Wilson Tucker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wilson Tucker

Wilson Tucker, nome completo Arthur Wilson "Bob" Tucker (Deer Creek, 23 novembre 1914St. Petersburg, 6 ottobre 2006), è stato uno scrittore statunitense, autore di romanzi d'azione, avventura e fantascienza, nonché fan del genere.

Pubblicò il suo primo racconto nel 1941. Quello stesso anno coniò il termine space opera ("melodramma spaziale"), in riferimento a quel sottogenere romantico della fantascienza classica che si basava sull’avventura spaziale (ad esempio le opere di E. E. Smith e Edmond Hamilton), e traendo spunto in ciò dalle già esistenti definizioni horse opera (per il western) e soap opera.

Tucker fu autore significativo, ma non prolifico; per molto tempo diresse una serie di fanzine, da lui inaugurate sin dagli anni trenta, da The Planetoid (fondata nel 1934) a Le Zombie (dal 1938). L’esordio nel romanzo avvenne nel 1951 con La città in fondo al mare, in cui descriveva i rischi del disastro nucleare.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 115744074 LCCN: n/79/15706