Produzione snella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
IMPIANTI INDUSTRIALI
Produzione industriale
Progettazione di prodotto
Progettazione di processo
Progettazione di sistema

Il termine Produzione snella (dall'inglese lean manufacturing o lean production) è stato coniato dagli studiosi Womack e Jones nel libro "La macchina che ha cambiato il mondo", in cui i due studiosi hanno per primi analizzato in dettaglio e confrontato le prestazioni del sistema di produzione dei principali produttori mondiali di automobili con la giapponese Toyota, rivelando le ragioni della netta superiorità di quest'ultima rispetto a tutti i concorrenti.

La lean production è dunque una generalizzazione e divulgazione in occidente del sistema di produzione Toyota (o Toyota Production System - TPS), che ha superato i limiti della produzione di massa (sviluppato da Henry Ford e Alfred Sloan) applicata allora (e ancora oggi) dalla quasi totalità delle aziende occidentali.

Produzione snella.png

La lean production identifica una filosofia che mira a minimizzare gli sprechi fino ad annullarli, le forme di spreco definitie nell'ambito del Toyota Production System sono, per chi conserva un'impostazione protofordista, controintuitive :

  • Eccesso di attività (realizzare attività che non producono valore )
  • Movimento (Spostarsi per raggiungere materiali lontano dal punto di utilizzo )
  • Difetti (produrre scarti o rilavorazioni)
  • Scorta (acquistare o produrre materiali in eccesso rispetto al fabbisogno del processo successivo)
  • Eccesso di produzione (produrre più di quanto richiesto dal cliente o dal processo successivo)
  • Attesa (impiegare il tempo in maniera non produttiva)
  • Trasporto (spostare il materiale senza necessità connesse alla creazione del valore )

Ci sono 5 Principi-Guida che delineano il modello teorico della produzione snella:

  • Definire il Valore dal punto di vista del Cliente.
  • Eliminare gli sprechi, detti, in giapponese "Muda".
  • Far Fluire tutte le attività (tutto deve realizzarsi per processi e non per funzioni, senza soste o interruzioni).
  • Impostare le attività secondo la logica "pull" e non "push" (realizzare un'attività solo quando il processo a valle lo richieda).
  • Perseguire la perfezione tramite continui miglioramenti. (Kaizen = Miglioramento continuo)

In stretta aderenza ai principi operano le tecniche lean:

  • Cadenza di sincronizzazione del flusso o "Takt Time", ritmo di pulsazione delle attività dettato interamente dalla domanda del cliente che in concomitanza con il flusso di informazioni e la standardizzazione delle azioni porta alla nascita del just in time

1) Priorità di presenza nelle aree delle postazioni 2)disposizione e ordine di ciò che è ritenuto necessario 3)pulizia del posto di lavoro 4) utilizzo di procedure operative standard 5) tensione al continuo miglioramento, alimentata anche attraverso messaggi positivi ( spirito di appartenenza, ownership della postazione, premi per performances )

  • Gestione a vista che presume visualizzazione continua e gestione efficiente di informazioni.(Il flusso informativo riveste un ruolo fondamentale nella produzione snella)

Il processo produttivo, quindi, viene trattato in modo globale al fine di ridurre al massimo la complessità della produzione puntando sulla sua flessibilità coinvolgendo fin dall'inizio tutte le funzioni aziendali, potremmo così individuare alcuni settori:

  • Progettazione ( il prodotto viene studiato considerando i problemi inerenti alla sua produzione (DFX) evitando la sua riprogettazione cioè gli sprechi dovuti al non essere riusciti a "fare bene fin dalla prima volta" )
  • Produzione
  • Valorizzazione ( "qualità totale" TQM di W. Edwards Deming. )

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Womack, James P., Jones, Daniel T., and Roos, Daniel (1991), The Machine That Changed the World: The Story of Lean Production, HarperBusiness, 2003, ISBN 0060974176 - versione italiana: La macchina che ha cambiato il mondo, BUR Supersaggi, 1999, ISBN 8817116157
  • Womack James P., Jones Daniel T., Lean Thinking. Come creare valore e bandire gli sprechi, Milano, Guerini e Associati, 2006. ISBN 88-7802-848-7.
  • Womack James P., Jones Daniel T., Lean Solutions. La produzione snella incontra il consumo snello, Milano, Guerini e Associati, 2009. ISBN 978-88-6250-153-8.
  • Ohno T,. "Toyota Production System: Beyond Large -Scale Production", Diamond, Tokio, 1978
  • Luciano Attolico, "Innovazione Lean. Strategie per valorizzare persone, prodotti e processi", Milano, Hoepli, 2012.
  • Liker Jeffrey, Attolico Luciano, Toyota Way: 14 principi per la rinascita del sistema industriale italiano 2014, Milano, Hoepli, 2014. ISBN 978-88-203-5997-3.

. Bernardo Nicoletti, "La metodologia del Lean € Digitize", Milano, FrancoAngeli, 2010.

  • Napoli E. Tonchia S., "Lean Management", Sole 24 ore, Milano 2010
  • Bonpresa T., Napoli E., "Lessico Lean", Quaderni Alenia Aeronautica 4/5, 2008

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria