Sindattilia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Sindattilia
New born boy showing complete complex syndactyly with two fingers right hand.JPG
Neonato con sindattilia completa del III e IV dito della mano
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 755.1
ICD-10 (EN) Q70

La sindattilia è un'anomalia congenita che consiste nella fusione di due o più dita delle mani o dei piedi (più raro). La fusione completa di tutte le dita, è detta anche "mano a cucchiaio"[1] e piede palmato.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il termine è utilizzato sia in relazione al processo evolutivo che ha interessato alcune specie animali sia per descrivere una malformazione congenita nell'uomo. In questo secondo caso può trattarsi o della sola unione fibrosa dei tessuti molli delle dita interessate o di fusione ossea.

Sindattilia parziale del III e IV dito del piede

Si interviene chirurgicamente, con intervento di chirurgia plastico-ricostruttiva, di solito in primissima età (da 18 a 36 mesi). Più complicato il caso se la fusione non è solo cutanea e muscolare, ma riguarda anche le falangi delle dita.

Patologie a cui è correlata[modifica | modifica wikitesto]

La sindattilia nella metà circa dei casi è ereditaria, e a volte è associata alla clinodattilia. Può anche essere presente in alcuni pazienti con la sindrome di VATER o con la Sindrome di Apert.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hesperia Hospital, Chirurgia della Mano. URL consultato il 15 agosto 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina