Želju Želev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Želju Želev
Zhelev-1990.jpg

Bulgaria Presidente della Repubblica di Bulgaria
Durata mandato 1º agosto 1990 –
22 gennaio 1997
Vice presidente Atanas Semerdzhiev
Blaga Dimitrova
Capo del governo Andrey Lukanov
Dimităr Popov
Philip Dimitrov
Lyuben Berov
Reneta Indzhova (ad interim)
Zhan Videnov
Predecessore Nikolai Todorov (ad interim)
Successore Petar Stoyanov

Presidente dell'Unione delle Forze Democratiche
Durata mandato 1989 –
1990
Predecessore -
Successore Petar Beron

Dati generali
Partito politico Unione delle Forze Democratiche
Titolo di studio doktor nauk in filosofia
Università Università di Sofia
Professione Filosofo
Firma Firma di Želju Želev

Želju Mitev Želev, in bulgaro Желю Митев Желев (Veselinovo, 3 marzo 1935Sofia, 30 gennaio 2015[1]), è stato un politico bulgaro, ex-dissidente, presidente della Bulgaria dal 1990 al 1997.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Želev è nato nel villaggio di Veselinovo. Si è laureato in filosofia all'Università di Sofia "San Clemente di Ocrida" nel 1958 ed in seguito intraprese il dottorato in filosofia nel 1974. Fu membro del Partito Comunista Bulgaro, ma venne espulso per ragioni politiche nel 1965 e quindi imprigionato l'anno seguente. Dovette quindi passare sei anni in stato di disoccupazione.

Nel 1988 fondò il Comitato di Ruse, ed un anno più tardi divenne membro fondatore e presidente dell'"Associazione per il Supporto della Glasnost e la Ristrutturazione", che lo spinse fino alla posizione di Presidente del Consiglio di Coordinazione dell'Unione delle Forze Democratiche. Venne eletto al parlamento nella settima Grande Assemblea Nazionale, che lo elesse quindi Presidente della Repubblica di Bulgaria il 1º agosto 1990. Nel gennaio 1992 divenne quindi il primo presidente bulgaro democraticamente eletto e ricoprì interamente il suo mandato quinquennale fino al gennaio 1997, quando gli subentrò il collega di partito Petăr Stojanov, che lo aveva sconfitto nelle primarie per la candidatura l'anno prima vincendo poi le elezioni presidenziali.

Dopo la fine della presidenza nel 1997 Želev rimase in politica, ma su scala notevolmente minore. Divenne presidente onorario dell'Unione dei Democratici Liberi e fondò e presiedette una fondazione con il suo proprio nome. Želev fu iniziatore e presidente del Club Politico Balcanico, un'unione degli ex leader politici dell'Europa sud-orientale.

Želev ha scritto vari libri e pubblicazioni, il più noto una controversa opera del 1982 Fašizmăt ("Фашизмът", "Il fascismo").[2]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze bulgare[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Stara Planina - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Stara Planina

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Ordine dell'8 settembre (Macedonia) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine dell'8 settembre (Macedonia)
Gran Croce dell'Ordine al merito della Repubblica di Polonia (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine al merito della Repubblica di Polonia (Polonia)
— 1994
Gran Collare dell'Ordine della Libertà (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Collare dell'Ordine della Libertà (Portogallo)
— 13 settembre 1994

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Zhelyu Zhelev, Bulgarian Post-Communist Leader, Dies at 79, su bloomberg.com. URL consultato il 30 gennaio 2015.
  2. ^ Vera Petrova, Libri. E libertà. Intervista allo storico bulgaro Jeliu Jelev, presidente dell'Unione delle forze democratiche, in L'Unità, 31 gennaio 1990, pag. 23[collegamento interrotto].

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente della Bulgaria Successore Standard of the President of Bulgaria.svg
Petăr Mladenov 1º agosto 1990 - 22 gennaio 1997 Petăr Stojanov
Controllo di autoritàVIAF (EN64420175 · ISNI (EN0000 0001 0909 6959 · LCCN (ENn79113654 · GND (DE119073110 · BNF (FRcb12387986b (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n79113654
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie