Tatami

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo programma televisivo, vedi Tatami (programma televisivo).

Il tatami (畳) è una tradizionale pavimentazione giapponese composta da pannelli rettangolari affiancati fatti con paglia di riso intrecciata e pressata.[1][2] Può anche avere diversi spessori che mediamente raggiungono i 6 cm. Le dimensioni non sono fisse variando da zona a zona. Orientativamente il tatami è lo spazio occupato da una persona sdraiata. Le misure più frequenti sono 90 cm × 180 cm oppure 85 cm × 180 cm. Vi sono anche i mezzi tatami di 90 × 90 oppure 85 × 85.[3] La stanza con pavimento di questo tipo viene designata washitsu (和室), mentre quando si parla di una stanza all'occidentale si usa la parola yōshitsu (洋室).

Tatami con ro e robuchi.

Il tatami è utilizzato come unità di misura degli ambienti, così se si dice che una stanza è di dieci tatami, o di quattro, l'interlocutore ha ben chiara la dimensione.

I margini sono squadrati e i due lati più lunghi sono orlati con una fettuccia larga di lino nero o cotone; quelli delle case nobiliari hanno, intessuti nella fettuccia, dei motivi ornamentali in bianco e nero. In Giappone il tatami accompagna tutta la vita familiare: il sonno, i pasti, l'amore e anche la morte.

Anche la tradizionale cerimonia del tè si svolge sui tatami o con un braciere appoggiato o con una modifica di uno dei tatami, ricavando, in un angolo, una buca quadrata (ro) con cornice laccata detta robuchi.

Sul tatami è doveroso camminare senza suole (scarpe, zoori, zoccoli, ciabatte) ma solo con calze o a piedi nudi. La calza tradizionale da usare sul tatami si chiama tabi, ha la particolarità di essere di colore bianco e con l'infradito, così da consentire, usciti dalla stanza, l'uso di sandali di tale foggia.

Il tatami viene poggiato su una struttura di legno incrociata.[4]

Nelle discipline sportive come il Jūdō, il tatami è usato come materasso su cui cadere, di colore verde o rosso viene disposto anche per delimitare le aree di gara durante le competizioni agonistiche. I nuovi tatami hanno un bordo seghettato per incastrarsi meglio con quello accanto, sono realizzati solo con polimeri e hanno le due superfici di colore rosso l'una e verde l'altra.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Storia del tatami, VivereZen.it
  2. ^ Storia, manutenzione e usi del Tatami, Cinius.com
  3. ^ Tatami misure, VivereZen.it
  4. ^ Tatami struttura letto, Onfuton

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]