Tiefencastel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tiefencastel
comune
Tiefencastel – Stemma
Tiefencastel – Veduta
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Graubünden matt.svg Grigioni
Distretto Albula
Amministrazione
Lingue ufficiali Tedesco e Romancio
Territorio
Coordinate 46°39′N 9°34′E / 46.649999°N 9.566667°E46.649999; 9.566667 (Tiefencastel)Coordinate: 46°39′N 9°34′E / 46.649999°N 9.566667°E46.649999; 9.566667 (Tiefencastel)
Altitudine 887 m s.l.m.
Superficie 14,85 km²
Abitanti 261 (2005)
Densità 17,58 ab./km²
Frazioni Prada
Comuni confinanti Alvaneu, Alvaschein, Brienz/Brinzauls, Cunter, Filisur, Mon, Riom-Parsonz, Savognin, Stierva, Surava
Altre informazioni
Cod. postale 7450
Prefisso 081
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 3505
Targa GR
Nome abitanti Tiefencastler
Circolo Alvaschein
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Tiefencastel
Tiefencastel – Mappa
Sito istituzionale

Tiefencastel (Casti in romancio, Imocastello o Castino in italiano storico) è un comune svizzero del Canton Grigioni di 261 abitanti.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Tiefencastel è situato nella valle dell'Albula, presso la confluenza del Giulia. Dista 29 km da Coira, 34 km da Davos, 49 km da Sankt Moritz e 102 km da Bellinzona. È servito dalla stazione ferroviaria omonima della Ferrovia Retica, sulla linea dell'Albula. L'uscita autostradale di Thusis sud, sulla A13/E43, dista 12 km.

Il punto più elevato del comune è a quota 3098 m s.l.m. sul Piz Mitgel, al confine con Savognin e Filisur.

Stemma[modifica | modifica sorgente]

In argento (bianco) con uno scaglione blu, due torri rosse con un portale nel mezzo dello stesso colore. Lo scaglione sta a significare la confluenza tra il Giulia (a sinistra) e l'Albula (a destra). La parte inferiore mostra il castello medioevale. I colori appartengono ai Signori di Vaz.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Tiefencastel è stato menzionato per la prima volta nell'831 con il nome di Castello Impitinis, intorno al XIV secolo era conosciuto come Tüffencastel.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

La chiesa di Mistail

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • AA. VV., Storia dei Grigioni, 3 volumi, Collana «Storia dei Grigioni», Edizioni Casagrande, Bellinzona 2000

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Parco Ela

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Svizzera