La torre delle menzogne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da The Tower of Lies)
La torre delle menzogne
Titolo originale The Tower of Lies
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1925
Durata 7 rulli (70 min circa)
Colore B/N (colorato)
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere drammatico
Regia Victor Seastrom (Victor Sjöström)
Soggetto dal romanzo L'imperatore di Portugallia di Selma Lagerlöf)
Sceneggiatura Agnes Christine Johnston, Max Marcin

Didascalie: Ruth Cummings, Marian Ainslee

Produttore Irving Thalberg
Casa di produzione MGM
Fotografia Percy Hilburn
Montaggio J. Haden
Scenografia Cedric Gibbons, James Basevi
Interpreti e personaggi

La torre delle menzogne (The Tower of Lies) è un film muto del 1925 diretto da Victor Sjöström, tratto da L'imperatore di Portugallia (Kejsarn av Portugallien en Värmlandsberättelse) di Selma Lagerlöf, premio Nobel per la letteratura nel 1909.

Prodotto da Irving Thalberg, il film fu girato in California, nella zona del delta del fiume Sacramento. Uscì nelle sale l'11 ottobre 1925, distribuito dalla MGM.

Fu la seconda collaborazione che vide insieme Victor Sjöström, Lon Chaney e Norma Shearer, un anno dopo L'uomo che prende gli schiaffi.

La pellicola è considerata perduta ma sembra che ne esista una copia in Danimarca[1].

Trama[modifica | modifica sorgente]

In una fattoria della Scandinavia, Jan lavora duramente dalla mattina alla sera. Vive con la moglie ma non hanno figli. Finalmente, un giorno Katrina resta incinta. La bambina che nasce viene chiamata Glory. Jan è l’uomo più felice del mondo e festeggia con il villaggio. Gli anni passano, Glory cresce nell’affetto del padre. Un giorno muore un amico dell'agricoltore, il proprietario del fondo dove lui vive e lavora, e la proprietà viene venduta.

Il nuovo padrone chiede a Jan e agli altri agricoltori trecento dollari, altrimenti verranno mandati via. Glory, ormai grande, decide di andare in città a cercarsi un lavoro per aiutare i suoi. La lunga assenza di Glory porta a sragionare Jan che comincia a credersi imperatore di un paese di sogno. Quando Glory torna a casa, viene guardata con sospetto, come una prostituta. Umiliata, prende il traghetto per tornare in città. Sull’imbarcazione incontra Lars, che la annoia con le sue proposte di matrimonio. Succede una catastrofe quando Lars cade tra le pale della ruota della nave e annega.

Jan, disperato per la partenza di Glory, la insegue fuori di testa sulla nave, perde l’equilibrio e cade, annegando anche lui. Poco dopo la tragedia, Glory - redenta - torna alla fattoria per restare e sposa August, il figlio del proprietario del fondo, che conosce fin da bambina.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Prodotto da Irving Thalberg, il film venne girato in California, nella zona del delta del fiume Sacramento.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film uscì nelle sale, distribuito dalla MGM, l'11 ottobre 1925.

Date di uscita[modifica | modifica sorgente]

IMDb

  • USA 11 ottobre 1925
  • Finlandia 13 settembre 1926
  • Portogallo 28 dicembre 1927

Alias

  • Amor de padre Spagna
  • Der Vater der Sünderin Austria
  • No Reino da Quimera Portogallo
  • O anthropos horis kardia Grecia
  • Portugalian keisari Finlandia

Divieti[modifica | modifica sorgente]

In Italia il film venne vietato ai minori di 15 anni.[2]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) John Douglas Eames, The MGM Story Octopus Book Limited, Londra 1975 ISBN 0-904230-14-7
  • (EN) Jack Jacobs, Myron Braum, The Films of Norma Shearer Citadel Press, Secaucus, New Jersey 1977 ISBN 0-8065-0607-5

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.silentera.com/PSFL/data/T/TowerofLies1925.html
  2. ^ Italiataglia.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema