Santana (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santana
Fotografia di Santana
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rock latino
Hard rock
Blues rock
Fusion
Rock psichedelico
Periodo di attività 1966 – in attività
Album pubblicati 55
Sito web

I Santana sono un numero flessibile di musicisti che accompagnano Carlos Santana sin dagli anni sessanta. Come lo stesso Santana, il gruppo è conosciuto per aver contribuito a rendere il genere latin rock famoso in tutto il mondo.

Il gruppo si forma nel 1966 a San Francisco come Santana Blues Band e fa il suo esordio dal vivo verso la fine di quell'anno al Mission District della stessa città californiana[1], esibizione che verrà immortalata nell'album The Live Adventures of Mike Bloomfield and Al Kooper (1968)[1]. Cambiata denominazione semplicemente in Santana, la band si esibisce per la prima volta al Fillmore West nel giugno del 1968[2].

I primi membri erano Carlos Santana (chitarra solista), Tom Frazier (chitarra), Mike Carabello (percussioni), Rod Harper (batteria), Gus Rodriguez (basso) e Gregg Rolie (tastiera e voce). Negli anni seguenti, i membri del gruppo sono spesso cambiati per diverse ragioni, e dal 1971 al 1972 c'è stata una breve separazione fra il gruppo e Santana.

Nel 1998, il gruppo è stato inserito nella Rock & Roll Hall of Fame, con Carlos Santana, José Chepito Areas, David Brown, Mike Carabello, Gregg Rolie e Michael Shrieve.

Precedenti membri del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Voce[modifica | modifica wikitesto]

Tastiere[modifica | modifica wikitesto]

Chitarra[modifica | modifica wikitesto]

Basso[modifica | modifica wikitesto]

Batteria[modifica | modifica wikitesto]

Percussioni[modifica | modifica wikitesto]

Altri strumenti[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia di Carlos Santana.

Album[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • Live (1972)
  • Love Devotion Surrender (1973)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b pag.246 de Il Grande Rock vol.2, Istituto Geografico De Agostini Novara 1991.
  2. ^ pag.2484 dell'Enciclopedia del Rock vol.9, a cura di Gianluca Testani e Mauro Eufrosini, Gruppo editoriale l'Espresso Roma 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]