Acciaio (film 2012)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acciaio
Titolo originale Acciaio
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 2012
Durata 95 min
Genere drammatico
Regia Stefano Mordini
Soggetto Silvia Avallone
Sceneggiatura Giulia Calenda, Stefano Mordini, Silvia Avallone
Produttore Carlo Degli Esposti
Produttore esecutivo Patrizia Massa
Casa di produzione Palomar, Rai Cinema, Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale Cinema
Distribuzione (Italia) Bolero Film
Fotografia Marco Onorato
Montaggio Jacopo Quadri, Marco Spoletini
Musiche Andrea Mariano
Interpreti e personaggi

Acciaio è un film del 2012 diretto da Stefano Mordini con protagonisti Michele Riondino, Vittoria Puccini, Matilde Giannini e Anna Bellezza.

Il film, basato sull'omonimo romanzo di Silvia Avallone, è stato presentato alla 69ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia ed è stato distribuito nelle sale italiane il 15 novembre 2012.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Due ragazze quattordicenni vivono in un quartiere di Piombino, fatto di case popolari i cui abitanti sono quasi tutti operai delle acciaierie che funzionano a ciclo continuo. Di qua l'acciaieria che lavora ventiquattro ore al giorno e non si ferma mai. Di là, l'isola d'Elba, un paradiso a portata di mano eppure irraggiungibile. In mezzo, né di qua né di là, Anna e Francesca, piccole ma già grandi, un'amicizia potente ed esclusiva quanto l'amore. Lo stesso amore che tiene in piedi Alessio, il fratello di Anna, operaio fino al midollo che si ostina a pensare all'unica ragazza che non può avere, il sogno della sua vita, Elena. Ed un giorno l'amore arriva, potente ed inaspettato per tutti e la vita prende un'accelerata improvvisa, finché si incrina, sanguina, si spezza.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Acciaio sul sito Filmup

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema