Podàrgoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Quartieri di Reggio Calabria
Mappa delle circoscrizioni e dei quartieri di Reggio
quartieri suddivisi per circoscrizione:
I - Centro Storico
II - Pineta Zerbi · Tremulini · Eremo
III - Santa Caterina · San Brunello · Vito
IV - Trabocchetto · Condera · Spirito Santo
V - Rione Ferrovieri · Stadio · Gebbione
VI - Sbarre
VII - San Giorgio · Modena · San Sperato
VIII - Catona · Arghillà · Salìce · Rosalì · Villa S.Giuseppe
IX - Gallico · Sambatello
X - Archi
XI - Ortì · Podàrgoni · Terreti
XII - Cannavò · Mosorrofa · Cataforio
XIII - Ravagnese
XIV - Gallina
XV - Pellaro
Elenco alfabetico dei quartieri e dei rioni

Podargoni (Podàrghoni in greco-calabro), insieme ad Ortì e Terreti, forma la XI circoscrizione del comune di Reggio Calabria.

Piccolo centro pre-aspromontano, sorge a 500 metri s.l.m., ai piedi del monte Marrapà e sulla sponda sinistra del torrente Gallico; dalla sua posizione geografica deriva anche il nome del paese, che ha origine da un'espressione greca che significa ai piedi del monte.

Il mulino Limina nei pressi di Podargoni, risalendo il fiume Gallico

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le prime testimonianze dell'esistenza del paese si hanno da documenti contabili vaticani del XIV secolo, ma non è escluso che il paese fosse precedentemente abitato.

Nel XVII secolo Podargoni, come le altre zone limitrofe, ebbe una notevole espansione demografica dovuta allo spostamento verso le montagne degli abitanti delle zone costiere, ripetutamente sottoposte alle incursioni turche. Il Borgo fu danneggiato dal terremoto del 1783." Nella seconda classe de' luoghi,ne' quali i casamenti sono o rovinevoli, o lesi, si annoverano Cannavò, Ceraso (sic), PODARGONE(sic), Terreti..." ( Istoria de'fenomeni del tremoto avvenuto nelle Calabrie...nell'anno 1783").

Nel 1811, in seguito alla ristrutturazione amministrativa del Regno di Napoli voluta da Gioacchino Murat, Podargoni divenne comune autonomo, status che mantenne fino al 1927 quando fu inglobato nella Grande Reggio.

Nell'ultimo secolo il paese ha subito un forte spopolamento in seguito all'emigrazione verso gli Stati Uniti d'America e,nel Secondo Dopoguerra, verso il Canada e Paesi europei (Francia-Belgio). A parte,i trasferimenti nell'area dello Stretto.

Da pochi anni Podargoni è stato dichiarato Borgo Medievale di particolare rilevanza storico-ambientale, ma il relativo programma di recupero architettonico, avviato negli anni Novanta, è in fase stagnante. Un determinante incentivo alla rinascita di Podargoni, e di tutta la Vallata, si prospetta nella nuova strada a scorrimento veloce Gallico-Gambarie, in fase di costruzione, e già agibile tra lo svincolo autostradale di Gallico e Mulini di Calanna (Ponte di Calanna). Il progetto del prossimo tratto,elaborato dalla Provincia e approvato definitivamente dalla Commissione Europea nei primi giorni di dicembre 2012. prevede l'arrivo nella zona di Podargoni.

Luoghi di culto[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di Santa Maria del Bosco

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Tony Bennett (New York, 3 agosto 1926), al secolo Anthony Dominick Benedetto, cantante statunitense considerato l'ultimo grande crooner americano, dopo la morte di Frank Sinatra, Dean Martin e Perry Como, è originario di Podàrgoni. Suo padre infatti era un'emigrante calabrese che decise di andare a vivere negli Stati Uniti. Radici quelle calabresi che il cantante statunitense non ha mai rinnegato. Lo stesso Bennett in un'intervista espresse il suo orgoglio per le sue origini italiane e calabresi : "Mi piace dichiararmi apertamente italiano e calabrese. Mi disturba l'immagine stereotipa dell'Italia e di Regioni come Calabria e Sicilia."

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Reggio Calabria Portale Reggio Calabria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Reggio Calabria