Rhinopithecus brelichi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rinopiteco dal mantello bianco[1]
Immagine di Rhinopithecus brelichi mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[2]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Haplorrhini
Infraordine Simiiformes
Parvordine Catarrhini
Famiglia Cercopithecidae
Sottofamiglia Colobinae
Genere Rhinopithecus
Specie R. brelichi
Nomenclatura binomiale
Rhinopithecus brelichi
Thomas, 1903

Il rinopiteco dal mantello bianco (Rhinopithecus brelichi)[1], noto anche come rinopiteco grigio o rinopiteco del Guizhou[2], è una specie di primate della famiglia dei Cercopitecidi[1][2]. È endemico della Cina[1], dove è noto come scimmia pelosa dorata del Guizhou (黔金丝猴) o scimmia pelosa dorata grigia (灰金丝猴). È minacciato dalla distruzione dell'habitat[2]. Delle tre specie di rinopitechi che vivono in Cina, quello dal mantello bianco è il più minacciato: in natura ne rimangono solamente meno di 750 esemplari, suddivisi in circa 20 gruppi.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

L'areale del rinopiteco dal mantello bianco è ristretto solamente alla Riserva Naturale dei Monti Fanjing (梵净), un'area di 400 km² situata all'interno dei Monti Wuling (武陵), nella provincia del Guizhou. Questa specie compie spostamenti in senso altitudinale a seconda delle stagioni: d'inverno la troviamo a 500-800 m, mentre in estate è diffusa tra i 1400 e i 2200. D'inverno, i 20 gruppi si riuniscono insieme per formare tre grandi gruppi, che si divideranno di nuovo nei gruppi originari in estate. I maschi adulti sono lunghi 63-69 cm, esclusa la coda, che misura 84-90 cm. Le femmine sono più piccole dei maschi.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

Nonostante sia protetto dalla legge, il rinopiteco dal mantello bianco è seriamente minacciato a causa della distruzione dell'habitat. La Riserva Naturale dei Monti Fanjing, dove vive l'intera popolazione di questo rinopiteco, è stata istituita solo nel 1978; purtroppo, la foresta che ricopre i margini settentrionali di questi monti è stata distrutta in passato a causa dell'attività mineraria e il rimboschimento dell'area, che dura tuttora, non ha ancora riportato la foresta ai livelli ottimali per la sopravvivenza di questa specie.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Groves, Colin (16 November 2005). in Wilson, D. E., and Reeder, D. M. (eds): Mammal Species of the World, 3rd edition, Johns Hopkins University Press, 542-543. ISBN 0-8018-8221-4.
  2. ^ a b c d (EN) Rhinopithecus brelichi in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi