Alba Flores

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alba González Villa Flores (Madrid, 27 ottobre 1986) è un'attrice spagnola.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alba Flores è l'unica figlia del musicista e compositore Antonio Flores e Ana Villa, una produttrice teatrale. Quindi è la nipote di Lola Flores, nipote dei cantanti Lolita Flores e Rosario Flores, cugina dell'attrice Elena Furiase.

Alba ha studiato interpretazione drammatica dall'età di tredici anni, con una formazione secondaria in pianoforte. Nella sua breve carriera sul palco, si è esibita in diversi ruoli, il più importante di questi Luna de miel en Hiroshima (Honeymoon in Hiroshima) (2005) e la versione gitana di Sogno di una notte di mezza estate.

Nel 2005, Alba ha fatto il suo debutto cinematografico con El Calentito di Chus Gutiérrez, con Verónica Sánchez, Ruth Díaz, Macarena Gómez, Estíbaliz Gabilondo e Lluvia Rojo tra gli altri artisti.

In televisione, ha partecipato per la prima volta a un episodio della serie El Comisario nel 2006. Nel 2008, ha ottenuto un ruolo nella serie di Antena 3 El síndrome de Ulises, e si è esibita nella produzione musicale di Enamorados anónimos.

A partire dal 2013, è stata scelta per interpretare il ruolo della protagonista marocchina Jamila nella serie di Antena 3 Il tempo del coraggio e dell'amore, ambientata in Spagna e nei protettorati del nord del Marocco, in seguito alla guerra civile spagnola. Questa è stata seguita da un'apparizione nella serie di TVE Cuéntame cómo pasó come testimone importante in un complotto riguardante la polizia corrotta.

Nel 2015 è entrata a far parte della serie Vis a vis - Il prezzo del riscatto, dove interpreta Saray Vargas, una ragazza rom che deve affrontare una condanna a cinque anni di carcere per omicidio.

Dal 2017 è entrata nel cast principale de La casa di carta, una delle serie più acclamate degli ultimi anni in cui interpreta la criminale Nairobi.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN310538072 · GND (DE107734757X · WorldCat Identities (EN310538072