TOP500

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Potenza di calcolo totale dei sistemi elencati dalla TOP500 dal 1993 al 2014. La scala che indica la potenza (Y) in GigaFLOPS è in base logaritmica

Il progetto TOP500 mira a creare una lista aggiornata dei 500 più potenti supercomputer non distribuiti del pianeta. Il progetto venne avviato nel 1993 e aggiorna la lista dei sistemi due volte all'anno. Il primo aggiornamento coincide con l'International Supercomputing Conference di giugno, il secondo si ha a novembre durante la ACM/IEEE Supercomputing Conference. Il progetto mira a fornire una base di riferimento comune per analizzare l'evoluzione del supercalcolo. Le prestazioni dei sistemi vengono valutate tramite il benchmark HPL, una implementazione portabile del benchmark LINPACK scritta in Fortran per sistemi non distribuiti.

La lista TOP500 è compilata da Hans Meuer dell'University of Mannheim, in Germania, da Jack Dongarra dell'University of Tennessee, Knoxville, Erich Strohmaier e Horst Simon del NERSC/LBL.

Storia del progetto[modifica | modifica sorgente]

All'inizio degli anni novanta la diffusione di diversi supercomputer, basati su architetture e filosofie diverse rendeva difficile definire quale fosse il sistema più potente del pianeta. All'inizio del 1992 presso l'Università di Mannhein venne avviata la creazione di una lista dei più potenti sistemi del pianeta. All'inizio del 1993 Jack Nongarra persuase i responsabili del progetto a utilizzare il test LINPACK per misurare le prestazioni dei sistemi. Il primo elenco venne pubblicato nel maggio del 1993 utilizzando dati presenti su internet, incluse le seguenti liste:[1][2]

Le informazioni furono utilizzate per compilare le prime due liste. Dal giugno 1993 la TOP500 viene aggiornata ogni due anni tramite le informazioni provenienti dai produttori e dai proprietari dei sistemi.

Fin dal 1993 la potenza di calcolo del sistema in prima posizione segue la legge di Moore e ogni 14 mesi si raddoppia. Il più rapido sistema a giugno 2010 è 29 000 volte più potente del primo sistema del 1993.

Confronto primi 10 paesi (Giugno 2012)[3]
Nazione Numero di
supercomputer
nella TOP500
Rmax
Rpeak
(Gflops)
Core
Stati Uniti Stati Uniti 252 59975467.14

83791305.32

7177573
Cina Cina 68 11397100.01

21026219.56

1427790
Giappone Giappone 35 18007709.3

22089963.56

1343882
Regno Unito Regno Unito 25 6633642.5

8891873.58

578704
Francia Francia 22 6358046.4

7915307.1

635848
Germania Germania 20 8133773.67

9905038.56

903340
Canada Canada 10 1424183.6

1912068.32

155344
Italia Italia 8 2485851.21

3195466.94

226576
Australia Australia 6 1162576.32

1535169.92

110306
Russia Russia 5 1293026.7

2302616.4

115120

Sistema in prima posizione dal 1993[modifica | modifica sorgente]

Lista[modifica | modifica sorgente]

La seguente tabella mostra le prime dieci posizioni della 39ª TOP500, pubblicata il 18 giugno 2012.[4]
Posizione Rmax
Rpeak
(TFLOPS)
Nome Computer
Core, Architettura
Produttore Sito
Nazione, Anno
Sistema operativo
1 16.324
20.132
Sequoia Blue Gene/Q
PowerPC A2, Custom
IBM Lawrence Livermore National Laboratory
 Stati Uniti Stati Uniti, 2011
Linux
2 10.510
11.280
K computer RIKEN
SPARC64 VIIIfx, Tofu
Fujitsu RIKEN
 Giappone Giappone, 2011
Linux
3 8.162
10.066
Mira Blue Gene/Q
PowerPC A2, Custom
IBM Argonne National Laboratory
 Stati Uniti Stati Uniti, 2012
Linux
4 2.897
3.185
SuperMUC iDataPlex DX360M4
Xeon E5–2680, InfiniBand
IBM Leibniz-Rechenzentrum
 Germania Germania, 2012
Linux
5 2.566
4.701
Tianhe-1A NUDT YH Cluster
Xeon 5670 + Tesla 2050, Arch[5]
NUDT National Supercomputing Center of Tianjin
 Cina Cina, 2010
Linux
6 1.941
2.627
Jaguar Cray XT5
Opteron 6274 + Tesla 2090, Cray Gemini
Cray Oak Ridge National Laboratory
 Stati Uniti Stati Uniti, 2009
Linux (CLE)
7 1.725
2.097
Fermi Blue Gene/Q
PowerPC A2, Custom
IBM CINECA
 Italia Italia, 2012
Linux
8 1.380
1.677
JuQUEEN Blue Gene/Q
PowerPC A2, Custom
IBM Forschungszentrum Jülich
 Germania Germania, 2012
Linux
9 1.359
1.667
Curie Bullx B510
Xeon E5–2680, InfiniBand
Bull TGCC at CEA, and GENCI
 Francia Francia, 2012
Linux (bullx)
10 1.271
2.984
Nebulae TC3600 Blade
Xeon 5650 + Tesla 2050, InfiniBand
Dawning NSCS
 Cina Cina, 2010
Linux
La seguente tabella mostra i supercomputer in Italia nella 39ª TOP500, pubblicata il 18 giugno 2012.[6]
Posizione Sistema Core Rmax (GFlops) Rpeak (GFlops) Produttore Sito Anno
7 BlueGene/Q, Power BQC 16C 1.60GHz, Custom / 2012 163840 1725492 2097152 IBM CINECA 2012
121 iDataPlex DX360M4, Xeon E5-2670 8C 2.600GHz, Infiniband FDR 7680 148777,78 159744 IBM Centro Euro-Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici 2012
123 iDataPlex DX360M3, Xeon E5645 6C 2.40 GHz, Infiniband QDR, NVIDIA 2070 10240 142700 293171 IBM CINECA / SCS - SuperComputing Solution 2011
133 HP ProLiant SL390s G7 Xeon 6C X5650, Infiniband 15360 131200 163430,4 HP Energy Company (A) 2011
161 Eurotech Aurora, Xeon X5690 6C 3.470GHz, Infiniband QDR, NVIDIA 2090 9760 110526 206336 Eurotech E-Security - Selex Elsag 2012
246 BladeCenter HS22 Cluster, Xeon QC X55xx 2.66 GHz, Infiniband 10224 87438,39 109028,74 IBM Energy Company (A) 2011
303 Power 575, p6 4.7 GHz, Infiniband 5376 78680 101068,8 IBM CINECA 2009
499 BladeCenter HS23 Cluster, Xeon E5-2650 8C 2.000GHz, Infiniband QDR 4096 61037,04 65536 IBM Energy Company (A) 2012

Legenda[modifica | modifica sorgente]

  • Posizione Posizione nella classifica TOP500. Nella classifica la posizione viene definita in base alla Rmax. Nel caso due sistemi abbiano lo stesso valore di Rmax, si utilizza il valore Rpeak. Per i siti con lo stesso sistema l'ordine dipende dalla memoria installato e per ultimo si utilizza l'ordine alfabetico.
  • Rmax – Il massimo valore ottenuto con il benchmark LINPACK. Questo rappresenta il numero di operazioni in virgola mobile eseguite dal sistema durante lo svolgimento dei test.
  • Nome – Molti supercomputer sono unici e quindi il proprietario tende ad assegnare un nome specifico al sistema.
  • Computer – La piattaforma sulla quale è costruito il sistema.
  • Core, Architettura – Il numero di Core coinvolti nello svolgimento dei test. In seguito viene indicata l'architettura dei core e se di interesse l'architettura di rete utilizzata per connettere le unità di calcolo.
  • Produttore – Il produttore del sistema.
  • Sito – Nome del sito dove è installato il sistema.
  • Nazione – Nazione dove si trova il sito.
  • Anno – Anno di installazione/di aggiornamento del sistema.
  • Sistema Operativo – Sistema operativo utilizzato dal supercomputer

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ AN INTERVIEW WITH JACK DONGARRA by Alan Beck, editor in chief HPCwire
  2. ^ Statistics on Manufacturers and Continents
  3. ^ TOP500 Statistics, TOP500.
  4. ^ TOP500 Supercomputing Sites
  5. ^ Top100爆冷门 天河一号力压星云再夺魁, 28 ottobre 2010.
  6. ^ TOP500 Supercomputing Sites

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica