Alma (nome)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alma è un nome proprio di persona italiano femminile[1][2][3].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Un episodio della battaglia del fiume Alma in un dipinto di Louis Johns

Questo nome è documentato, in Gran Bretagna, già dal Medioevo[2][4], ed ha una tradizione onomastica complessa, che riunisce in sé forse più origini distinte[3].

Solitamente viene ricondotto al latino almus, alma (da alo, alĕre, "nutrire"), un vocabolo che fu epiteto di varie divinità romane (come Venere, Cerere e Maia) e che aveva in origine il significato di "che nutre", "che dà vita", acquisendo poi anche il senso di "che fa del bene", "gentile"[1][2][3][4]. Non è da escludere che in Inghilterra possa anche aver rappresentato la forma latinizzata di qualche nome inglese antico, come ad esempio Ælfmæge (da ælf, "elfo", e mǣge, "donna", "fanciulla") o Æðelmæge (da æðel, "nobile", e mǣge)[4].

In Inghilterra, il nome rimase molto raro fino alla guerra di Crimea, quando cominciò ad essere usato per celebrare la battaglia dell'Alma del 1854, che vide una schiacciante vittoria dell'esercito anglo-francese[2][3][4][5]; lo scontro prende il nome dal fiume Alma, che a sua volta deriva da una parola tatara che vuol dire "mela"[1][4]. In Italia il nome raggiunse una buona diffusione ancora più tardi, tanto da non essere registrato nei repertori onomastici d'inizio Novecento; il suo uso venne promosso dal dramma di Sudermann L'onore, la cui protagonista si chiama appunto Alma, e verso gli anni 1950 era diventato piuttosto comune[1][3]. Secondo dati pubblicati negli anni 1970, il nome era attestato maggiormente al Nord e al Centro, specie in Toscana ed Emilia-Romagna[3]; ne è documentata anche la forma maschile Almo, il cui uso comunque è sempre stato episodico[1].

Il nome, che è in uso anche in spagnolo, catalano e olandese[2][5], coincide tra l'altro con il termine spagnolo e portoghese alma, che indica l'anima[2].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

Il nome è adespota, cioè non è portato da alcuna santa[1]; l'onomastico può essere festeggiato il 1º novembre per la festa di Ognissanti.

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Tagliavini, pp. 321-322.
  2. ^ a b c d e f (EN) Alma, su Behind the Name. URL consultato il 14 marzo 2021.
  3. ^ a b c d e f g h i De Felice, pp. 38-39.
  4. ^ a b c d e Sheard, p. 48.
  5. ^ a b Albaigès i Olivart, p. 33.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi