Trichogaster pectoralis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Trichogaster pectoralis
Snakeskin gourami.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Anabantoidea
Famiglia Osphronemidae (=Belontiidae)
Sottofamiglia Trichogastrinae
Genere Trichogaster
Specie 'T. pectoralis'
Nomenclatura binomiale
Trichogaster pectoralis
Regan, 1910

Trichogaster pectoralis è un pesce osseo d'acqua dolce appartenente alla famiglia Osphronemidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

È endemico del bacino del Mekong in Asia sudorientale. Presente anche nel Chao Phraya[2]. Risulta introdotto e naturalizzato in varie aree tropicali nel mondo tra cui la Colombia e quasi tutti i paesi tropicali asiatici, talvolta comportandosi come una pericolosa specie aliena e danneggiando le popolazioni ittiche autoctone[3].

Vive in ambienti con acque ferme o quasi, poco profonde e ricche di piante acquatiche. Comune nelle foreste inondate[2].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il corpo è piuttosto appiattito e compresso lateralmente. La pinna dorsale è unica: ha una parte anteriore di brevi raggi spinosi seguiti dalla parte molle con raggi più lunghi. La pinna caudale è leggermente incisa al centro. Le pinne ventrali hanno il primo raggio allungatissimo (arriva alla pinna caudale), con funzioni sensoriali. Il corpo è coperto di fasce scure oblique e incrociate, talvolta poco visibili. Una fascia scura, più o meno continua o suddivisa in macchie allineate, va dall'occhio al peduncolo caudale. Misura fino a 25 cm per 500 grammi di peso, comunemente misura fino a 15 cm[2].

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

È in grado di respirare aria atmosferica[2].

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Prevalentemente vegetariano[2].

Pesca[modifica | modifica sorgente]

La carne di questo pesce è molto apprezzata nelle regioni di origine, viene consumata alla griglia o in zuppa. In Thailandia esiste un fiorente mercato di individui essiccati tra le zone di pesca della specie e le regioni dove questa non è presente. Viene inoltre allevato in piscicoltura sia per il mercato acquariofilo che come pesce da consumo[2].

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Può essere allevato negli acquari domestici anche se raggiunge dimensioni piuttosto grandi[2].

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

La vastità dell'areale e l'acclimatazione della specie in aree estranee all'areale naturale fanno si che questa specie sia considerata a rischio minimo. Alcune popolazioni tuttavia sono in diminuzione a causa dell'inquinamento (non tollerato da T. pectoralis) e della distruzione dell'habitat. Quasi tutti gli individui sul mercato, sia acquariofilo che alimentare, provengono da allevamenti[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Trichogaster pectoralis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ a b c d e f g (EN) Trichogaster pectoralis in FishBase. URL consultato il 09/09/2014.
  3. ^ (EN) Sommario delle introduzioni da Fishbase

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci