Sublime porta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Impero ottomano.

Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
La Sublime Porta in epoca ottomana.
La Bab-ı Ali nel 2006.

Sublime porta (in turco Bab-ı Ali, in arabo باب عالی), ossia Porta Superiore o Suprema, o anche Porta ottomana, è un'architettura nei pressi del Topkapi, a Costantinopoli (l'attuale Istanbul).

L'espressione vie anche usata, per antonomasia, per indicare il governo dell'Impero ottomano.

Origine del termine[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dal portone, situato a Istanbul nelle immediate vicinanze del Topkapi, che conduceva al quartier generale del gran visir, dove il sultano teneva la cerimonia di benvenuto per gli ambasciatori stranieri. Era un'antica pratica orientale quella di rendere luogo di assemblea le porte delle città e dei palazzi reali.

Il termine ha origine dal francese, che era la lingua franca della diplomazia europea. In seguito passò ad indicare il Ministero degli Esteri e in epoca contemporanea l'ufficio del governatore (Wali) della Provincia di Istanbul. Il nome è stato interpretato anche come riferimento alla posizione dell'Impero Ottomano, come punto di passaggio tra Europa ed Asia.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]