White Light, White Heat, White Trash

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
White Light, White Heat, White Trash
Artista Social Distortion
Tipo album Studio
Pubblicazione 1996
Durata 46 min : 33 s
Dischi 1
Tracce 12
Genere Alternative rock[1]
Hard rock[1]
Rock and roll[1]
Etichetta Epic Records
Produttore Michael Beinhorn
Registrazione agosto 1995 - giugno 1996
Social Distortion - cronologia
Album successivo
(1998)

White Light, White Heat, White Trash (aka WLWHWT) è il quinto album della punk rock band statunitense Social Distortion, pubblicato dalla Epic Records il 17 settembre 1996. Il titolo dell'album si rifà all'album White Light, White Heat dei Velvet Underground.

Il suono è più duro che negli album precedenti e rappresenta un ritorno alle radici.

È stato inserito dai lettori della rivista Kerrang! al 41º posto tra i migliori 50 album punk di sempre.[2]

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Dear Lover – 4:43
  2. Don't Drag Me Down – 3:51
  3. Untitled – 4:45
  4. I Was Wrong – 3:58
  5. Through These Eyes – 3:15
  6. Down on the World Again – 3:22
  7. When the Angels Sing – 4:15
  8. Gotta Know the Rules – 3:28
  9. Crown of Thorns – 4:15
  10. Pleasure Seeker – 3:33
  11. Down Here (With the Rest of Us) – 4:19
  12. Under My Thumb (Mick Jagger/Keith Richards) – 2:49

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) White Light, White Heat, White Trash, Allmusic.com. URL consultato l'08-12-2009.
  2. ^ ~~~~ www.rocklist.net ~~~~
Punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk