Ponte di Manhattan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Manhattan Bridge
Vista da Brooklyn
Vista da Brooklyn
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Città New York
Attraversa East River
Coordinate 40°42′26″N 73°59′27″W / 40.707222°N 73.990833°W40.707222; -73.990833Coordinate: 40°42′26″N 73°59′27″W / 40.707222°N 73.990833°W40.707222; -73.990833
Mappa di localizzazione: New York
Tipo ponte sospeso
Materiale acciaio
Lunghezza 2 089 m
Larghezza 37 m
Progettista Leon Solomon Moisseiff
Costruzione 1901-1912
 
Il ponte di Manhattan.
Il Ponte di Manhattan in costruzione, nel 1909.

Il ponte di Manhattan (in inglese Manhattan Bridge) è un ponte sospeso che attraversa l'East River, a New York, collegando Lower Manhattan da Canal Street con Brooklyn alla Flatbush Avenue. La campata maggiore misura 448 m, con i cavi di sospensione lunghi 983 m. La lunghezza totale della struttura è di 2.089 m.

È stato l'ultimo dei tre ponti sospesi costruiti sull'East River dopo il ponte di Brooklyn ed il ponte di Williamsburg.

Aperto al pubblico il 31 dicembre 1909, verrà completato nel 1912. È stato progettato dall'ingegnere polacco Ralph Modjeski con l'aiuto di Leon Moisseiff, l'ingegnere che più tardi progettò il Ponte di Tacoma.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America