Yu-Gi-Oh! (gioco di carte)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

1leftarrow.pngVoce principale: Yu-Gi-Oh!.

Yu-Gi-Oh! Trading Card Game
Yu-Gi-Oh! logo.jpg

Il logo di Yu-Gi-Oh!

Nome originale Yu-Gi-Oh! Official Card Game
Tipo gioco di carte collezionabile
Luogo origine Giappone
Autore Kazuki Takahashi
Editore Konami
1ª edizione 1999 (OCG)
Altre edizioni 2002 (TCG)
Regole
N° giocatori 2+
Squadre Solo nei duelli a coppie
Azzardo No
Mazzo Da 1 a 3 mazzi rispettivamente da 40-60, 0-15 e 0-15 carte
Requisiti
Età 6+
Preparativi 2 minuti
Durata (Duello) 5-10 minuti; (Match) 10-25 minuti;
Aleatorietà media

Il Gioco di carte di Yu-Gi-Oh! (anche noto come Yu-Gi-Oh! Trading Card Game, Yu-Gi-Oh! TCG o Yu-Gi-Oh! GCC) è un gioco di carte collezionabili reale derivato da un analogo gioco immaginario che appare nel manga e anime Yu-Gi-Oh! (nel fumetto il gioco è chiamato "Magic & Wizards", nel cartone animato si chiama invece "Duel Monsters").

Il gioco è pubblicato in Giappone dalla Konami e distribuito in Italia da Halifax/Digital Bros a partire dal 2002[senza fonte]; complessivamente è stato pubblicato in più di 40 nazioni, e tradotto in inglese, francese, spagnolo, italiano, tedesco, olandese, portoghese, cinese, arabo, russo, ceco, svedese, norvegese, finlandese, danese, serbo, croato, greco, turco, ungherese, romeno, hindi, thailandese e coreano[senza fonte]. Nel 2009, la Konami ha annunciato che il totale delle vendite di carte aveva superato i 22,5 miliardi, il che ha permesso al gioco di entrare nel Guinness World Record come gioco di carte collezionabili con più carte vendute al mondo[1].

Regole del gioco[modifica | modifica sorgente]

Come in tutti i giochi di carte collezionabili, anche in Yu-Gi-Oh! i giocatori devono munirsi di un proprio mazzo di carte personale (indicato con il termine inglese Deck). Vi sono regole precise riguardo alle carte che possono essere incluse nel mazzo (vedi sotto).

Il regolamento basilare del gioco (riproposto qui di seguito in forma di sommario) è codificato in un apposito libretto delle regole, che è sempre incluso nei Mazzi tematici (e aggiornato con il tempo). Il regolamento più avanzato (risoluzione di meccaniche di gioco particolari, concetti più formali sulla struttura del gioco, ruling, ecc.) è di solito (e anche in questa sede) introdotto in minima parte. Chi padroneggia queste nozioni più avanzate può conseguire un esame di Judge, e conseguentemente arbitrare in incontri ufficiali.

Si tenga presente, come meta-regola generale, che quando l'effetto di una carta contraddice il regolamento, permettendo azioni "speciali", è l'effetto della carta a prevalere[2].

Terreno di gioco[modifica | modifica sorgente]

Ogni giocatore dispone di una griglia di 7x2 caselle, più due speciali a partire dal mazzo Space-Time Showdown, dove giocare le proprie carte, chiamata Terreno.

  • Nella casella in alto a sinistra si giocano le carte Magia Terreno (vedi oltre);
  • La zona in basso a sinistra è deputata a contenere l'Extra Deck (vedi oltre);
  • Nella zona in basso a destra va messo il proprio Main Deck (coperto);
  • In alto a destra va posizionata la propria pila degli scarti, chiamata Cimitero (Graveyard', nell'edizione inglese, nell'edizione giapponese Cemetery).
  • Delle due file 5x1 centrali del Terreno, quella superiore è riservata alle carte Mostro;

N.B. Quando ogni slot della Zona Carte Mostro è occupato, non è più possibile evocare mostri; effetti che permetterebbero di farlo non possono essere attivati; effetti che lo obbligherebbero (attivandosi automaticamente) non possono sortire quella parte di effetto.

N.B. Quando è occupata tutta la Zona Carte Magia e Trappola, non è più possibile attivare né posizionare carte Magia o Trappola (eccetto carte Magia Terreno).

  • A partire dal rilascio dello starter Space-Time Showdown sono state aggiunte due nuove zone, chiamate Zone Pendulum: una zona contrassegnata dal colore blu è posta tra l'extra deck e la zona per la Carta Magia Terreno; l'altra zona, di colore rosso, è posta tra il Deck e il Cimitero. Entrambe le zone conterranno le nuove carte Mostro Pendulum.

N.B. Quando sono occupate tutte le zone Pendulum, non è possibile attivare altri mostri Pendulum.

Una carta è considerata (ai fini delle meccaniche di gioco) "sul Terreno" solo se si trova nella Zona Carte Mostro o nella Zona Carte Magia/Trappola o nella Zona Carte Terreno. Una carta che si trovi sul Terreno dalla parte di un giocatore viene considerata "controllata" da quel giocatore (anche qualora la carta sia di proprietà dell'avversario: in questo caso, si dice che il suo controllo è stato cambiato).

La Zona Carte Bandite[modifica | modifica sorgente]

Alcune carte possono "bandire" (in passato "remove from play", "banish" a partire dall'espansione Generation Force) sé stesse o altre carte; questo non equivale a "mandare/scartare al Cimitero". Tali carte, infatti, vanno poste in una zona che le differenzi da quelle sul Terreno o nel Cimitero; queste carte possono essere riprese o comunque influenzate soltanto per mezzo di altre carte (o anche sé stesse) che consentano specificamente di scegliere una carta dalla "Zona Carte Bandite". Quando un effetto richieda, ad esempio, di "mandare/scartare al Cimitero" una carta come Costo d'Attivazione, ciò non è possibile se un'altra carta in gioco sta costringendo le carte a essere "bandite" anziché "mandate/scartate al Cimitero", mentre sarebbe invece possibile attivare una carta che richieda semplicemente di "scartare" (non "al Cimitero") una carta.

Le carte che finiscono nella Zona Carte Bandite vengono messe scoperte, a meno che ciò non sia specificato nel testo della carta che le ha rimosse (come in Differente Capsula Dimensionale (DR1-IT031)).

Pubblica conoscenza[modifica | modifica sorgente]

Si parla di pubblica conoscenza a proposito delle informazioni di cui può disporre ciascun giocatore durante la partita. Sono di pubblica conoscenza:

  • Il numero di carte in mano al giocatore avversario, nonché il numero di carte nel suo Side Deck.
  • Ogni informazione (ATK, DEF, effetto, livello...) circa le carte scoperte sul Terreno.
  • La zona occupata da ogni carta sul Terreno: una volta giocata una carta, non si può (pena Warning o Game Loss) modificarne la posizione (ad esempio, spostare un mostro da uno slot a un altro) senza usare una carta apposita (come Scambio Senet (CDIP-IT048)); questa regola è stata introdotta ufficialmente dopo l'uscita dell'espansione Impatto Cyberoscuro.
  • Il Cimitero: ossia, è possibile per ciascun giocatore controllarlo in ogni momento (previa autorizzazione del possessore, e salvo una carta lo vieti esplicitamente); è però severamente vietato (ed è punibile con Game Loss) modificare l'ordine delle carte nel Cimitero.
  • La Zona Carte Bandite: ossia, il numero di carte ivi presenti e le informazioni sulle sole carte scoperte presenti in essa.
  • I Life points dell'avversario.

Ogni informazione deve essere rivelata da un giocatore ogniqualvolta l'avversario ne faccia richiesta. Tuttavia, è vietato (e penalizzabile) toccare le carte dell'avversario senza sua previa autorizzazione; si noti inoltre che è vietato dal regolamento ufficiale prendere appunti scritti circa lo stato della partita, salvo il numero di Life Points propri e dell'avversario (ad esempio, se un effetto ha permesso a un giocatore di prendere visione della mano avversaria, costui non può annotare per iscritto di quali carte egli disponga).

Il Mazzo e la mano[modifica | modifica sorgente]

Ogni giocatore è proprietario di:

  • Un Mazzo, (Main) Deck, formato almeno da 40 carte (nel rispetto della Ban List in vigore, vedi oltre) e da non più di 60 carte. Il Deck è posto coperto, e non può essere passato in rassegna in nessun momento da alcun giocatore, a meno che una carta non lo consenta o lo richieda.
  • Un Side Deck, formato da un numero di carte compreso tra 0 e 15 compresi (sempre nel rispetto della Ban List). Le carte bandite, limitate e semi-limitate tengono conto del totale di Deck, Side Deck ed Extra Deck. Il Side Deck permette di compiere sostituzioni di carte tra esso e il (Main/Extra) Deck. Queste possono avvenire:
    • esclusivamente tra un Duello disputato e il successivo, durante una pausa deputata a queste sostituzioni;
    • a patto che il totale di carte presenti rispettivamente nel Main/Extra Deck e nel Side Deck rimanga invariato (ossia, non si possono aggiungere carte al Main/Extra Deck togliendole dal Side o viceversa, ma solo scambiarle);
    • purché non sia stato chiamato il timeover durante la disputa di un Duello, e si debba giocarne un altro per elidere una situazione di parità (vedi Scopo del gioco).

N.B. Il Side Deck assume importanza soltanto tra un Duello e un altro, per le sostituzioni di carte (nel corso di un Duello, esso non ha rilevanza). In ogni caso, l'avversario non può prendere visione di esso in alcun momento, se non coperto (per accertarsi che sia composto da non più di 15 carte), ossia esso non è di pubblica conoscenza.

  • Un Extra Deck (in passato, Fusion Deck), contenente fino a 15 mostri tra Fusione, Synchro e Xyz (vedi oltre), anch'esso posto coperto (come per il Side Deck, l'avversario non può controllarlo se non coperto, per accertarsi che sia di massimo 15 carte). Carte Mostro Fusione, Synchro e Xyz, una volta giocate, possono normalmente finire al Cimitero o nella Zona Carte Rimosse. Tuttavia, qualora si trovino a dover tornare nel Deck o in mano, tornano invece nell'Extra Deck.

Durante il Duello, il giocatore avrà quasi sempre carte in mano. All'inizio del Duello, ciascun giocatore pesca 5 carte; si pesca una carta dal mazzo all'inizio di ogni proprio turno (escluso il primo turno, modifica apportata con l'inserimento delle carte pendulum). Alla fine di ogni turno, se le carte nella mano del giocatore di turno sono 7 o più, egli dovrà scartare al Cimitero carte finché ne avrà in mano 6.

Si è soliti parlare di "vantaggio carte" in riferimento a una situazione in cui il giocatore abbia più carte in mano rispetto all'avversario; il vantaggio carte, così inteso, è una situazione estremamente positiva per il giocatore, in quanto il numero di strategie adottabili nel corso del Duello aumenta drasticamente in proporzione al numero di carte di cui si dispone (per questo si parla anche di "vantaggio Terreno" in riferimento al numero di carte Mostro, Magia e Trappola controllate dal giocatore). Nella maggior parte dei mazzi competitivi si tiene conto della possibilità di sfruttare il vantaggio carte, tipicamente grazie a effetti che consentano di pescare carte o di recuperarle dal Cimitero.

Scopo del gioco[modifica | modifica sorgente]

Ogni singola partita di Yu-Gi-Oh! è detta Duello, e le persone che prendono parte al duello (i duellanti) usano le carte dei loro rispettivi Deck allo scopo di azzerare i punti vita (Life Point(s), anche in italiano) dell'avversario. Ciascun duellante inizia il Duello con 8000 Life Points, e perde il Duello nel momento in cui essi arrivano a 0 (che è il loro limite inferiore). Un giocatore perde anche qualora non sia in grado di pescare una carta dal Deck allorché richiesto (esaurimento del Deck o crash; in inglese to deck out o to mill ha il senso transitivo di far crashare l'avversario). Infine, esistono carte che permettono, con i loro effetti, di vincere il Duello automaticamente (Exodia il Proibito, Tavola del Destino, Numero 88: Burattino Arnese del Leone...).

Le partite si giocano al meglio delle tre: chi vince due Duelli su tre è il vincitore del Match. È altresì possibile che un Duello finisca pari merito (azzeramento contemporaneo dei Life Points, crash contemporaneo...), e che il Match si prolunghi, pertanto, per più di tre Duelli. Nel caso di un Duello che si prolunghi per un tempo eccessivo, l'arbitro (Judge) può decidere di chiamare il timeover: in quel caso, si disputano 3 turni extra e, alla fine dell'ultimo turno extra, si proclama vincitore il duellante provvisto di più Life Points; nel caso di ulteriore pareggio, si prosegue finché uno dei giocatori perda Life Points. A questo punto (dopo la conclusione di ogni Catena di effetti), il giocatore con più Life Points vince. Se persiste una situazione di pareggio, si dovrà disputare un ulteriore Duello (senza però utilizzare il Side Deck, perché il timeover è stato chiamato nel mezzo di un Duello in corso) della durata di 2 turni. Alla fine del secondo turno, si procederà come descritto sopra per determinare il vincitore.

Se invece il tempo scadesse tra un Duello e l'altro, viene immediatamente dichiarato vincitore colui che ha vinto più Duelli. In caso di parità, si disputerà il Duello extra di 2 turni, ma sarà stavolta possibile utilizzare il Side Deck (perché il timeover è avvenuto tra un Duello e un altro). Si determina la vittoria come sopra descritto.

Tipi di carte[modifica | modifica sorgente]

Rappresentazione grafica di alcune carte da gioco di Yu-Gi-Oh!

Esistono fondamentalmente tre tipi di carte: Mostro, Magia e Trappola; queste a loro volta si dividono in svariati sotto-generi, come descritto nei seguenti paragrafi. Si tenga presente che esistono alcune carte che riportano, nel testo del proprio effetto, errori o imprecisioni, che sono stati perlopiù corretti con l'andare delle ristampe, e sono attualmente raccolti qui (file PDF).

Carte Mostro[modifica | modifica sorgente]

La stellina che rappresenta il livello dei mostri. Lo stesso simbolo, di colore nero, indica il rango dei mostri Xyz.

Rappresentano creature di vario genere (non necessariamente mostri, visto che comprendono anche robot, esseri umani, etc) che, nella finzione del gioco, "combattono" tra loro, attaccando l'avversario e difendendo il loro "controllore". Tipicamente è possibile giocare solo una carta mostro per turno (si parla di Evocazione Normale o Posizionamento, a seconda che la si giochi scoperta in posizione di Attacco o coperta in posizione di Difesa), a meno che il testo di un'altra carta non consenta diversamente (in questo caso si parla di Evocazione Speciale). L'Evocazione Normale (o il Posizionamento) di un mostro di livello 5 o 6 richiede un tributo (ossia, è necessario mandare al Cimitero un mostro già presente sul proprio Terreno; questo mostro non è considerato "distrutto"); per evocare Normalmente (o Posizionare) un mostro di livello 7 o superiore sono invece necessari due tributi. Le carte Mostro sono caratterizzate da punteggi numerici di attacco (ATK) e difesa (DEF), che determinano l'esito delle battaglie, e da un livello rappresentato come una serie di stelle (Level Stars), per un massimo di 12. La maggior parte dei mostri sono dotati di un effetto che influisce sull'avanzamento del gioco. I mostri sono classificati principalmente in due modi: per Attributo (chiamato però Tipo - Type - nella versione giapponese), che è un parametro che identifica l'elemento legato alla creatura (LUCE [光], OSCURITÀ [闇], FUOCO [炎], VENTO [風], ACQUA [水], TERRA [地] e l'Attributo speciale DIVINO [神]); e per Tipo (chiamato però Sottotipo - Sub-Type nella versione giapponese), che può essere uno dei 21 seguenti: Acqua, Bestia, Bestia Alata, Demone, Dinosauro, Drago, Fata, Guerriero, Guerriero-Bestia, Incantatore, Insetto, Macchina, Pesce, Pianta, Psichico, Pyro, Rettile, Roccia, Serpente Marino, Tuono, Zombie, più il Tipo speciale "Divinità-Bestia".

Le carte Mostro si dividono ulteriormente in:

  • Mostro Normale (sfondo giallo), ossia che non possono far altro che attaccare o difendere (vedi sotto);
  • Mostro con Effetto (sfondo arancione): il mostro, oltre ad attaccare o stare in difesa, ha un effetto speciale, ad esempio, può diminuire i punteggi di attacco o difesa di altri mostri, danneggiare direttamente l'avversario, permettere al controllore di pescare altre carte, ecc. Gli effetti si attivano in vari modi, a seconda di quanto scritto sulla carta. In questo senso, ci sono 5 diversi tipi di effetti:
    • Effetto ad Ignizione (Ignition Effect): può essere attivato solo durante la Main Phase 1 o 2 (vedi Struttura del turno) del giocatore di turno, che attiva l'effetto semplicemente dichiarandono l'Attivazione (e pagando eventuali costi);
    • Effetto Innescato (Trigger Effect): si attiva automaticamente in particolari condizioni, ad esempio quando un mostro viene distrutto. Si suddivide in Innescato Obbligatorio e Innescato Facoltativo;
    • Effetto Scoperta (Flip Effect): si attiva automaticamente quando il mostro viene scoperto in qualsiasi modo (in Main Phase, a seguito di Evocazione per Scoperta; in Damage Step, a seguito di un attacco avversario; in un altro momento, a seguito dell'effetto di una carta). Sono caratterizzati nel testo dalla dicitura iniziale SCOPRI:.
    • Effetto Rapido (Quick Effect, in passato Effetto Multi-Innescato o Multi-Trigger Effect): è caratterizzato dalla scritta Puoi attivare questo effetto nel turno di qualsiasi giocatore (o qualcosa di simile). Inoltre, è l'unico Effetto a possedere Spell Speed 2, ossia a poter essere messo in Catena ad altri effetti (purché appropriato).
    • Effetto Continuo (Continuous Effect): si attiva quando il mostro viene evocato e rimane attivo per tutto il tempo in cui esso rimane scoperto sul Terreno, a meno che non venga annullato da qualche effetto (ad esempio, l'effetto di Risucchia Abilità).
  • Mostro Fusione (sfondo viola): sono carte particolari che non devono essere messe nel mazzo di gioco, ma in un mazzo a parte chiamato Extra Deck, dal quale non vengono pescate, ma prelevate quando servono. Nella finzione del gioco, una carta Fusione rappresenta la "combinazione" di due o più mostri fusi in una sola creatura (solitamente più forte o dotata di effetti aggiuntivi). Per giocare un mostro Fusione bisogna avere i mostri necessari in mano o in gioco, ma non è sufficiente: la Fusione avviene solo grazie all'effetto di un'altra carta: un esempio tipico è la carta magia Polimerizzazione (Polymerization[3]). Esistono anche altre carte che permettono di evocare tramite Fusione. I mostri da usare vengono generalmente detti Materiali da Fusione. Un mostro fusione può anche non avere un effetto, in quel caso ci sarà scritto il tipo del mostro e la scritta fusione. Alcuni dei mostri fusione più recenti si possono evocare anche in altri modi (ne sono un esempio l'archetipo di carte Gladiatori Bestia, i cui mostri fusione possono essere evocati semplicemente rimescolando i mostri necessari nel mazzo, senza la necessità di usare carte magia).
  • Mostro Rituale (sfondo blu): è un tipo di mostro che può essere giocato solo usando la magia Rituale appropriata (vedi oltre). Bisogna anche offrire in tributo, cioè mandare mostri al cimitero, un numero preciso indicato sulla carta magia (tipicamente, mostri il cui livello bilanci quello del mostro da evocare). I mostri Rituale possono anche essere senza effetto, in quel caso ci sarà scritto il tipo di mostro e la scritta Rituale.
  • Mostro Spirit (sfondo arancione, perché considerato mostro ad effetto): carta che ritorna nella mano del suo proprietario al termine del turno in cui è stata giocata. Generalmente il loro testo dice che non possono essere evocati tramite Evocazione Speciale.
  • Mostro Toon (sfondo arancione, perché considerato mostro ad effetto): carta che rappresenta una sorta di cartone animato di alcune carte famose e che può eludere alcune regole del gioco; ad esempio - in particolari condizioni - può attaccare l'avversario direttamente anche se questi possiede dei mostri a difenderlo. Generalmente le carte Toon possono stare in gioco solo se il loro controllore ha attivato la speciale carta magia Mondo Toon (chiamata Mondo Animato nell'edizione italiana dell'anime), ma esistono anche mostri Toon che non necessitano che tale carta sia presente sul terreno per essere evocate, ma possono utilizzare appieno il loro potere e i loro effetti solo dopo che Mondo Toon viene giocata.
  • Mostro Union (sfondo arancione, perché considerato mostro ad effetto): il controllore di questo tipo di carta può decidere se usarla come vero e proprio mostro o trattarla come se fosse una carta magia equipaggiamento (vedi oltre); in tal modo si può 'equipaggiare' (vedi oltre) questa carta come una carta magia Equipaggiamento ad un altro mostro aumentandone la forza o conferendogli effetti aggiuntivi. L'equipaggiamento, a ogni modo, può avvenire solo a seguito dell'evocazione del mostro. Di solito, nel caso in cui un mostro equipaggiato con un mostro Union dovesse essere distrutto viene invece distrutto il secondo.
  • Mostro Gemelli (sfondo arancione, perché considerato mostro ad effetto): chiamate Gemello nell'edizione italiana, questa nuova tipologia di mostri è stata introdotta nel 2007 con l'espansione TAEV - Evoluzione Tattica. Questi mostri, appena entrano in gioco, sono considerati mostri normali; per poter usufruire del loro effetto, il proprietario della carta deve Evocarli tramite Evocazione Normale una seconda volta.
  • Mostro Synchro (sfondo bianco) introdotti dallo Starter Deck 5D's, simili alle fusioni, ma per evocarli bisogna avere sul terreno un mostro Tuner (indicato vicino al tipo) e uno o più mostri non-Tuner (qualsiasi altro mostro che non abbia la dicitura "Tuner") che complessivamente abbiano lo stesso livello del mostro Synchro da evocare e mandarli al cimitero (senza l'utilizzo di carte aggiuntive) per evocare il mostro scelto dall'Extra Deck (in precedenza chiamato Fusion Deck, è stato modificato il nome per la presenza dei mostri Synchro). Alcuni mostri Synchro necessitano di mostri specifici (ad esempio Guerriero Rottame necessita di Rottame Synchron da usare come Tuner, in più uno o più mostri la cui somma dei livelli sia 2). Non hanno bisogno di carte per l'Evocazione.
  • Mostro Tuner (sfondo arancione o giallo, a seconda se ha l'effetto o meno): mostro necessario per l'Evocazione tramite Sincronizzazione, solitamente di livello basso in modo che sia adatto alla Sincronizzazione (vedi sopra). Certi mostri Synchro possono essere anche Tuner (come Formula Synchron).
  • Mostro Xyz (sfondo nero) Introdotta con la nuova serie anime: Yu-Gi-Oh! Zexal. I Mostri Xyz sono evocati dall'Extra Deck con il sacrificio di due o più mostri (il numero è indicato nell'effetto della carta), di livello pari al rango del mostro Xyz. I mostri materiale non vengono inviati al cimitero ma invece diventano equipaggiamenti, che sono posti in una pila sotto il mostro Xyz (nella stessa Zona Carte Mostro, in "posizione d'attacco"). Questi mostri possono essere inviati al Cimitero al fine di attivare gli effetti dei mostri Xyz. Inoltre i mostri Xyz sono caratterizzati da un rango anziché da un livello, e sono inalterati da carte che coinvolgono il livello di un mostro (ad esempio, non possono essere utilizzati per Evocazioni Rituali o Evocazioni Synchro); il rango è indicato da stelle, come il livello, ma queste sono poste a sinistra anziché a destra, e sono di un colore differente.[4] Come per i mostri Synchro, i mostri Xyz non hanno bisogno di carte per l'Evocazione.
  • Mostro Pendulum ( sfondo arancione/giallo e verde ) Introdotta con la nuova serie anime: Yu-Gi-Oh! Arc-V. Questo tipo di carta ha come prerogativa quella di poter essere utilizzata sia come mostro che come carta magia: si contraddistingue infatti per un doppio colore ( arancione/giallo e verde) e guadagna degli effetti differenti a seconda del “ruolo” in cui viene utilizzata. Se usati come carte magia, i Pendulum vanno attivati direttamente dalla mano e collocati in apposite zone del campo da gioco che finora non esistevano: le Zone Pendulum, che sono due e si trovano a destra (rossa) e a sinistra (blu) della zona di gioco rispettivamente tra il mazzo e il cimitero e tra la zona della magia terreno e l’Extra Deck. Una volta attivati come magie, i mostri Pendulum guadagnano, se ne hanno uno, il relativo effetto indicato sulla carta (nel riquadro sopra al tipo di mostro) analogamente a quanto farebbe una magia continua. Essi non possono essere posizionati a faccia in giù nelle Zone Pendulum e non possono essere sostituiti da un altro mostro Pendulum per meccaniche di gioco come avviene per le magie terreno: cioè non è possibile attivare un mostro Pendulum se tutte le zone sono occupate. Finché c’è posto è possibile attivare più Pendulum per turno.
  • Combinazioni: Fusione/Effetto, Rituale/Effetto, Synchro/Effetto, Synchro/Tuner, Xyz/Effetto, ecc.

Carte Magia[modifica | modifica sorgente]

Le carte Magia (Spell cards nella versione inglese, Magic cards nella versione giapponese) hanno sfondo verde; quando vengono giocate, producono effetti di vario tipo, modificando il gioco (come già visto per i mostri Effetto). Possono essere giocate solo in determinati momenti del proprio turno (Main Phase), eccezion fatta per le magie rapide (vedi oltre). Si dividono nei 6 seguenti tipi:

  • Magie Normali: si attivano piazzandole scoperte nella Zona Carte Magia e Trappola; una volta risolto il loro effetto (a termine di eventuali catene) vengono mandate al Cimitero, a meno che l'effetto non specifichi altrimenti.
  • Magie Continue (Continuous nella versione inglese, Permanent nella versione giapponese; caratterizzate dal simbolo "infinito" a fianco della scritta "Carta Magia"): dopo l'attivazione, restano scoperte sul Terreno finché non vengano distrutte o rimosse in altro modo da un effetto (anche il proprio).
  • Magie Rapide (Quick-Play nella versione inglese, Instant nella versione giapponese; caratterizzate dal simbolo di un fulmine): possono essere attivate in qualsiasi momento del proprio turno dalla mano, o dal Terreno se sono state Posizionate da almeno un turno; inoltre è possibile attivarle anche durante il turno avversario, purché già Posizionate sul Terreno, come le carte Trappola (vedi oltre)[5].
  • Magie Equipaggiamento (Equip o Equipment nella versione inglese; caratterizzate dal simbolo di una croce): all'attivazione, il giocatore deve dichiarare un mostro sul Terreno (anche dell'avversario, se non specificato diversamente) cui equipaggiare la carta; quel mostro diventa bersaglio per la carta Magia, la quale verrà quindi distrutta appena il mostro cessi di essere scoperto sul Terreno (sia che lasci il Terreno, sia che venga coperto da un effetto, ma non qualora cambi controllo o posizione di combattimento). Solitamente tali carte servono ad aumentare o diminuire la potenza di una carta Mostro.
  • Magie Terreno (Field nella versione inglese; caratterizzate da una rosa dei venti a quattro punte): all'attivazione, vengono piazzate scoperte nella Zona Carte Magia Terreno; come le altre carte Magia, possono essere Posizionate (nella Zona Carte Magia Terreno); una sola carta Terreno può essere attiva sul Terreno, ma ogni giocatore dispone di una propria Zona Carte Magia Terreno: pertanto, se una nuova carta Terreno viene attivata da un giocatore qualsiasi, quella vecchia viene distrutta e mandata al Cimitero (prima dell'attivazione di quella nuova) soltanto se era attiva, o se apparteneva allo stesso giocatore; se una carta Terreno è posizionata, una carta Terreno già presente sul lato dell'avversario non viene distrutta, rimossa o negata, mentre una carta Terreno già presente sul lato del giocatore viene distrutta e mandata al Cimitero. Come le magie Continue, le magie Terreno non sortiscono effetto se vengono distrutte in catena alla loro attivazione: se una carta Terreno è attivata, ma viene distrutta in catena, carte Terreno già presenti in campo non vengono distrutte.
  • Magie Rituale (Ritual nella versione inglese; caratterizzate dal simbolo di una fiamma): si attivano e risolvono come le Magie Normali; durante la risoluzione di queste carte, il giocatore deve Tributare mostri che eguaglino, con la somma dei loro Livelli, il Livello del Mostro Rituale da evocare (anche se esistono rare eccezioni), quindi evocarlo direttamente dalla mano. Queste carte non possono quindi essere attivate se non si possiedono i Tributi adatti, il mostro Rituale adatto (in mano) e almeno una Zona Mostro libera.

N.B. Tutte le carte Magia (anche quelle Terreno) possono essere sia attivate direttamente sia Posizionate (ossia giocate coperte sul Terreno nella loro apposita zona, durante una Main Phase - il che non dà inizio a una catena). In questo caso, eccetto per le carte Magia Rapida (vedi sopra), possono essere attivate durante il medesimo turno, sempre durante una Main Phase.

Carte Trappola[modifica | modifica sorgente]

Le carte Trappola (Trap cards) hanno lo sfondo porpora e producono vari effetti, come le carte Magia. La loro particolarità è che non possono essere giocate direttamente, ma vanno prima Posizionate coperte (Set, in inglese): potranno essere attivate solo a partire dal turno successivo (anche nel turno avversario). Vengono chiamate "trappole" proprio perché il loro scopo è sorprendere l'avversario, disturbando il suo gioco (ad esempio bloccando gli attacchi o annullando l'evocazione di una carta Mostro). Le Trappole possono essere attivate anche durante il proprio turno, purché appropriate. Si dividono in:

  • Trappole Normali: analoghe alle Carte Magia Rapide. Si attivano, risolvono l'effetto e poi si mandano al Cimitero dopo la Risoluzione (in caso di catena, alla fine della catena).
  • Trappole Continue: analoghe alle Carte Magia Continue. Dopo che vengono attivate rimangono nella Zona Carte Magia & Trappola. A differenza degli altri tipi di Carte Trappola se queste carte vengono distrutte all'attivazione esse non sortiscono alcun effetto.
  • Contro-Trappole (Counter nella versione inglese; caratterizzate da una freccia curva che punta a sinistra): sono l'unico tipo di carte con Spell Speed 3. A esse non possono essere incatenate altre carte se non Contro-Trappole.

Turni[modifica | modifica sorgente]

Ogni turno si suddivide nelle seguenti Fasi (Phase(s), anche in italiano):

  • Draw Phase: il giocatore di turno pesca una carta dalla cima del Deck. È possibile (a entrambi i giocatori) attivare carte Magia Rapida e carte Trappola.
  • Standby Phase: si risolvono gli effetti di alcune carte Magia, Trappola e Mostro con Effetto (come indicato sulle carte). È possibile (a entrambi i giocatori) attivare carte Magia Rapida e carte Trappola.
  • Main Phase 1: il giocatore di turno può ora evocare fino a un Mostro per Evocazione Normale, oppure Posizionarlo coperto. Può attivare carte Magia (di qualunque tipo) e posizionare carte Magia e Trappola coperte sul Terreno. Può attivare carte Magia Rapida e carte Trappola già posizionate da almeno un turno. Può evocare per Scoperta un Mostro già posizionato da almeno un turno (disponendolo scoperto in posizione di attacco). Può spostare Mostri scoperti da almeno un turno da posizione di attacco a posizione di difesa, o viceversa, ma solo una volta per mostro al turno (spostamento manuale). È possibile (a entrambi i giocatori) attivare carte Magia Rapida e carte Trappola.

Il giocatore di turno può ora dichiarare di entrare in Battle Phase (a meno che non sia il primo turno del Duello), o di passare direttamente in End Phase.

  • Battle Phase: si suddivide in quattro sotto-fasi (Step(s), anche in italiano).
    • Start Step: il giocatore di turno dichiara di entrare in Battle Phase, e si appresta all'attacco. È possibile (a entrambi i giocatori) attivare carte Magia Rapida e carte Trappola.
    • Battle Step: se esistono sul suo Terreno mostri che possono attaccare[6], il giocatore di turno dichiara con quale mostro sta attaccando, e il bersaglio dell'attacco[7]. È possibile (a entrambi i giocatori) attivare carte Magia Rapida e carte Trappola.
    • Damage Step: avviene la battaglia e il Calcolo dei danni[8]. In questo Step, solo carte Magia Rapida e Trappola che modifichino i parametri ATK/DEF possono essere attivate, nonché le carte Contro-Trappola. Finita la battaglia, il giocatore di turno può decidere di sferrare un nuovo attacco con un altro mostro che lo possa fare, o di passare in End Step.
    • End Step: quando non esistono più mostri in grado di attaccare, o quando il giocatore di turno decide di cessare l'attacco, si conclude la Battle Phase, e si passa in Main Phase 2. È possibile (a entrambi i giocatori) attivare carte Magia Rapida e carte Trappola, seguendo le linee guida di Priorità.

N.B. Si noti che è possibile entrare i Battle Phase pur non avendo mostri in grado di attaccare sul proprio Terreno. In questo caso, dallo Start Step si passerà direttamente in End Step, e avverrà la Main Phase 2 come di consueto.

  • Main Phase 2: avviene solo a seguito di una Battle Phase. È ora possibile al giocatore di turno compiere ogni azione di quelle menzionate in Main Phase 1, purché non ecceda al limite di un'Evocazione Normale al turno, e non sposti mostri già spostati in Main Phase 1 o che hanno dichiarato un attacco. È possibile (a entrambi i giocatori) attivare carte Magia Rapida e carte Trappola.
  • End Phase: prima che finisca il turno, si Risolvono effetti specifici di carte con effetto (vedi Standby Phase). Il giocatore di turno scarta carte dalla mano fino ad averne 6, se in eccesso. È possibile (a entrambi i giocatori) attivare carte Magia Rapida e carte Trappola.

Catene e Spell Speed[modifica | modifica sorgente]

Ogni tipo di effetto, eccetto gli Effetti Continui, è contraddistinto da due momenti distinti, chiamati attivazione e risoluzione: un effetto può attivarsi automaticamente (ad esempio, un Effetto Innescato) o essere attivato da un giocatore (ad esempio, un Effetto a Ignizione); se l'effetto richiede un costo d'attivazione, questo va pagato immediatamente (il pagamento avviene anche se l'effetto viene negato o sfuma in Catena). Se nulla lo impedisce, l'effetto così attivato va in risoluzione (risolve).

Gli effetti delle carte possono essere attivati l'uno dietro l'altro, prima che essi risolvano. L'insieme di queste attivazioni viene chiamata Catena, e ogni effetto così attivato Anello della Catena; gli Anelli vengono contrassegnati in ordine numerico dal primo all'ultimo. Quando si decide di chiudere una Catena, gli effetti risolvono dall'ultimo Anello della Catena al primo, ossia in ordine inverso rispetto all'attivazione; ogni volta che un giocatore attiva un effetto, inoltre, l'avversario ha il diritto di attivarne un altro in Catena prima che il giocatore incateni eventuali altri effetti. Questo dà all'avversario la possibilità di reagire alle mosse del giocatore, ad esempio incatenando un effetto che impedisca la risoluzione dell'effetto precedente (si dice che lo nega); l'avversario può anche agire in modo da volgere l'effetto del giocatore a proprio vantaggio (ad esempio, cambiando il controllo di un Mostro in Catena), poiché una volta attivato un effetto non è possibile "ritirarlo" dalla Catena.

Per aggiungere un Anello a una Catena è necessario conoscere la Spell Speed degli effetti, ossia la loro rapidità. Grazie alla Spell Speed si può sapere se è possibile incatenare un effetto a un altro. Esistono tre velocità, ciascuna delle quali è superiore alla precedente:

  • Spell Speed 1: carte con questa velocità non possono essere messe in Catena se non come Anello 1, salvo i casi in cui più effetti con Spell Speed 1 si attivino automaticamente in contemporanea (ad esempio, due Sangan che vengano distrutti contemporaneamente); in questo caso, si applica il principio detto SEGOC (Simultaneous Effect Go On Chain, ossia Effetti Simultanei che si Incatenano): i primi effetti ad attivarsi sono quelli Obbligatori del giocatore di turno (che può deciderne l'ordine di Attivazione), quindi gli Obbligatori del giocatore avversario (anch'egli li dispone a piacere); in seguito, si incatenano quelli Facoltativi del giocatore di turno, seguiti infine dai Facoltativi del giocatore avversario (anch'essi sono disposti in ordine ad arbitrio dei rispettivi giocatori). Le carte con Spell Speed 1 sono:
    • Carte Magia Normale, Equipaggiamento, Terreno, Continue e Rituale;
    • Effetti Innescati, Continui, ad Ignizione e Scoperta di Mostri con Effetto.
  • Spell Speed 2: carte con questa velocità possono essere attivati in risposta a effetti di velocità 1 o 2, ovvero come Anello 1. Le carte con Spell Speed 2 sono:
    • Carte Magia Rapide;
    • Carte Trappola Normali e Continue;
    • Effetti Rapidi di Mostri con Effetto.
  • Spell Speed 3: carte con questa velocità possono essere incatenate a ogni altro effetto (quando esistano le condizioni legali di Timing), o dare inizio a Catene. Le carte con Spell Speed 3 sono:
    • Carte Contro-Trappola.

N.B. Evocare Mostri, spostarli, offrirli come Tributo e pagare costi non sono azioni che danno origine a Catena.

Priorità nell'attivazione degli effetti e timing[modifica | modifica sorgente]

Pur non costituendo una vera e propria meccanica di gioco, la priorità si rende tuttavia necessaria allorché più giocatori desiderino attivare effetti nello stesso momento.

Il giocatore di turno detiene, a ogni cambio di Phase, la priorità di attivare effetti (nel caso di Phase diverse dalla Main Phase, effetti di Spell Speed 2 o superiore). Se il giocatore di turno decide di non attivare effetti, 'cede' la priorità al giocatore avversario. Se questi non attiva nulla a sua volta, la priorità torna al giocatore di turno. Tipicamente, un doppio passaggio di priorità (almeno nelle Phase esterne alla Main Phase) coincide con il passaggio alla Phase successiva: 'tipicamente', perché in realtà in ogni Phase è possibile avviare infinite Catene di effetti, finché il giocatore di turno, rientrato in possesso della priorità, dichiari il passaggio di Phase. La priorità viene passata anche quando si attiva un effetto: ora l'avversario potrà rispondere all'Attivazione, e così via fino all'ultimo Anello della Catena.

Benché l'evocazione di un mostro non costituisca un Anello, obbliga a un passaggio di priorità (l'avversario può attivare effetti per negare l'evocazione, es. Corno del Paradiso: in questo momento il mostro non è ancora "sul Terreno"). La Konami ha cancellato il concetto di priorità se non per i mostri con effetto innescato il cui effetto è di solito "quando questa carta viene evocata..."

Si parla, invece, di timing di attivazione in riferimento ai momenti in cui è legale attivare un effetto. Può succedere che una carta che richiede una certa condizione (di timing) per essere attivata (es. "Puoi attivare questa carta quando...") perda il timing. Ad esempio, se Peten il Clown Oscuro viene mandato al Cimitero come tributo per un'Evocazione, il suo effetto non potrà essere attivato: le condizioni di attivazione specificano infatti "quando questa carta viene mandata al Cimitero...", il che significa che l'effetto (di velocità 1) può attivarsi solo se questa azione è l'ultima che è avvenuta. Questo non è il caso suddetto, poiché l'ultima azione è stata l'evocazione del mostro. Per ulteriori spiegazioni, si rimanda a questa pagina.

Formati di gioco[modifica | modifica sorgente]

Esistono due diversi formati di gioco, chiamati Tradizionale e Avanzato. La differenza non sta nelle regole, ma nelle restrizioni applicate alle carte. In entrambi i formati, alcune carte sono limitate (non è concesso averne più di una copia nel mazzo) e altre semi-limitate (non è concesso averne più di due copie nel mazzo): la lista di tali carte può però differire nei due formati.

In entrambi i formati:

  • Non possono esistere, tra Main/Extra/Side Deck, più di 3 carte con lo stesso nome[9].
  • Il Deck non può contare meno di 40 carte, né più di 60. Il Side Deck e l'Extra Deck possono contenere un massimo di 15 carte.
  • Si dicono semi-limitate le carte di cui non si possono avere più di 2 copie tra Main/Extra/Side Deck.
  • Si dicono limitate quelle di cui non si può avere più di 1 copia tra Main/Extra/Side Deck.

Solo in formato Avanzato:

  • Si dicono bandite (in gergo, bannate, dall'inglese to ban) le carte che non è permesso avere tra Main/Extra/Side Deck.

Solo in formato Tradizionale:

  • Vengono considerate limitate anche tutte le carte bandite dal formato Avanzato.

La lista delle carte bandite, limitate e semi-limitate (Ban List) viene periodicamente modificata e pubblicata sul sito ufficiale del gioco[10], in modo che i giocatori possano adeguare i propri mazzi per i tornei (ad esempio la carta trappola Forza Riflessa in alcuni anni è stata elencata tra le carte proibite, in altri tra le carte limitate, ed è attualmente semi-limitata[11]).

Differenze di regole fra manga/anime e gioco reale[modifica | modifica sorgente]

Già dalla prima apparizione del gioco nel manga, si notano importanti differenze con il gioco di carte reale. Molte di queste differenze sono poi state riprese anche nella serie animata. Le regole principali, tratte dalla saga del Regno dei Duellanti sono riportate di seguito[12]:

  • Ogni giocatore inizia un duello con 2000 Life Points; (nella realtà 8000)
  • Solo un mostro per ogni turno può sferrare un attacco; (nella realtà tutti i tuoi mostri sul terreno possono)
  • I giocatori possono evocare mostri di livello alto (con almeno 4 stelle) senza pagare tributi; (nella realtà fino a 4 stelle puoi evocare senza offrire alcun tributo, 5 e 6 stelle uno e da 7 in poi due)
  • Quando un mostro viene distrutto dall'effetto di una carta, il suo controllore riceve danni pari alla metà dell'ATK della creatura; (nella realtà non subisce nulla)

Nelle saghe seguenti, come Battle City, alcune regole vengono modificate (ad es. l'introduzione dei tributi e l'aumento dei LP iniziali che salgono a 4000): in ogni caso, il cartone animato ricorre spesso agli effetti scenico-visivi a discapito del regolamento ufficiale (avviene infatti che i poteri di alcuni carte siano diversi da quelli del gioco reale). Sono presenti anche altre particolarità, esclusive della serie TV, come i vantaggi (o svantaggi) che un mostro ottiene rispetto ad un altro in ragione del suo tipo/attributo.

Per i duelli a coppie o sfide collettive (in cui un solo duellante ne affronta 2 o 3) il regolamento prevede che l'incontro a coppie termina quando una coppia viene sconfitta, mentre nelle sfide collettive è sufficiente battere un avversario per vincere il duello[13].

N.B: Per regola modificata si intende che la regola è stata revisionata nell'anime. Per conoscere le regole del gioco reale, si possono consultare i manuali del gioco che vengono aggiornati ad ogni nuova edizione.[12]

Espansioni[modifica | modifica sorgente]

Le varie espansioni del gioco che sono uscite sino ad adesso sono le seguenti. Le parentesi tonde indicano le espansioni già uscite in occidente ma non in Italia, le parentesi quadre quelle limitate all'oriente e quindi all'OCG.

Booster Pack[modifica | modifica sorgente]

Ogni Booster Pack, o Busta d'Espansione, appartiene ad una generazione, che indica a quale serie anime appartiene, e ad una serie, ogni serie ha diversa struttura della carta. Le carte delle prime tre serie sono uscite in Giappone prima dell'introduzione del gioco in occidente, che quindi sono state rilasciate successivamente e mescolate. Ogni Booster Pack contempla 80 carte nell'OCG e 100 nel TCG. Ogni bustina contiene 5 carte nell'OCG e 9 nel TCG.

Yu-Gi-Oh! DM[modifica | modifica sorgente]

Serie 1, 2 e 3

  • La Leggenda del Drago Bianco Occhi Blu[14] - LDD
  • Predoni Metallici[15] - PMT
  • Sovrano della Magia[16] - SMD
  • Servitore del Faraone[17] - SDF
  • Labirinto dell'Incubo[18] - LDI
  • Eredità delle Tenebre[19] - LOD
  • Guardiano del Faraone[20] - PGD
  • Forza del Mago[21] - MFC
  • Crisi Oscura[22] - DCR
  • Invasione del Chaos[23] - IOC
  • Antico Santuario[24] - AST

Serie 4

  • Anima del Duellante - SOD
  • Ascesa del Destino - RDS
  • Eternità Fiammeggiante - FET

Yu-Gi-Oh! GX[modifica | modifica sorgente]

  • Il Millennio Perduto - TLM
  • Rivoluzione Cibernetica - CRV
  • Energia Elementale - EEN
  • Ombra dell'Infinito - SOI
  • Nemico della Giustizia - EOJ

Serie 5

  • Potere del Duellante - POTD
  • Impatto CyberOscuro - CDIP
  • Attacco di Neos - STON
  • Forza del Distruttore - FOTB
  • Evoluzione Tattica - TAEV
  • Assalto del Gladiatore - GLAS
  • Oscurità Fantasma - PTDN
  • Luce della Distruzione - LODT

Yu-Gi-Oh! 5D's[modifica | modifica sorgente]

Serie 6

  • La Genesi del Duellante - TDGS
  • Crocevia del Chaos - CSOC
  • Crisi Scarlatta - CRMS
  • Battaglia Furiosa - RGBT
  • Antica Profezia - ANPR
  • Potere della Polvere di Stelle - SOVR
  • Potere Assoluto - ABPF
  • L'Oscurità Brillante - TSHD

Serie 7

  • Rivoluzione dei Duellanti - DREV
  • Esplosione Astrale - STBL
  • Tempesta dei Ragnarok - STOR
  • Vittoria Estrema - EXVC

Yu-Gi-Oh! Zexal[modifica | modifica sorgente]

  • Forza Generatrice - GENF
  • Onda d'Urto Fotonica - PHSW
  • Ordine del Chaos - ORCS
  • Sovrano Galattico - GAOV

Serie 8

  • Il Ritorno del Duellante - REDU
  • Risveglio degli Abissi - ABYR
  • Fiammata Cosmica - CBLZ
  • Il Signore della Galassia Tachionica - LTGY
  • Cacciatori di Numeri - NUMH
  • Giudizio della Luce - JOTL
  • Spettri dell'Ombra - SHSP
  • Eredità del Valoroso - LVAL
  • Origine Primordiale - PRIO

Yu-Gi-Oh! Arc-V[modifica | modifica sorgente]

  • Alleanza dei Duellanti - DUEA
  • I Nuovi Sfidanti - NECH

Duelist Pack[modifica | modifica sorgente]

I Duelist Pack sono un particolare tipo di espansione. Nei Duelist Pack si può trovare una varietà di carte minore rispetto alle normale buste di espansione, ma una busta di Duelist Pack contiene solamente 5 carte. Queste buste, fino alla numero 7, sono abbinate ciascuna ad un personaggio della serie di Yu-Gi-Oh! GX, la numero 8 è abbinata ad un personaggio della nuova serie Yu-Gi-Oh! 5D's. Questi sono i Duelist Pack:

Mazzi tematici[modifica | modifica sorgente]

Oltre alle espansioni sono usciti mazzi tematici per imparare a giocare con le varie tipologie di carte. Le confezioni comprendono, oltre alle carte (solitamente 40, il numero minimo consentito per giocare in base alle regole) un "campo da gioco" (la griglia su cui disporre le carte) e il libretto delle regole. I mazzi tematici si dividono in due categorie: Mazzi Introduttivi (destinati ai principianti, in genere ispirati ai mazzi usati dai personaggi del manga e dell'anime) e Structure Deck (o mazzi d'ampliamento, in cui il "tema" è solitamente rappresentato da un preciso Tipo di carte mostro). Di seguito ecco i mazzi usciti in Italia:

Mazzi Introduttivi[modifica | modifica sorgente]

Yu-Gi-Oh! DM

  • Yugi - MIY
  • Kaiba - MIK
  • Pegasus - MIP
  • Joey - MIJ
  • Yugi Evoluzione - SYE
  • Kaiba Evoluzione - SKE

Yu-Gi-Oh! GX

  • 2006 - YSD
  • Jaden Yuki - YSDJ
  • Syrus Truesdale - YSDS

Yu-Gi-Oh! 5D's

  • Yu-Gi-Oh! 5D's - 5DS1
  • Yu-Gi-Oh! 5D's 2009 - 5DS2
  • Attrezzi del Duellante - 5DS3

Yu-Gi-Oh! ZEXAL

  • Alba degli Xyz - YS11
  • Sinfonia Xyz - YS12
  • Super Starter: V per Vittoria - YS13
  • Yugi il Ritorno - YSYR
  • Kaiba il Ritorno - YSKR

Yu-Gi-Oh! ARC-V

  • Super Starter: Resa dei Conti dello Spazio-Tempo - YS14

Structure Deck[modifica | modifica sorgente]

  • Ruggito del Drago - SD1
  • Follia Zombie - SD2
  • Fiammata di Distruzione - SD3
  • Furia degli Abissi - SD4
  • Trionfo del Guerriero - SD5
  • Giudizio dell'Incantatore - SD6
  • Fortezza Invincibile - SD7
  • Signore della tempesta - SD8
  • Rabbia del Dinosauro - SD09
  • Rivolta delle Macchine - SD10
  • [Surge of Radiace] - SD11
  • [Curse of Darkness] - SD12
  • Ascesa dei Signori dei Draghi - SDRL
  • Imperatore Oscuro - SDDE
  • Mondo Zombie - SDZW
  • Comando dell'Incantatore - SDSC
  • Attacco dei Guerrieri - SDWS
  • I Mek Devastatori - SDMM
  • Marik - SDMA
  • Legione Dragunità - SDDL
  • Santuario Perduto - SDLS
  • Cancelli del Sottosuolo - SDGU
  • Conflitto dei Draghi - SDDC
  • I Samurai Signori della Guerra - SDWA
  • Regno dell'Imperatore del Mare - SDRE
  • Assalto dei Re del Fuoco - SDOK
  • La Saga del Drago Bianco Occhi Blu - SDBE
  • Rivoluzione Cyber Drago - SDCR
  • Reame della Luce - SDLI

Altre carte da gioco[modifica | modifica sorgente]

Oltre alle carte presenti nei mazzi o nelle espansioni, ve ne sono altre in edizioni limitate, chiamate Promo. Un esempio può essere "Sarcofago d'Oro" (Gold Sarcophagus). Altre carte, inoltre, sono presenti in videogiochi, riviste, modellini, McDonald's, partecipazioni a tornei, ovvero i cosiddetti Sneak Preview, al cinema, e in buste esclusive.

Tornei[modifica | modifica sorgente]

In questi ultimi anni il gioco di carte collezionabili si è talmente diffuso in tutto il mondo che sono stati istituiti tornei ufficiali. In Italia si organizzano vari tornei, il più importante dei quali è il Nazionale italiano. I primi otto classificati a tale torneo, inoltre, possono partecipare al campionato europeo, dove sfideranno i campioni delle altre nazioni d'Europa. I migliori quattro "duellanti" europei partecipano quindi al campionato mondiale.

Oltre a questi tornei prestigiosi, più o meno in ogni città, alcuni negozi autorizzati organizzano tornei interessanti e ottimi per chi desideri imparare a giocare. Nel 2006, il Campione Mondiale di questo gioco è stato l'italiano Dario Longo; nel 2007, i Campionati Italiani (che si sono svolti a Rimini il 9 e 10 giugno) hanno visto trionfare il sedicenne Marco Mazzuoccolo[25].

Il campionato europeo svoltosi a Torino ai primi di luglio del 2007 ha visto vincitore un altro italiano, Biagio Allevato[26]; nel 2007, il campione del mondo è stato invece un ragazzo del Cile, Andrés Toro che comunque ha duellato nella finale con un italiano, Mattia Sarpa, vincendo 2 partite a 1[27]. Ricordiamo anche i campioni italiani del 2003 e del 2005, rispettivamente Luca Casadei e Namer Merli, entrambi riminesi, recatisi a New York e a Tokyo per partecipare al campionato mondiale (la tappa europea fu istituita solo a partire dal 2006, quindi il vincitore dei Nazionali passava direttamente alla fase mondiale).

Rarità[modifica | modifica sorgente]

Questo gioco di carte ha delle rarità molto particolari e diverse dagli altri giochi di carte collezionabili (Pokémon, Magic ecc.) e si distinguono per il valore e per la possibilità di trovarle.

Le rarità esistenti sono:

