Outback

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cartello con l'indicazione "Qui comincia l'Outback"; contea di Yalgoo, Australia Occidentale

Il termine outback si riferisce, genericamente, alle aree interne più remote, semi-desertiche, del continente australiano. L'outback viene anche indicato con espressioni come il cuore rosso dell'Australia o il centro rosso (the Red Centre), a causa del terreno ricco di ferro e quindi di colore rossiccio.

Nonostante alcuni avvisi segnaletici pensati per i turisti fingano di indicarne l'inizio o la fine, l'outback non ha confini ben precisi, ed è una regione ideale più che geografica. Per gli australiani, esso si trova oltre il Bush (l'entroterra caratterizzato da vegetazione arbustiva) e il Black Stump (il "ceppo" o "paletto nero", che nel folklore australiano indica la fine della civiltà); sostanzialmente, un luogo "molto lontano".

Espressioni analoghe ad "outback", e talvolta usate come sinonimi, sono Back of Beyond ("dietro l'oltre"), Back O'Bourke (un finto antroponimo assonante con altre denominazioni), e the Never-Never ("il mai-mai"). Questo luogo è anche l'ambientazione di alcuni film australiani come La generazione rubata.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]