Aglianico del Vulture Superiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aglianico del Vulture Superiore
Dettagli
StatoItalia Italia
RegioneBasilicata
Resa (uva/ettaro)8,0 t
Resa massima dell'uva65%
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
13,0%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
13,5%
Estratto secco
netto minimo
26,0 g/l
Riconoscimento
TipoDOCG
Istituito con
decreto del
30/11/11  
Gazzetta Ufficiale delnº 295 del 20 dicembre 2011
Vitigni con cui è consentito produrlo
MiPAAF - Disciplinari di produzione vini[1]

Aglianico del Vulture Superiore è un vino a DOCG[1] prodotto nei comuni di Rionero in Vulture, Barile, Rapolla, Ripacandida, Ginestra, Maschito, Forenza, Acerenza, Melfi, Atella, Venosa, Lavello, Palazzo San Gervasio, Banzi, Genzano di Lucania, in provincia di Potenza

Vitigni con cui è consentito produrlo[modifica | modifica wikitesto]

Tecniche di produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sono idonei solo i vigneti situati a un'altitudine tra i 200 e i 700 metri s.l.m. iscritti in apposito Albo
Per i nuovi impianti e i reimpianti la densità non può essere inferiore a 3 350 ceppi/ha.
Le forme di allevamento consentite sono a spalliera ed alberello.
È vietata ogni pratica di forzatura ed anche l'irrigazione di soccorso.
Tutte le operazioni di vinificazione debbono essere effettuate nella zona DOC, ma sono ammesse eccezioni per i comuni limitrofi.
Richiede un invecchiamento di almeno tre anni a decorrere dal 1º novembre dell'anno di produzione delle uve di cui almeno 12 mesi in contenitori di legno e 12 mesi in bottiglia.[1]

Caratteristiche organolettiche[modifica | modifica wikitesto]

  • colore: rosso rubino intenso tendente al granato;
  • odore: tipico, gradevole ed intenso;
  • sapore: secco, giustamente tannico, sapido, persistente, equilibrato con l'invecchiamento;
  • acidità totale minima: 4,5 g/l[1]

Informazioni sulla zona geografica[modifica | modifica wikitesto]

Vedi: Aglianico del Vulture Superiore DOCG

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Vedi: Aglianico del Vulture Superiore DOCG

Precedentemente all'attuale disciplinare la DOCG era stata riconosciuta DOC con DPR 18.02.1971. Successivamente, il riconoscimento DOCG con DM 02.08.2010 (G.U. 188 - 13.08.2010) ed ulteriore, per ora ultima, modifica con DM 30.11.2011 (Pubblicato sul sito ufficiale del Mipaaf Sezione Qualità e Sicurezza - Vini DOP e IGP)

Abbinamenti consigliati[modifica | modifica wikitesto]

L'Aglianico del Vulture superiore si abbina con le carni arrostite e grigliate, l'abbacchio al forno e i formaggi locali.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Provincia, stagione, volume in ettolitri

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d [1] Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali - Disciplinari di produzione vini

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Aglianico