  • Comune: Questa è la rarità base, non presenta cioè nessun cambiamento estetico o olografico. Si trovano in ogni pacchetto.
  • Rara: Questa tipologia è identica alle comuni, ad eccezione della scritta argentata (bianca o nera nel Battle Pack: Alba Epica e nel Battle Pack 2: Guerra dei Giganti). Se ne trova una in ogni pacchetto.
  • Super Rara: Questa rarità è identica alla Comune, tranne per il fatto che l'immagine della carta è olografica. È più difficile da trovare. La si trova sempre nelle buste d'espansione di Arsenale Nascosto. La probabilità di trovarne una è di circa il 20%.
  • Ultra Rara: Più difficile da trovare delle Super Rare, le carte di tale rarità possiedono la scritta dorata e l'immagine olografica. La sua frequenza è circa l'8%.
  • Rara Ultimate: Molto difficile da trovare, questa tipologia di rarità presenta la scritta di un colore dorato simile a quello delle Ultra Rare e sono di colore metallizzato l'immagine e il livello della carta. Nelle ultime espansioni le carte Ultimate presentano anche i bordi della carta, solitamente neri sfumati, argento metallizzato. Le Rare Ultimate presentano inoltre una diversa consistenza al tatto delle parti metallizzate, simile a quella di una lamina incisa.
  • Rara Segreta: Detta anche Rara Secret, è ancora più difficile da trovare rispetto alle Ultra Rare ed è la rarità rappresentativa dei tin set. È caratterizzata dalla scritta olografica ed uno sfondo olografico arricchito con delle rette oblique anch'esse olografiche. La si trova sempre nella busta d'espansione Arsenale Nascosto. Se ne trova una nel 4% delle bustine. Molte delle carte più potenti del gioco sono rare secret (o lo erano prima di un eventuale ristampa).
  • Rara Fantasma: Detta anche Rara Ghost, è la più difficile da trovare in assoluto. È identica alla Ultra Rara, tranne per il fatto che l'immagine è quasi inesistente e si vede quasi solo controluce mentre la scritta è olografica come le rare segrete. A partire dalla sua prima apparizione nell'espansione "Evoluzione Tattica" la carta con questa rarità era sempre quella che compariva sui box e sulle bustine (ad eccezione dell'espansione "Oscurità Fantasma"). A partire dall'espansione "Giudizio della luce" nel mercato occidentale la Rara Fantasma non è più la carta "cover" ma una delle Rare Secret del set (spesso trovabile anche come Rara Ultimate).
  • Rara Oro: Detta anche Rara Gold, questa rarità è molto simile alla Ultra Rara, si caratterizza per il bordo della carta dorato. La si trova solo nella "Serie Oro". Nella "Serie Oro 5" sono comparse delle carte ibride tra la Rara Oro e la Rara Fantasma, mentre nella "Premium Gold" delle carte ibride tra la Rara Oro e la Rara secret.
  • Rara Parallela: Detta anche Parallel, la si trova solo negli eventi più grandi dove si svolgono i tornei ufficiali.
  • Rara Nera: Questa tipologia è identica alle comuni è pari valore di rarità della Rara, a differenza della Rara la scritta è di colore nero lucido.
  • Rara Starfoil: Le carte di questa rarità si trovano solo nel Battle Pack: Alba Epica e nello Star Pack 2013: è identica alla comune tranne per il fatto che presenta delle stelle olografiche su tutta la carta.
  • Rara Mosaico: Le carte di questa rarità si trovano solo nel Battle Pack 2: Guerra dei Giganti: è identica alla comune tranne per il fatto che presenta dei quadrati olografici su tutta la carta.
  • Duel Terminal: È simile alla Starfoil, solo che, anziché stelle, presenta dei rombi e quadrati olografici, oltre alla scritta "DUEL TERMINAL" al posto dell'edizione. Le carte di tale rarità si trovano solo nei Duel Terminal, una sorta di postazioni arcade, Giapponesi o Americani.
  • Rara Segreta Oro: la si trova solo in "Premium Oro" e ha le qualità della carta oro e segreta.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • La carta più rara in assoluto è Tyler the Great Warrior. Unica al mondo, è stata creata appositamente per un ragazzino di 14 anni, Tyler Gressle, che è sopravvissuto a una grave malattia ed è stato omaggiato dalla Make-a-Wish Foundation (Fondazione Esprimi-un-Desiderio) per dare un esempio di coraggio e speranza a tutti i bambini che si trovano in situazioni difficili.[28][29]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La pagina del sito ufficiale Konami.
  2. ^ A meno che non siano state poste restrizioni su una determinata meccanica di gioco legata a tale effetto; un tipico esempio è la regola che vieta di giocare carte che causino un cosiddetto loop infinito senza cambiamenti netti, ossia un ciclo di azioni che si protrarrebbe indefinitamente senza portare alla vittoria alcun giocatore. Diverso il loop con cambiamenti netti, ossia un ciclo di azioni che può proseguire per indefinite volte, ma portando alla fine alla vittoria di un giocatore (per crash, ad esempio); un simile loop è del tutto legale.
  3. ^ Il termine giapponese, yuugou o yuukou, può essere tradotto sia fusione che polimerizzazione
  4. ^ (EN) Xyz Summon..
  5. ^ Konami, Yu-Gi-Oh! Zexal - Libro delle Regole Ufficiali, Versione 8.0, pag. 23.
  6. ^ Un mostro può attaccare, in condizioni normali, ogniqualvolta si trovi scoperto in posizione di Attacco. Esistono tuttavia situazioni per cui mostri in Difesa (scoperti) possono attaccare, o ci siano restrizioni sull'attacco per i mostri sul Terreno.
  7. ^ Un mostro può attaccare qualunque altro mostro sul Terreno avversario, salvo effetti che lo impediscano; esistono altresì mostri che possono attaccare direttamente i Life Points dell'avversario, anche in presenza di mostri avversari.
  8. ^ Per una descrizione dettagliata, si rimanda a questa pagina (bisogna attendere il caricamento della pagina).
  9. ^ Esistono mostri, come Lady Arpia 2 (RDS-018), il cui nome "è (sempre) considerato" ("is (always) treated as") uguale a un altro (in questo caso, Lady Arpia). In casi simili, si applica la regola delle 3 carte (ossia non si possono avere, ad esempio, due Lady Arpia e due Lady Arpia 2 tra Main/Extra/Side Deck). Esistono altresì mostri, come Proto-Cyber Drago (SOI-010), il cui nome è considerato un altro (in questo caso, Cyber Drago) "fino a quando è scoperto sul terreno". Questo significa che si possono possedere, ad esempio, tre Cyber Drago tre Proto-Cyber Drago tra Main/Extra/Side Deck.
  10. ^ Lista delle carte proibite e limitate sul sito ufficiale Konami
  11. ^ Historic Forbidden/Limited_Chart su Yu-Gi-Oh! Wikia
  12. ^ a b Nella versione animata la particolarità di tali regole incide pesantemente sullo svolgimento del gioco, in quanto i duelli si basano su mosse ripetitive e strategie facilmente prevedibili. Molte di queste regole non sono state riprese nella realtà, al fine di rendere il gioco più scorrevole e libero.
  13. ^ Tag-Team Duel su Yu-Gi-Oh! Wikia
  14. ^ Unione dei pack giapponesi La Leggenda del Drago Bianco Occhi Blu e Dio Fantasma
  15. ^ Unione dei pack giapponesi Risvegliatore dei Draghi Demoni Neri e Predoni Metallici
  16. ^ Unione dei pack giapponesi Sovrano della Magia e Servitore del Faraone
  17. ^ Unione dei pack giapponesi Maledizione di Anubis e Bibbia dai Mille Occhi
  18. ^ Unione dei pack giapponesi Labirinto dell'Incubo e Magia della Maschera
  19. ^ Unione dei pack giapponesi Lotta del Caos e Età Mitologica
  20. ^ Unione dei pack giapponesi Guardiano del Faraone e Il Nuovo Sovrano
  21. ^ Unione dei pack giapponesi Avvento dell'Unione e Campione della Magia Nera
  22. ^ Unione dei pack giapponesi Potere dei Guardiani e Minaccia del Mondo dei Demoni Oscuri
  23. ^ Unione dei pack giapponesi Controllore del Caos e Invasone dell'Oscurità
  24. ^ Unione dei pack giapponesi Il Santuario nel Cielo e Eredità del Faraone
  25. ^ Coverage Yu-Gi-Oh! National Championship 2007 su Duelist.it [collegamento interrotto]
  26. ^ Coverage Yu-Gi-Oh! European Championship 2007 su Duelist.it [collegamento interrotto]
  27. ^ Coverage Yu-Gi-Oh! World Championships 2007 su Upper Deck Entertainment [collegamento interrotto]
  28. ^ Card Trivia:Tyler the Great Warrior su Yu-Gi-Oh! Wikia
  29. ^ Tyler the Great Warrior su Yu-Gi-Oh! Wikia

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Yu-Gi-Oh!, manuale delle regole ufficiali, pubblicato da Konami e incluso nei Mazzi Introduttivi e nelle confezioni di alcuni videogiochi.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Giochi da tavolo Portale Giochi da tavolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Giochi da tavolo