Phil Plait

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Phil Plait a The Amazing Meeting il 20 gennaio, 2007

Philip Cary Plait (Washington, 30 settembre 1964) è un astronomo e scrittore statunitense.

Soprannominato The Bad Astronomer. Ha lavorato al dipartimento di fisica e astronomia alla Sonoma State University. Nel 2007, ha rassegnato le dimissioni per scrivere il libro Death from the Skies. Il 4 agosto 2008, è diventato presidente della James Randi Educational Foundation.[1], posizione che ha mantenuto fino al 1 gennaio 2010, quando gli è succeduto D. J. Grothe.[2]Gestisce il sito web BadAstronomy.com.

Infanzia ed Educazione[modifica | modifica sorgente]

Cresciuto a Washington, D.C., ha ricevuto Ph.D. in astronomia alla University of Virginia nel 1994 con una tesi sulla supernova SN 1987A. Ha inizialmente lavorato con il satellite COBE e successivamente ha lavorato allo Spettrografo del Telescopio Spaziale (STIS) sul Telescopio Spaziale Hubble. Risiede a Boulder (Colorado)

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Phil Plait (al centro)

Plait ha effettuato attività di divulgazione scientifica attraverso il web per Telescopio a raggi gamma Fermi e al tre missioni NASA mentre era alla Sonoma State University dal 2000 al 2007. Prima, durante gli anni '90, fece parte del team della NASA al Goddard Space Flight Center che si occupò del Telescopio Spaziale Hubble, lavorando allo Spettrografo del Telescopio Spaziale (STIS)

Plait ha diverse apparizioni in TV e siti web quali Space.com. He anche apparso in due episodi di Penn & Teller: Bullshit!. Nella terza stagione ha fatto obiezioni alle teorie del complotto lunare mentre nella settima stagione ha criticato l'astrologia. I suo lavori sono apparsi anche su Encyclopædia Britannica Yearbook of Science and the Future e la rivista Astronomy. Plait è anche un frequente ospite della trasmissione radio dell'Instituto SETI Are We Alone?.

Il suo primo libro, Bad Astronomy: Misconceptions and Misuses Revealed, from Astrology to the Moon Landing "Hoax" tratta sostanzialmente gli stessi argomenti del suo sito web. Il suo secondo libro pubblicato nel 2008[3], Death from the Skies, descrive gli eventi astronomici che potrebber causare l'estinzione della vita sulla Terra.

Nel Marzo 2008, un asteroide è stato intitolato a Plait all'astronomo Jeff Medkeff. L'Asteroide 2000 WG11 è stato rinominato 165347 Philplait.[4][5]

Badastronomy.com[modifica | modifica sorgente]

Ultima slide della presentazione di Plait al JREF's TAM6 The Amazing Meeting convention

Badastronomy.com è un sito web dedicato a chiarire errate credenze circa astronomia e scienza spaziale in film, notizie, stampa e Internet. Plait si occupa anche di smentire teorie pseudoscientifiche come Nibiru e le teorie del complotto lunare.

Plait scrisse occasionalmente di argomenti scientifici per The Huffington Post, anche se ora se ne dice "imbarazzato" e ne critica in particolare la posizione su anti-vaccinazioni e antiscienza New Age[6][7] Nel Marzo 2006 la rivista Science ha lodato il sito web Bad Astronomy, con particolare riferimento al Blog Bad Astronomy che Plait ha iniziato nel Marzo 2005. Bad Astronomy ha vinto il premio di miglior blog scientifico nel 2007 Weblog Awards[8] ed è stato nominato dalla rivista Time.com tra i migliori 25 blog del 2009[9].

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Plait è sposato e ha una figlia.[10]

Libri[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Randi's big shoes to Phil from Bad Astronomy | Discover Magazine
  2. ^ James Randi Educational Foundation Names New President from randi.org
  3. ^ Big Announcement Part 1: My next book! from BadAstronomy.com
  4. ^ Phil Plait, the Bad Astronomer, and (165347) Philplait from Blue Collar Scientist
  5. ^ JPL Small-Body Database Browser from 165347 Philplait from NASA
  6. ^ Antivaxxers make me sick from Bad Astronomy | Discover Magazine
  7. ^ Jim Carrey loves the pro-disease movement from Bad Astronomy | Discover Magazine
  8. ^ Best Science Blog from the Blog award
  9. ^ McNichol, Tom. "25 Best Blogs 2009". Time magazine. 2009. Retrieved December 20, 2011.
  10. ^ Dr. Phil Plait, aka "The Bad Astronomer" PR Kit: Biography. Bad Astronomy. Retrieved December 20, 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 15047036 LCCN: nb2002014266