Zui Baxianquan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Lo Zui baxian quan (醉八仙拳, Pugilato degli Otto Immortali ubriachi) è uno stile di arti marziali cinesi che viene classificato come stile imitativo (Xiangxingquan 象形拳), in quanto imita le movenze di una persona ubriaca.

È anche chiamato "Zuijiuquan" 醉酒拳 o più semplicemente abbreviato in "Zuiquan" 醉拳.

La sua creazione è attribuita a Li Bai 李白, uno dei massimi poeti dell’epoca della dinastia Tang. Costituisce per chi lo pratica un impegno fisico notevole, infatti si compone di perdite di equilibrio volontarie, cadute e salti acrobatici, interruzioni e modificazioni continue del ritmo e cambiamenti repentini di direzione. Lo stile potrebbe essersi ispirato ad una danza dell'ubriachezza (Zui Wu 醉舞) che secondo il Jinbi shilei (今壁事类), nel dodicesimo rotolo, era conosciuta fin dall'antichità. Lo Zui baxian quan è segnalato per la prima volta nel Quanjing quanfa beiyao 拳经拳法备要, opera redatta tra l'epoca della dinastia Ming e l'epoca della dinastia Qing. Gli Otto Immortali (Baxian 八仙) a cui si riferisce questo stile sono: Lu Dongbin; Tieguai Li; Han Zhongli; Zhang Guolao; Han Xiangzi; Lan Caihe; Cao Guojiu; He Xiangu. A ognuno di essi è dedicato un insieme di movimenti fondamentali dello stile. Il Taolu più conosciuto di questo stile è stato tramandato dal famosissimo maestro Cai Longyun.

Zuiliutang[modifica | modifica sorgente]

Nello stile Yingzhaoquan viene praticata una forma imitativa dell'ubriaco detta Sei Cadute dell’Ubriaco (old?trad., 醉六躺sempl., zuìliùtǎng?pinyin, tsui liu t’ang?Wade-Giles, letteralmente " 醉六躺?") (in cantonese Jui lau tong).

Zui Baxianquan nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Il nome Zui Baxianquan proverrebbe dal racconto Baxian chuwai dong youji chuan (八仙出外东游记传, Storia degli Otto Immortali che viaggiano ad oriente)[1] in cui gli Otto Immortali durante un banchetto vengono ubriacati per poterli sopraffare facilmente. Questo racconto è anche conosciuto come Dong You Ji (东游记, viaggio ad oriente)[2].

  • Zui Baxian 醉八仙, è il titolo di un libretto illustrato della serie Zhongguo Wushu Lianhuanhua 中国武术连环画, pubblicato nel 1984 dalla Lingnan Mei Shu Chubanshe.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Li Jianxin 李建新, Shaolin shiyong fangshen zuiquan 少林实用防身醉拳, Beijing Tiyu Xueyuan Chubanshe, 1991, ISBN 7-81003-352-2, pag.3
  2. ^ Il racconto è leggibile in cinese in [1]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Li Jianxin 李建新, Shaolin shiyong fangshen zuiquan 少林实用防身醉拳, Beijing Tiyu Xueyuan Chubanshe , 1991, ISBN 7-81003-352-2
  • Carmona José, De Shaolin à Wudang, les arts martiaux chinois, Gui Trenadiel editeur . ISBN 2-84445-085-7
  • Habersetzer R., Tao du kung-fu, Editions Amphora S.A., 1989, ISBN 2-85180-187-2
  • Cai Longyun e Shao Shankang, Zuijiuquan (A Drunkard's Boxing) , Haifeng chubanshe, 1982 ISBN 962-238-003-4
  • Zhang Xiqin 张锡钦, Zuibaxian quanpu 醉八仙拳谱, 1984
  • Zheng Qin 郑勤 , Tian Yunqing 田云清 e altri, Shen qi de wushu 神奇的武术, Guangxi renmin chubanshe, Nanning, 2003, ISBN 7-219-01949-1
  • Chang Dsu Yao, Roberto Fassi. L'enciclopedia del Kung Fu Shaolin, Volume 1°. Roma, Edizioni Mediterranee, 1986. ISBN 8827200169
  • Chang Dsu Yao, Roberto Fassi. Il Kung Fu, le tecniche fisiche e mentali per l'autodifesa. Milano, De Vecchi Editore, 1990. ISBN 8841280336

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]