Volo Indian Airlines 491

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Volo Indian Airlines 491
Un Boeing 737-2A8 simile a quello caduto in una foto del 1998
Un Boeing 737-2A8 simile a quello caduto in una foto del 1998
Tipo di evento Incidente al decollo
Data 26 aprile 1993
Ora 13,06
Tipo Errore dei piloti
Luogo Aeroporto di Aurangabad, Aurangabad (Maharashtra)
Stato India India
Coordinate 19°52′59.87″N 75°19′59.87″E / 19.883297°N 75.333297°E19.883297; 75.333297Coordinate: 19°52′59.87″N 75°19′59.87″E / 19.883297°N 75.333297°E19.883297; 75.333297
Tipo di aeromobile Boeing 737-2A8
Operatore Indian Airlines
Numero di registrazione VT-ECQ
Partenza Aeroporto di Aurangabad
Aurangabad (Maharashtra), India India
Destinazione Aeroporto internazionale di Sahar
Mumbay, India India
Passeggeri 112
Equipaggio 6
Vittime 68
Sopravvissuti 48
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: India

http://aviation-safety.net/database/record.php?id=19930426-1

voci di incidenti aerei presenti su Wikipedia

Il volo Indian Airlines 491 del 26 aprile 1993 era un volo domestico di Indian Airlines programmato dall'aeroporto di Aurangabad nel Maharashtra, nella parte centro-occidentale del Paese, all'aeroporto internazionale di Sahar a Mumbai, India, e precipitato in fase di decollo. Dei 118 a bordo -di cui 112 passeggeri e 6 membri dell'equipaggio- persero la vita 53 passeggeri e due membri dell'equipaggio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 aprile 1993 il Boeing 737-2AB di Indian Airlines con marche VT-ECQ e in uso alla compagnia indiana dal 1974[1]si alzò in volo alle ore 13,06 locali[2] con destinazione Mumbai e in una giornata con temperatura attorno ai 40 gradi centigradi.

Il velivolo era sovraccarico e utilizzò tutta la lunghezza della pista per sollevarsi dalla pista 09; dopo essersi sollevato con il muso, l'aereo urtò con il motore e con il carrello sinistro un camion carico di balle di cotone che transitava su una superstrada a circa 130 metri di distanza dalla fine della pista. Questo tipo di carico può raggiungere anche i 10 metri di altezza e questo spiega il singolare impatto.

L'urto contro il camion provocò una perdita di potenza e di velocità del Boeing che andò poi ad urtare contro delle linee elettriche aeree a circa 2 chilometri e mezzo di distanza e infine precipitò al suolo, incendiandosi nella parte posteriore: tutti i passeggeri che sedevano dietro all'ottava fila non poterono abbandonare l'aereo e morirono bruciati vivi nell'incendio.[3] La responsabilità dell'incidente venne data al pilota dell'aereo che avrebbe iniziato con ritardo la manovra di sollevamento dei velivolo e alle autorità aeroportuali che non sorvegliarono il traffico automobilistico intorno all'aeroporto negli orari di decollo da quella struttura.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Boeing 737 - MSN 20961 - VT-ECQ da AirFleets.net
  2. ^ Accident description da Aviation Safety Network
  3. ^ Il racconto di due sopravvissuti inglesi - 'I had time to think I was going to die': Survivors tell of Indian airliner's last minutes dal sito di The Independent
  4. ^ Inchiesta del Parlamento indiano - Crash of Indian Airlines Boeing 737 Aircraft near Aurangabad Airport on 26.4.1993 dal sito del Parlamento di India