Adriano Tedoldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Adriano Tedoldi
Adriano Tedoldi - Brescia - Serie B 1975-76.jpg
Tedoldi al Brescia nel 1975
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1980
Carriera
Squadre di club1
1971-1972 Brescia 20 (4)
1972-1973 Verbania 16 (1)
1973-1975 Bolzano 64 (17)
1975-1976 Brescia 37 (8)
1976-1977 Benevento 27 (10)
1977-1978 Mantova 34 (8)
1978-1980 Rimini 25 (2)
1980-1981 Romanese ? (?)
1982-1983 Lecco ? (1+)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Adriano Tedoldi (Nuvolento, 27 maggio 1952Paitone, 24 giugno 2018[1]) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Era soprannominato Fedayyin per la folta chioma nera e i baffoni.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili del Brescia, ha fatto il suo esordio in prima squadra in Serie B il 26 settembre 1971, in occasione di una trasferta persa di misura sul campo della Lazio (0-1).[2]

Viene quindi dato in prestito in Serie C, dapprima per un anno al Verbania e poi per due stagioni al Bolzano.

Rientra a Brescia nell'estate 1975, totalizzando 33 presenze e 8 reti nel successivo campionato di Serie B. In totale con la squadra lombarda disputa 57 partite di campionato e realizza 12 reti.

La stagione successiva riparte dal Brescia giocando quattro partite, poi nell'ottobre 1976 viene ceduto in Serie C al Benevento.

Gli ultimi anni della carriera lo vedono prima al Mantova, ancora in terza serie, poi al Rimini tra i cadetti, e infine al Lecco dove chiude la carriera.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marco Bencivenga, Ciro Corradini e Carlo Fontanelli, Tutto il Brescia 1911-2007 - Tremila volte in campo, Empoli, GEO Edizioni, 2007, pp. 270-293.