Stefano Zacchiroli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stefano Zacchiroli

Stefano Zacchiroli (16 marzo 1979) è un programmatore italiano. È stato 'Debian Project Leader dal 2010 al 2013[1], succedendo a Steve McIntyre precedendo Lucas Nussbaum.

Nel 2001 diventa un programmatore del progetto Debian; nel 2004, dopo aver partecipato al LinuxTag, divenne più coinvolto nella comunità Debian e nel progetto stesso.

Zacchiroli ha conseguito il suo dottorato in informatica nel 2007 all'Università di Bologna e si è successivamente recato all'Università Paris Diderot per la sua ricerca post-dottorato. Fa parte del progetto MANCOOSI in cui lavora all'applicazione di metodi formali alla soluzione di problemi di complessità nella gestione di distribuzioni GNU/Linux.

Dal punto di vista tecnico, Zacchiroli è stato partecipe in Debian principalmente nel packaging di Objective Caml e nel gruppo di garanzia di qualità.

Nell'aprile 2011 è stato rieletto come project leader dopo una campagna senza avversari[2]; il 16 aprile 2012 è stato riconfermato dalla comunità Debian per la terza volta alla carica di project leader[3][4]. Nel 2013 ha annunciato di non volersi ricandidare, e Lucas Nussbaum è stato eletto come project leader[5].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ A Brief History of Debian – Chapter 2 - Leadership, Debian. URL consultato il 12-05-2013.
  2. ^ Debian Project Leader Election 2011 Results. URL consultato il 16 aprile 2011.
  3. ^ (EN) Debian Project Leader Election 2012 Results, Debian. URL consultato il 16 aprile 2011.
  4. ^ L'avanzata del free software. "Non rinunciate al controllo", repubblica.it. URL consultato il 16 aprile 2011.
  5. ^ (EN) Debian Project Leader Elections 2013, Debian. URL consultato il 12-05-2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie