The BossHoss

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Boss Hoss
I Boss Hoss in concerto in Germania 2013
I Boss Hoss in concerto in Germania 2013
Paese d'origine Germania Germania
Genere Rock("Country Trash Punk Rock")
Periodo di attività 2004 – in attività
Sito web

I BossHoss sono una band berlinese formatasi nel 2004, all'inizio facendo cover in stile country western di famosi brani pop, rock e hip hop come "Hot in Herre" di Nelly, "Toxic" di Britney Spears e "Hey Ya!" degli Outkast. Nelle loro performance adottano comportamenti tipici dell'immagine stereotipica del cowboy americano, indossando lo stetson, canottiere, grandi occhiali da sole, bottiglie di whiskey, e urlando il tipico yeehaw. La band identifica il suo stile musicale come "Country Trash Punk Rock".

Membri del gruppo[modifica | modifica sorgente]

  • Boss Burns (Alec Völkel) cantante e washboard
  • Hoss Power (Sascha Vollmer) cantante e chitarra acustica
  • Sir Frank Doe (Ansgar Freyberg) batteria
  • Hank Williamson (Malcolm Arison / in precedenza Hank Doodle, Mathias Fauvet) mandolino, washboard e arpa
  • Guss Brooks (André Neumann) basso acustico
  • Russ T. Rocket (Stefan Buehler / in precedenza Russ T. Nail, Dean Micetich) chitarra elettrica
  • Ernesto Escobar de Tijuana (Tobias Fischer) percussioni

Storia del gruppo[modifica | modifica sorgente]

I Boss Hoss in concerto in Germania il 16 giugno 2007

2004[modifica | modifica sorgente]

Il gruppo si è formato a Berlino da Boss e Hoss e prende il nome dalla omonima canzone dei The Sonics. Furono ospiti del popolare spettacolo musicale Tracks (trasmesso dal canale franco-tedesco ARTE) e suonarono dal vivo durante la Kiel Week. Alla fine del 2004 firmarono un contratto con la sezione tedesca della Universal Music.

2005[modifica | modifica sorgente]

Esce il loro album di debutto, intitolato "Internashville Urban Hymns", e ottengono un contratto di promozione con l'industria di gelati Langnese, per la quale fecero la cover "Like Ice In The Sunshine", usata poi negli spot televisivi dei gelati. In quell'anno tennero circa 180 concerti. Nello stesso anno adattarono il brano "Ca plane pour moi" dell'artista belga Plastic Bertrand.

2006[modifica | modifica sorgente]

Scrissero ed eseguirono la colonna sonora del film "FC Venus".[1] In seguito esce il loro primo singolo, intitolato "I Say A Little Prayer", il 28 aprile e il loro secondo album, "Rodeo Radio", il 19 maggio. Di questo secondo album solo la metà erano cover, essendo costituita l'altra metà di brani propri. Dopo l'uscita di questo secondo album anche il primo ebbe un aumento di vendite e di ascolti, raggiungendo le 100,000 copie vendute entro la fine di maggio 2006 e divenne disco d'oro in Germania. I BossHoss tennero numerosi concerti in Germania e nei festival estivi di tutta Europa.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Albums[modifica | modifica sorgente]

  • Internashville Urban Hymns (uscito il 23 maggio 2005)
  • Rodeo Radio (uscito il 19 maggio 2006)
  • Stallion Battalion (uscito il 26 ottobre 2007)
  • Stallion Battalion live from Cologne (uscito il 2008) (doppio CD più DVD)
  • Do or Die (2009)
  • Low Voltage (uscito il 23 aprile 2010)

Singoli[modifica | modifica sorgente]

DVD[modifica | modifica sorgente]

  • Internashville Urban Hymns, die DVDs (2005) (disponibile solo in Germania)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ FC Venus - Made in Germany (2006) - IMDb

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]