1943: The Battle of Midway

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
1943: The Battle of Midway
videogioco
1943.png
Schermata arcade
Titolo originale1943 ミッドウェイ海戦
PiattaformaArcade, Amiga, Amstrad CPC, Atari ST, Commodore 64, Nintendo Entertainment System, ZX Spectrum
Data di pubblicazioneArcade: Mondo/non specificato giugno 1987
Conversioni: 1988
GenereSparatutto a scorrimento
TemaSeconda guerra mondiale
SviluppoCapcom
PubblicazioneCapcom, Go!
IdeazioneNoritaka Funamizu, Dechikun
Serie194X
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore (2 coop.)
Periferiche di inputJoystick, tastiera
SupportoCassetta, dischetto, cartuccia (NES)
Preceduto da1942
Seguito da1943 Kai: Midway Kaisen
Specifiche arcade
CPUZ80 a 6 Mhz
Processore audioZ80 a 3 Mhz
SchermoVerticale
Risoluzione256 x 224
Periferica di inputJoystick 8 dir., 2 pulsanti

1943: The Battle of Midway (1943 ミッドウェイ海戦 1943: Midway Kaisen?) è uno sparatutto a scorrimento verticale sviluppato nel 1987 da Capcom, seguito di 1942. Nel 1988 uscirono anche conversioni per numerosi home computer, edite da Go!, un'etichetta di U.S. Gold. Capcom lo pubblicò anche per NES; la versione per Famicom (NES in Giappone) ha il titolo cambiato in 1943: The Battle of Valhalla. Compare inoltre in diverse raccolte per macchine più moderne come Capcom Classics Collection.

Non va confuso con il suo seguito 1943 Kai: Midway Kaisen, che più che un seguito è una versione aggiornata,[1] o con 1943: One Year After per Commodore 64, un seguito non ufficiale di 1942[2] di scarsa qualità[3].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco è ambientato nell'Oceano Pacifico durante la seconda guerra mondiale. Gli eventi descritti rievocano la battaglia delle Midway combattuta nel 1942 nei pressi dell'Atollo di Midway. Nell'ultima delle sedici missioni il nemico da distruggere è la corazzata Yamato.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Come in 1942 il giocatore controlla l'aereo "Super Ace", un P-38 Lightning. Questa volta è disponibile anche la modalità a due giocatori in cooperazione simultanea, modalità tuttavia non presente nelle conversioni NES, Amiga e Atari ST. I controlli non sono differenti dal titolo precedente, in quanto è anche qui contemplata la possibilità di effettuare il looping. Sono presenti numerosi power-up, il cui tipo può essere cambiato se gli si spara prima di raccoglierli. Sono stati introdotti i punti ferita, ma c'è una vita soltanto, con una barra d'energia che torna piena a ogni livello completato (in alcune conversioni invece manca il looping e ci sono più vite).

Il gioco si sviluppa lungo 16 livelli, 14 dei quali presentano un boss (una nave da battaglia, un bombardiere o una portaerei). I livelli in cui alla fine si combatte contro una portaerei o contro una corazzata sono divisi in due parti: una ad alta quota in cui ci si avvicina all'obiettivo e una a bassa quota che comprende l'attacco al boss. In alcune versioni arcade non è possibile continuare il gioco nell'ultimo livello con un nuovo credito se si perde l'unica vita a disposizione.

Nella versione per NES, che presenta invece 24 livelli, all'inizio del gioco è possibile configurare le statistiche del velivolo.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Musiche ed effetti sonori della versione arcade si devono a Yoshihiro Sakaguchi e in minor misura a Junko Tamiya, Manami Matsumae, Harumi Fujita.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hardcore Gaming 101.
  2. ^ Roberto Nicoletti, 1943: One Year After, su Ready64.it.
  3. ^ '43 One Year After (JPG), in Commodore Gazette, anno 2, nº 1, Milano, IHT, gennaio 1987, p. 19, OCLC 955306596.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]