Thomas Platter il Giovane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Thomas Platter il Giovane (Basilea, 24 luglio 1574Basilea, 4 dicembre 1628) è stato un medico svizzero.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Suo padre era l'umanista Thomas Platter il Vecchio e nacque dal suo secondo matrimonio con Esther Gross. La registrazione più diretta della vita di Platter è il diario che egli tenne, scritto in tedesco[1], tra circa il 1595 e il 1600. In esso dettaglia la sua vita di studente di medicina a Montpellier e i suoi viaggi successivi in Francia, Spagna, Fiandre e Inghilterra. Il diario fornisce dettagli su molti aspetti della cultura europea di fine seicento: l'educazione medica (incluse le dissezioni), la vita di strada e il carnevale a Barcellona, il teatro europeo e gli aspetti pratici del commercio degli schiavi[2].

Probabilmente, la parte più studiata del suo diario[3] è il suo resoconto di un viaggio compiuto a Londra nel 1599 con il suo fratellastro maggiore, Felix Platter, che includeva una visita effettuata il 21 settembre, verso le due di pomeriggio, al Globe Theatre. Platter vide una produzione iniziale del Giulio Cesare di Shakespeare: il suo racconto fornisce agli studiosi di Shakespeare la base per la datazione della tragedia[4].

Nel 1600 conseguì il dottorato in Medicina; nel 1614 divenne professore di Anatomia e Botanica e nel 1624 di Medicina all'Università di Basilea; terminò la sua carriera divenendone Decano e poi Rettore. Nello stesso periodo, esercitò la professione di medico.

Suo figlio Felix Platter (1605–1671) fu professore di Logica e Fisica e lasciò parecchie opere sull'Astronomia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ William Driver Howarth e Jan Clark, French Theatre in the Neo-classical Era, 1550-1789, Cambridge University Press (1997), pag. 45.
  2. ^ Jennifer Speake, Literature of Travel and Exploration, Taylor and Francis (2003), pagg. 967-8
  3. ^ J. R. Mulryne, Margaret Shrewring, Shakespeare's Globe Rebuilt, Cambridge Press (1997), pag. 190.
  4. ^ Marvin Spevack, Introduction to "Julius Caesar" by William Shakespeare, New Cambridge Shakespeare (Cambridge University Press, 1988), pagg. 3-4)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Jakob Baechtold, Platter, Thomas in: Allgemeine Deutsche Biographie (ADB), Volume 26, Duncker & Humblot, Lipsia (1888), pagg. 265–267.
  • (IT) Edgar Bonjour, Platter, Thomas in: Dizionario Storico della Svizzera
  • (DE) Rut Keiser, Aus dem Tagebuch von Thomas Platter dem Jüngeren, in: Basler Zeitschrift für Geschichte und Altertumskunde, 63. Bd. (1963), pagg. 75–111. (testo integrale)
  • (DE) Emmanuel Le Roy Ladurie: Eine Welt im Umbruch. Der Aufstieg der Familie Platter 1499 bis 1628, Klett-Cotta, Stuttgart (1998), ISBN 3-608-91779-9.
  • (FR) Emmanuel Le Roy Ladurie, Francine-Dominique Liechtenhan, L'Europe de Thomas Platter (1599-1600), Fayard (2006), ISBN 2213627851.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 64050195 LCCN: n80164390

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie