Final Fantasy Tactics

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Final Fantasy Tactics
videogioco
Final Fantasy Tactis Logo.jpg
Logo di Final Fantasy Tactics
Titolo originale ファイナルファンタジータクティクス
Piattaforma PlayStation
Data di pubblicazione PlayStation
Giappone 20 giugno 1997
Stati Uniti 28 gennaio 1998
PlayStation Network
Giappone 13 maggio 2009
Stati Uniti 17 settembre 2009
Genere Videogioco di ruolo alla giapponese, strategia a turni
Tema Fantasy
Sviluppo Square
Pubblicazione Square (Giappone), Sony Computer Entertainment (USA)
Ideazione Hironobu Sakaguchi
Serie Final Fantasy
Modalità di gioco Giocatore singolo
Periferiche di input Gamepad
Supporto 1 CD-ROM, download
Distribuzione digitale PlayStation Network
Fascia di età ESRB: T

Final Fantasy Tactics (ファイナルファンタジータクティクス Fainaru Fantajī Takutikusu?) è un videogioco di ruolo strategico creato da Square per Sony PlayStation, distribuito in Giappone da Square il 20 giugno 1997 e nel Nordamerica da Sony Computer Entertainment il 28 gennaio 1998.

Ha elementi tematici tipici di Final Fantasy, ma con un motore di gioco e un gameplay diverso dai suoi predecessori. Final Fantasy Tactics è la risposta di Square al successo delle serie Ogre Battle/Tactics Ogre della Quest Corporation (poi confluita in Square) e ha elementi in comune con quest'ultima. In parte questo è dovuto[senza fonte] alla presenza di membri dello staff Quest nella creazione del gioco, incluso il game director Yasumi Matsuno, il disegnatore Akihiko Yoshida, il direttore artistico Hiroshi Minagawa e il compositore Hitoshi Sakimoto, tutti hanno lasciato la Quest per lavorare in Square.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista di Final Fantasy Tactics è Ramza Beoulve, inizialmente un membro dell'Hokuten (Northern Sky Knights). Diserta dopo che la sorella di Delita Hyral, il suo migliore amico, viene uccisa. Durante una missione per proteggere la Principessa Ovelia, Ramza scopre che la Chiesa di Murond Glabados non è quello che sembra, e che 12 Pietre Zodiacali, che secondo la leggenda sono sacre, in realtà permettono ai demoni Lucavi di invadere Ivalice. I demoni hanno in mente di far risorgere il loro capo, Altima. Ramza decide di fermarli: considerato un eretico dall Chiesa Glabados, braccato da personaggi del suo passato, disertore dell'Hokuten e della sua famiglia, Ramza ha un lungo cammino da percorrere. Intanto scoppia una guerra fra Hokuten e Nanten (Southern Sky Knights), che aiuta i demoni Lucavi nel loro proposito.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

In contrasto con l'era dei 32 bit e rispetto agli altri Final Fantasy, Final Fantasy Tactics usa una grafica 3D, isometrica, con terreno di gioco ruotabile.

Nel gioco ogni personaggio ha un "job" o mestiere che ne determina le abilità in battaglia.

Il gioco non è stato pubblicato ufficialmente in italiano, ma è stato tradotto amatorialmente.

Il Charge/Cast Time è un sistema introdotto a causa dei limiti della prima Playstation, che doveva caricare gli effetti grafici.[1]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Final Fantasy Tactics.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Project Update #14: Unsung Story: Tale of the Guardians by Playdek

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]