Pogona vitticeps

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Drago barbuto dalla testa striata
Bartagame fcm.jpg
Maschio adulto di Pogona vitticeps
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Sauria
Famiglia Agamidae
Sottofamiglia Agaminae
Genere Pogona
Specie ''Pogona vitticeps''

Il drago barbuto dalla testa striata (Pogona vitticeps, Ahl, 1927) è un Agamide appartenente al genere Pogona.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Primo piano di femmina adulta.

I draghi barbuti dalla testa striata, come le altre specie del genere Pogona, prendono il loro nome comune da una caratteristica particolare: sotto il mento presentano tutti delle spine (in realtà riserve di grasso) che, soprattutto nei maschi, ricordano una barba quando i sauri la espandono per sembrare più grossi e minacciare i predatori. Come molti altri rettili, i maschi sono più grandi, hanno una "barba" più scura e visibile, testa più larga, pori femorali più evidenti e apertura cloacale più grossa. Solitamente la livrea è bruno-giallastra con qualche macchia più scura per mimetizzarsi meglio nei deserti. La lunghezza si aggira sui 60-80 cm da adulti; da giovani arrivano 20-30 cm, ma alla nascita non superano gli 8 cm.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Questa specie, è endemica dei deserti rocciosi australiani.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Accoppiamento[modifica | modifica sorgente]

La maturità sessuale si raggiunge intorno agli 8-12 mesi e sarà possibile vedere chiaramente la differenza di sesso. In cattività si risveglia l'istinto sessuale sottoponendo gli animali alla brumazione.

Durante il corteggiamento, i Pogona vitticeps maschi espandono la barba il più possibile, si sollevano sugli arti anteriori, fanno head bobbing. La femmina può reagire in diversi modi, accettato il corteggiamento si preparerà al rapporto stendendosi a terra.

Durante il rapporto i maschi sono soliti a mordere le femmine, tuttavia esse non recano alcun danno perché dotate di pelle robusta e resistente. Il rapporto dura circa un minuto e può ripetersi nell'arco della giornata.

Come la maggior parte degli animali, nel periodo degli accoppiamenti, i maschi sono molto più aggressivi e territoriali del solito.

Una volta copulato il ventre della femmina inizierà a gonfiarsi e sarà visibile già dopo una o due settimane.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

In genere, questi rettili, sono onnivori. Si stima che da giovani tendano ad essere per lo più insettivori per acquisire proteine, e tendano a divent are erbivori da adulti.

È importante offrire ai pogona una dieta variegata. La dieta base è composta da grilli (o cavallette) e blatte. È possibile saltuariamente nutrire l'animale anche con mosche, crisalidi delle mosche, larve dei bachi da seta, kaimani, camole della farina, camole del miele (raramente), pinkie (raramente).

Sono sconsigliati invece insetti quali formica, ape, vespa, cimici, lombrico, lucciole e in generale gli insetti catturati in natura perché spesso contaminati da insetticidi e portatori di parassiti.

È importante fare attenzione alle dimensioni dell'insetto offerto ai giovani esemplari, si consiglia infatti di non somministrare insetti che superino in lunghezza la distanza tra gli occhi della pogona.

È consigliato integrare la dieta con calcio e calcio + D3.

I vegetali (verdure, frutti, fiori) da offrire alla pogona sono numerosi, bisogna preferire però quelli ricchi di calcio. Tra i vegetali più comuni da poter offrire troviamo:

Invidia, crescione, radicchio, sedano, cavolo, cime di rapa, tarassaco (dente di leone), carota, mango, fragola, papaia.

La frutta è da centellinare in quanto ricca di zuccheri.

In linea generale bisognerebbe somministrare alimenti il cui rapporto calcio/fosforo non sia inferiore al 2/1.

Detenzione[modifica | modifica sorgente]

Il Drago Barbuto è classificato come animale esotico ma non è un animale che necessita di CITES.

Terrario[modifica | modifica sorgente]

Il Drago Barbuto necessita di un terrario dove venga riprodotto il suo habitat. Tutti i terrari dovranno avere delle dimensioni tali da permettere all'animale di correre, arrampicarsi e scavare.

Le temperature devono essere sul lato caldo sui 30-35° mentre quello freddo sui 25-28°. La zona basking dovrà essere a 45°.

Le temperature verranno regolate con apposite lampade (spot o infrarossi) e dovrà inoltre essere presente una gran quantità di luce nonché una lampada ad emissione di raggi UVB. È possibile comprare un tubo al neon con UVB per offrire contemporaneamente luce e UVB (ma non calore).

L'umidità deve stare intorno al 60% di giorno e 40% di notte.

Il substrato dovrà essere preferibilmente naturale (in alcune regioni è d'obbligo che sia naturale). Bisognerà scegliere quello più adatto in base al peso della pogona. Per i giovanissimi esemplari è consigliato evitare qualsiasi tipo di substrato od usare carta di giornale o tappetino in erba sintetica (bassa).

I substrati più utilizzati sono: sabbia, corteccia, erba sintetica, terreno, ghiaia, fogli di giornale.

Gli accessori necessari sono:

- Una tana in cui gli esemplari possono nascondersi alla vista dei visitatori e deve avere dimensioni sufficienti da ospitare contemporaneamente tutti gli esemplari.

- Un tronco su cui la pogona possa arrampicarsi

- Una zona basking

- Ciotola dell'acqua di dimensioni sufficienti per abbeverarsi e immergersi senza il rischio di annegamento, soprattutto per i giovani esemplari.

Le dimensione del terrario possono essere regolamentate dalla regione, si consiglia una superficie di almeno 0.75 mq per il singolo esemplare e una superficie di 1.25 mq per una coppia.

Commercio e allevamento[modifica | modifica sorgente]

I draghi barbuti, per la loro indole mansueta, sono molto comuni in commercio. Ad averli resi comuni nei negozi, oltre la docilità, è la loro facile adattabilità: infatti si abitueranno subito ad essere accarezzati, presi in mano o addirittura prendere il cibo dalle mani, e, in cattività, se in buone condizioni, possono vivere dai 15 ai 20 anni.

Varietà in commercio[modifica | modifica sorgente]

Tre Morphs di draghi barbuti, da sinistra:Citrus tiger, Red e Sunbrust

Visto il "successo" dei Pogona vitticeps in commercio, sono disponibili diverse forme e varietà (chiamate Morphs).

  • Ancestrale: la varietà naturale, nonché la più comune, bruno-giallastra.
  • Red: dove il dorso e la testa sono quasi completamente rossi maculati di bianco e leggermente striati di azzurro.
  • Blood red: simile alla varietà Red ma più scuro.
  • Ruby red: molto simile a Blood red.
  • Sandifire red: giallo ocra con venature nelle zampe e nella testa rossi e striato di arancio.
  • Orange: livrea quasi uniformemente arancione, striata di viola e giallo.
  • Citrus tiger: livrea gialla accesa venata di azzurro, viola e arancio.
  • Sunbrust: livrea quasi unicamente gialla, striata più chiara e azzurra.
  • Tangerine: livrea uniformemente arancio chiaro.
  • Gold: livrea uniformemente dorato scura
  • Lemon fire: simile a Gold, ma molto più acceso.
  • Citrus: identico a Sunbrust, ma con barba rossa.
  • Sandfire gold: simile a Gold, ma più chiaro.
  • Yellow: livrea gialla con macchie azzurro-violacee.
  • Purple: livrea violacea con macchie e strisce bianche.
  • Blue: livrea bluastra con macchie e strisce bianche.
  • White: livrea quasi uniformemente bianca.
  • Snow: molto simile a White, ma il bianco è solitamente più puro.
  • Albino: simile a White ma con occhi rossi e corpo più rosato (varietà più rara).
  • Black: livrea uniformemente nera, o simile a Natural con zampe, testa e coda neri.
  • Black beard: può essere di tutte le varietà (escludendo White, Snow, Albino e Black), ma con la barba nera.
  • Black tail: può essere di tutte le varietà (escludendo White, Snow, Albino e Black), ma con la coda nera.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]