. Il lavoro viene premiato durante Sport Movies & Tv - Milano International FICTS Fest[37] e all'Overtime Film Festival (2015)[38].

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 viene inserito, come uno dei 90 talenti dell'anno nell'ambito della creatività, all'interno dell'annuario Youngblood[39].

Nel 2010 viene chiamato come testimonial al progetto IWC – Italian World Channel, un portale americano diretto a tutti coloro che amano l'Italia e l'universo italiano[40].

Nel 2013 la rivista di New York UCAN! gli dedica la copertina e un ampio articolo-intervista al suo interno[41].

Nel 2014 prende parte al documentario di Brunella Filì Emergency Exit – young italians abroad[42] dove racconta la sua esperienza a New York; stessa cosa avviene per un reportage sui giovani talenti italiani in America, realizzato da Giuseppe Carreri e Natia Film per Repubblica TV[43].

Nello stesso anno, il CEO del social network Stage32 Richard Botto gli chiede di scrivere la sua esperienza con il regista Paolo Sorrentino che aveva da poco tempo ritirato il Premio Oscar per il film La grande bellezza. Il testo è pubblicato sul social network[44] e, successivamente tradotto in italiano, dal quotidiano La voce di New York[45].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Appassionato di dialetti ed in particolare quello di Fano, sua città natale, negli anni partecipa a vari concorsi di poesia in vernacolo, ottenendo alcuni riconoscimenti[46].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi:

Documentari:

  • In viaggio per un sorriso – Tour Spagna 2012 (2012)
  • Sports around the World – Missione Ruanda (2014)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ELENCO EX ALLIEVI 1935-2015
  2. ^ Close Up – Nuovi diplomati al Centro Sperimentale di Cinematografia
  3. ^ Filmitalia – “Untitled Storie senza nome”
  4. ^ Premiati da Autogrill a Spoleto giovani talenti del cortometraggio in digitale per il Concorso Autogrill al Cinema realizzato in collaborazione con Cinecittà Holding
  5. ^ “Fragile” - Corriere.it
  6. ^ "Il Diavolo" – Corriere.it
  7. ^ MarteLive - Festival del Cinema di Salerno
  8. ^ Il diavolo (2005) d'Andrea Lodovichetti: du conte noir à la fable métaphysique
  9. ^ Filmitalia: “Sotto il mio giardino”
  10. ^ Filmitalia: tutti i vincitori del Globo d’oro 2009
  11. ^ Hollywood Reporter: italian director wins main Babelgum Award in Cannes
  12. ^ Winners: Beijing International Student Film and Video Festival 2008
  13. ^ 2008 Film Festival Award Winners Announced
  14. ^ FIKE 2009 - Évora International Short Film Festival - Winners Archiviato il 4 febbraio 2016 in Internet Archive.
  15. ^ Nonsolocinema - Tutti i vincitori del Giffoni Film Festival 2008
  16. ^ "Sotto il mio giardino" di Andrea Lodovichetti vince come Miglior cortometraggio straniero al Buffalo Niagara Film Festival Archiviato il 20 novembre 2015 in Internet Archive.
  17. ^ IMDB: Awards for Berkeley Video and Film Festival 2009
  18. ^ IMDB: Fort Collins TriMedia Festival - Winners 2009
  19. ^ Garden State Film Festival Winners 2009
  20. ^ IMDB: Seattle True Independent Film Festival Awards 2009
  21. ^ Winners: Malta International Film Festival 2009
  22. ^ Festival of Mediterranean Short Film of Tangier
  23. ^ Sleepwalkers Film Fest
  24. ^ Valley Film Fest - Selections
  25. ^ Olympia Film Fest - Selections
  26. ^ In The Palace Film Fest - Selections
  27. ^ MediaWave Festival - Selections
  28. ^ Las Palmas Film Fest - Selections Archiviato il 20 novembre 2015 in Internet Archive.
  29. ^ Mar De Plata Film Fest - Selections
  30. ^ San Joaquin Film Society - Event Archiviato il 20 novembre 2015 in Internet Archive.
  31. ^ IMDB: Winners, Las Vegas international Film Festival 2009
  32. ^ Berliner: FIlm Festival
  33. ^ Detroit Independent Film Festival
  34. ^ I vincitori della 5ª Edizione del "Novara Cine Festival"
  35. ^ Marchemovie: in viaggio per un sorriso Archiviato il 20 novembre 2015 in Internet Archive.
  36. ^ Sports Around The World - Onlus Website
  37. ^ I vincitori del FICTS 2014>
  38. ^ Overtime Film Festival: I vincitori dell’edizione 2015
  39. ^ Ilsole24ore: invisibili di successo
  40. ^ Repubblica: Italian World Channel
  41. ^ UCAN! Magazine – June 2013
  42. ^ Emergency Exit – young italians abroad
  43. ^ Cinema: Ginevra e Andrea, alla conquista del cinema, da Sorrentino a Obama
  44. ^ Stage32: working with Paolo Sorrentino – A. Lodovichetti for Stage32
  45. ^ La Voce di NY: nei tuoi sogni, non badare a spese. Memorie di lavoro e amicizia con Paolo Sorrentino
  46. ^ Lodovichetti, un premio da poeta marchigiano Archiviato il 20 novembre 2015 in Internet Archive.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]