Umiliati e offesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Umiliati e offesi
Titolo originale Униженные и оскорбленные
Autore Fëdor Dostoevskij
1ª ed. originale 1861
Genere Romanzo
Lingua originale russo
Ambientazione Russia

Umiliati e offesi (in russo: Униженные и оскорбленные, Unižennye i oskorblënnye) è un romanzo di Fëdor Dostoevskij, che descrive la decadenza della nobiltà russa di fine Ottocento utilizzando la struttura del romanzo d'appendice. Caratterizzato da un aspro realismo, il libro rappresenta un'efficace descrizione delle umane miserie. Il protagonista, Ivan Petrovič, in cui sono stati ravvisati tratti autobiografici dell'autore, passa da una posizione ricca e invidiata ad uno stato di miseria.

Il romanzo venne pubblicato nel 1861 nella rivista Vremya ("Il Tempo"), fondata poco tempo prima dallo stesso scrittore insieme al fratello Michail, e venne accolto molto freddamente dalla critica del tempo.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

L'elenco di figure che segue, pur senza svelare la trama, permette di orientarsi tra i personaggi e i legami che li uniscono.

  • Ivan Petrovič, (Иван Петрович) a volte chiamato anche Vanja, è il narratore e il personaggio principale del romanzo.
  • Nathalia Nikolajevna, (Наталья Николаевна) chiamata anche Natasha, figlia unica degli Ikmeniev, amante di Aleksej Petrovič.
  • Aleksej Petrovič, (Алексей Петрович) o Aliosha, figlio del principe Piotr Alexandrovic Valkovski.
  • Piotr Alexandrovitch Valkovski, (Петр Александрович Валковский) grande proprietario terriero, padre di Alexej e amante della contessa Zenaida Fiodorovna.
  • Nikolaj Sergeic Ikhmeniev, (Николай Сергеич Ихменев) marito di Anna Andrejevna, padre di Nathalia, già intendente di Piotr Alexandrovic.
  • Anna Andrejevna, (Анна Андреевна) moglie di Nikolaj Sergeic Ikhmeniev, madre di Nathalia.
  • Elena, (Елена) o Nelly, nipote di Smith, accolta da Ivan Petrovic.
  • Katerina Fiodorovna, (Катерина Федоровна) Katia, ricca ereditiera, scelta da Piotr Alexandovic come fidanzata per suo figlio Alexej.
  • Philipp Philippyc Maslobojev, (Филипп Филиппыч Маслобоев) ex compagno di collegio di Ivan Petrovic. Vive di espedienti.
  • Alexandra Semionovna, (Александра Семеновна) compagna di Philipp Philippyc Maslobojev.
  • Smith, (Смит) ex-industriale, di origine inglese, caduto in miseria.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Edizioni originali
  • Униженные и оскорблённые ["Unižennye i oskorblënnye", Umiliati e offesi ], pubblicato a puntate dal gennaio 1861 sulla rivista «Vremja» ("Tempo").
Traduzioni italiane
  • F. D., Umiliati e offesi. Romanzo, traduzione di O. Felyne, L. Neanova e C. Giardini, Milano: Edizioni Alpes, 1928; Milano: Mondadori, 1958; con una cronologia a cura di Arrigo Bongiorno e un estratto dal saggio Dostoevskij di Dmitrij Petrovic Sviatopolk-Mirskij, nota introduttiva all'opera e antologia critica a cura di Piero Santi, Milano: Mondadori, 1991 (coll. "Oscar classici", ISBN 88-04-30716-1).
  • F. D., Umiliati e offesi. Romanzo, traduzione di Leo Gastovinsky, Milano: Casa Editrice Bietti, 1931; 1946.
  • Fjodor Dostojevskij, Umiliati e offesi. Romanzo, prima versione integrale e conforme al testo russo di Carol Straneo Caracciolo, Torino: Slavia, 1932.
  • Feodor Dostojevskij, Umiliati e offesi, versione integrale e conforme al testo russo di Maria Rakovska e Luigi Galeazzo Tenconi, Sesto San Giovanni: Barion, 1939; Milano: Rizzoli, 1955 (coll. "BUR").
  • F. Dostoievsky, Umiliati e offesi, traduzione di Carlo Ursin, Milano: Editrice Lucchi, 1959; 1968.
  • F. D., Umiliati e offesi, traduzione di Clara Coïsson, introduzione di Ernesto Livraghi, Torino: Einaudi, 1982 (coll. "Gli struzzi"); 2006 (coll. "ET", ISBN 88-06-18455-5).

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura